banner
Paxful integra Lightning Network su Bitcoin
Paxful integra Lightning Network su Bitcoin
Bitcoin

Paxful integra Lightning Network su Bitcoin

By Eleonora Spagnolo - 14 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Da oggi gli utenti di Paxful possono scambiarsi bitcoin utilizzando Lightning Network, risparmiando sui costi di commissione, e con tempi di transizione ridotti.

Lightning Network integrata su Paxful

Il second layer di Bitcoin è stato integrato su una delle piattaforme di scambio peer to peer più conosciute ed utilizzate al mondo.

Grazie a questa implementazione, Paxful potrà continuare a garantire i trasferimenti di bitcoin, ma con fee nettamente più contenute

Per l’utente e la sua interazione con la piattaforma, cambia poco, non dovrà fare altro che accedere al wallet Bitcoin su Paxful e trasferire la somma come ha sempre fatto nel network tradizionale. 

Lightning Network per la scalabilità di Bitcoin

Con Lightning Network, Paxful fa un passo in avanti sul fronte della scalabilità della rete Bitcoin.

Il CEO e fondatore di Paxful Ray Youssef, ha sottolineato proprio questo: 

 “Bitcoin è a mani basse la migliore opzione finanziaria per le persone che fanno davvero progredire le economie. Ma per avere successo e per inaugurare l’adozione globale, abbiamo bisogno di superare il problema della scalabilità. La più grande possibilità di scalabilità di Bitcoin è attraverso Lightning, che rende i micropagamenti estremamente più economici e veloci”

Secondo il CEO di Paxful, grazie al second layer Lightning Network, la possibilità di pagare un caffè utilizzando Bitcoin sarà presto realtà. Paxful non voleva restare indietro, tanto da essere una delle prime piattaforme peer to peer ad integrare LN

Per Artur Schaback, COO and co-founder of Paxful, Lightning Network contribuirà all’evoluzione dei micropagamenti sulla rete Bitcoin. Sarà un po’ come riportare BTC alle origini visto che fu concepito come mezzo di scambio.

Ha detto a tal proposito: 

“Siamo entusiasti di vedere come i nostri utenti utilizzano Lightning e ci aspettiamo che i casi d’uso di Bitcoin possano solo crescere da qui”. 

Infine, Elizabeth Stark, CEO e co-fondatore di Lightning Labs, ha rivelato che con questa integrazione spera di allargare la platea di coloro che usano il second layer di Bitcoin: 

“A Lightning Labs stiamo costruendo la tecnologia per portare bitcoin a miliardi, e l’integrazione di Paxful è un enorme passo avanti nel rendere questo una realtà. Siamo entusiasti di accogliere milioni di utenti Paxful che ora possono inviare transazioni istantanee, globali e a basso costo con Lightning. In altre parole, il numero di persone sale!”

Paxful Lightning Bitcoin
Paxful integra Lightning Network su Bitcoin

LN per democratizzare Bitcoin

Lightning Network è un cosiddetto second layer sviluppato sulla blockchain di Bitcoin, particolarmente adatto per i micro pagamenti.

Da quando si sta caratterizzando come riserva di valore infatti, BTC è sempre meno utilizzato per lo scopo con cui era nato: mezzo di pagamento. Questo a causa della congestione della rete e degli alti costi di commissione.

C’è anche un altro aspetto da aggiungere: proprio per la sua caratteristica di riserva di valore, chi possiede Bitcoin è meno incline a spenderlo.

Lightning Network cerca di cambiare questo approccio. Non è un caso che la sua adozione sta crescendo, come mostra Bitcoin Visuals:

Paxful LN Bitcoin
Paxful integra Lightning Network su Bitcoin

 

Secondo gli ultimi dati, attualmente su LN ci sono più di 2.400 BTC per un controvalore di 111 milioni di dollari. È ancora molto poco rispetto all’attuale capitalizzazione di Bitcoin (866 miliardi di dollari per un totale di 18,8 milioni di BTC in circolazione). 

Ma l’ascesa mostrata dal grafico è la conferma che la strada è segnata: Lightning Network ha ampi margini di crescita contribuendo alla diffusione e all’utilizzo di Bitcoin.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.