Bitcoin: aumentano i futures, imminente approvazione degli ETF?
Bitcoin: aumentano i futures, imminente approvazione degli ETF?
Regolamentazione

Bitcoin: aumentano i futures, imminente approvazione degli ETF?

By Marco Cavicchioli - 14 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Oggi Forbes ha segnalato che è in atto un forte ed improvviso aumento del denaro depositato sui contratti futures su Bitcoin.

La SEC dovrebbe pronunciarsi su ETF basati su BTC 

L’interpretazione è che questo fenomeno possa essere legato all’ipotesi dell’imminente approvazione da parte della SEC del primo ETF su BTC. 

Il ragionamento di Forbes è questo: se alla base di questi aumenti ci fosse un caso di buy-the-rumor, sell-the-news, il rumor che potrebbe averlo scatenato potrebbe essere quello relativo all’approvazione dell’ETF. 

Ci sono due aspetti che fanno propendere per questa ipotesi. 

Il primo è che in effetti è noto già da tempo che proprio a metà ottobre 2021 la SEC dovrebbe pronunciarsi in merito. Quindi la notizia sarebbe in procinto di arrivare, sia qualora fosse positiva, sia invece nel caso in cui fosse negativa. 

Il secondo aspetto è che diversi analisti sostengono che le più recenti proposte inviate alla SEC, che riguardano ETF basati su futures su Bitcoin, potrebbero essere approvate. 

Bitcoin
La SEC dovrebbe pronunciarsi sugli ETF

Bitcoin e il principio “buy-the-rumor”

Sulla base di questi presupposti potrebbe essere in atto una fase di buy-the-rumor che ha portato ad un improvviso incremento dell’open interest dei futures su Bitcoin al CME, visto che al 12 ottobre questo risultava essere aumentato del 72% rispetto a sei settimane prima. 

In precedenza questi contratti erano in rosso fin da metà febbraio, mentre adesso sono in nero rispetto ad inizio anno.

Nelle ultime sei settimane è anche aumentato il prezzo di BTC, passando da 47.000$ a 57.000$, in attesa dell’eventuale notizia a metà ottobre dell’approvazione del primo ETF su BTC. 

Tra l’altro Forbes ha rivelato che dal lato della domanda per questi contratti futures sta svolgendo un ruolo chiave solo un numero relativamente limitato di operatori. E questo sebbene l’identità di questi investitori sia protetta dal CME, si sospetta che siano istituzioni finanziarie non statunitensi con una profonda conoscenza del settore crypto.

Si tratta di società sofisticate da potersi avventurare nel mercato dei futures, e con molto capitale, visto che ogni singolo contratto futures su Bitcoin al CME vale cinque BTC, ovvero più di 280.000$. Inoltre risulta anche che gli hedge fund abbiano fornito liquidità nelle ultime settimane.

Domenica 17 ottobre sarà resa nota l’identità di queste società, quando la CFTC rilascerà il nuovo rapporto COT. Per ora si sa solo che l’aumento dell’open interest dei futures su BTC è stato superiore ai 2.000 contratti.

Nel caso in cui la notizia, riguardo la decisione della SEC fosse positiva, diversi analisti sostengono che potrebbe avere ulteriori effetti positivi sul prezzo di Bitcoin. 

Quello che però è certo è che ormai la grande finanza si interessa all’evoluzione del processo di adozione di massa di BTC sui mercati finanziari.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.