banner
Nuove teorie su chi sia Satoshi Nakamoto, il creatore di Bitcoin
Nuove teorie su chi sia Satoshi Nakamoto, il creatore di Bitcoin
Bitcoin

Nuove teorie su chi sia Satoshi Nakamoto, il creatore di Bitcoin

By Stefania Stimolo - 11 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Su Bitcointalk è facile trovare continue storie di Bitcoin e di Satoshi Nakamoto in cui i vari account descrivono alcune esperienze o si interrogano sul famigerato creatore di BTC.

Le variabili Nakamoto

Tra le varie storie è da segnalare quella raccontata di recente dall’account di songchunlai che ha voluto descrivere la propria vita dichiarando alla fine di essere proprio lui Satoshi Nakamoto. 

Dopo aver descritto la sua adolescenza, Chunlai racconta la situazione nell’anno 2008, affermando di essere stato lui a redigere il famoso whitepaper di Bitcoin

Da quel momento e con le sue capacità di crittografia, Chunlai racconta di aver scoperto che effettivamente poteva sviluppare una specie di software di contabilità, per cui ogni casa ne avrebbe avuto uno, e nessuno avrebbe potuto fare affidamento sugli altri e nessuno ne avrebbe più o meno beneficiato.

Ecco come descrive quello che poi sarebbe il pensiero-base di Blockchain:

“Eseguita la transazione, la si trasmette a tutti i computer, scrivendola quando il computer che esegue il software la riceve. Quindi chi comprimerà la pagina completa dei conti, poi userà il generatore di numeri casuali per trovare un codice MD5 con diversi zeri davanti al pacchetto compresso, se corrisponde solo a questa pagina di conti ed è il primo a trovare , Allora tutti i computer riconoscono il lavoro di questo computer e accettano di mettere questo pacchetto nella propria catena di conti. Il sistema premia anche questo computer con una certa quantità di punti.”

I famosi punti sarebbero quelli definiti poi da lui come Bitcoin. La storia prosegue affermando che altri soggetti “sconosciuti” (tra cui anche sviluppatori) avrebbero contattato Chunlai via QQ, la chat popolare cinese. 

Satoshi Nakamoto “avrebbe” un wallet con 1 milione di BTC

Le leggende su Satoshi Nakamoto e sui suoi 1 milione di BTC 

La storia di Chunlai termina con una gentile richiesta:

“Voi che mi piacete potete darmi una piccola moneta per comprare un po’ di cibo e un nuovo computer. Lavorerò duramente per il nostro piano.”

Tra i vari commenti alla sua storia, in molti si sono accaniti sulla richiesta di money che il presunto Satoshi Nakamoto che detiene 1 milione di BTC è difficile credere potrebbe fare. 

Su un altro forum, l’account replicant999 avrebbe iniziato una nuova Bitcoin discussion postando come segue:

“Ciao, mi chiedevo perché 21M? forse SN voleva tenere 1M per se stesso, poi, quando BTC tocca 1.000.000, donare 1.000.000.000.000 a enti di beneficenza o fare qualche tipo di azioni buone? sarebbe fantastico, oltre a darci questo bellissimo regalo. Potrebbe accadere in qualsiasi momento, presto….grazie per la lettura.”

Tra i commenti, in molti sostengono che Satoshi Nakamoto sia morto o che se muovesse i suoi BTC farebbe un crash o, ancora, che l’inventore di BTC sia già un benefattore per l’umanità. 

Il risveglio di un wallet dell’epoca di Nakamoto

Eppure qualcosa ha richiamato l’attenzione lo scorso luglio 2021,e sembra sia stato il risveglio di un wallet bitcoin dell’epoca di Nakamoto, quando ancora doveva avvenire il primo halving. 

Si tratta dell’indirizzo 157XG8DEk6FhcoHfNpZW6v6fuBd9184DsT che avrebbe ricevuto i suoi primi BTC il primo marzo 2012, l’anno successivo alla “sparizione” di Satoshi Nakamoto. 

Da quel momento, questo indirizzo avrebbe effettuato solo 2 invii di BTC: il primo il 28 maggio 2012 e questo secondo il 12 luglio 2021, di ben 740 BTC e verso un indirizzo Segwit. 

 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.