Satoshi Nakamoto è diventato il ventesimo uomo più ricco al mondo 
Satoshi Nakamoto è diventato il ventesimo uomo più ricco al mondo 
Bitcoin

Satoshi Nakamoto è diventato il ventesimo uomo più ricco al mondo 

By Vincenzo Cacioppoli - 18 Ott 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Satoshi Nakamoto, l’inventore del Bitcoin nel 2008, secondo la classifica Forbes degli uomini più ricchi del pianeta, sarebbe salito al ventesimo posto, dopo la nuova impennata del Bitcoin. 

Satoshi e la riserve di Bitcoin

Questa valutazione viene fatta sulla base della scorta di Bitcoin che dovrebbe avere in portafoglio. E questo considerando che il prezzo della valuta digitale più famosa ha superato in questi giorni i $62.000. 

Secondo quella che è una cifra ritenuta attendibile, il misterioso inventore del Bitcoin avrebbe nel suo portafoglio, circa 1 milione di pezzi.

Questo vuol dire che alle quotazione attuali avrebbe una ricchezza stimata di 62 miliardi di dollari. Il problema è che difficilmente chi si nasconde dietro questo pseudonimo venderà i Bitcoin in suo possesso. Sia per non svelare la sua identità, sia probabilmente per non far crollare il prezzo. 

Alcune leggende raccontano anche della possibile morte di Satoshi Nakamoto e dell’impossibilità di accedere al suo patrimonio in valuta digitale. Un vero peccato perché secondo alcune stime la quotazione del Bitcoin potrebbe presto superare i 100.000 dollari. La prima posizione della classifica degli uomini più ricchi della terra che appartiene ad Elon Musk con circa 210 miliardi di dollari di patrimonio, potrebbe essere alla portata del misterioso Satoshi. 

Lo stesso Elon Musk è considerato un friendly crypto e spesso i suoi tweet hanno provocato scossoni sul mercato delle criptovalute. Per mesi grazie al suo sostegno una meme coin, Dogecoin è riuscita ad arrivare fra le prime dieci criptovalute più capitalizzate.

satoshi
Satoshi, Bitcoin e il mistero della sua identità.

La misteriosa identità di Nakamoto 

Da quando comparve nel 2008 il celebre white paper che spiegava la nuova moneta digitale del Bitcoin, si sono rincorse miriadi di supposizioni sull’identità del testo. 

L’inventore della moneta digitale destinata a rivoluzionare il mondo della finanza tradizionale decise di utilizzare lo pseudonimo Satoshi Nakamoto per mantenere l’anonimato. 

Malgrado qualche ipotesi sulla reale identità sempre smentita, ancora non si conosce chi ci sia dietro lo pseudonimo.

Di recente a Budapest la capitale dell’Ungheria al misterioso Satoshi è stata dedicata una statua che al posto del viso ha il simbolo del Bitcoin. 

Chissà se proprio la classifica degli uomini più ricchi del mondo potrebbe fare il miracolo e riuscire a svelare l’identità misteriosa dell’inventore del Bitcoin, nel caso tutt’altro che improbabile che arrivi alla prima posizione. 

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.