Come funziona Compound per fare prestiti con le criptovalute
Come funziona Compound per fare prestiti con le criptovalute
Tool & app

Come funziona Compound per fare prestiti con le criptovalute

By Vincenzo Cacioppoli - 1 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Compound è un software in esecuzione sulla rete blockchain di Ethereum che mira all’incentivazione di una rete di computer dentro ad un ecosistema di finanza decentralizzata per permettere i prestiti con le criptovalute

Compound, prestiti senza intermediari

Il suo fine è infatti quello di permettere il prestito sulle criptovalute senza necessità di intermediari, guadagnando un tasso di interesse stabilito autonomamente da un algoritmo in base all’unico criterio delle domanda e dell’offerta.

Il protocollo Compound supporta solo un determinato basket di criptovalute che sono:

  • Dai (DAI),
  • Ether (ETH),
  • USD Coin (USDC),
  • Ox (ZRX),
  • Tether (USDT),
  • Wrapped BTC (WBTC),
  • Basic Attention Token (BAT),
  • Augur (REP),
  • Sai (SAI).

In poche parole, un prestatore deposita la sua quota di criptovalute per essere a disposizione di chi desidera prenderle in prestito. Una volta effettuato il deposito, Compound assegnerà al prestatore una nuova criptovaluta chiamata cToken (che rappresenta il deposito).

Ogni cToken può essere poi trasferito o scambiato senza restrizioni, ma è riscattabile solo in cambio della criptovaluta bloccata nel protocollo. Inoltre Compound premia i prestatori con una suo token nativo COMP.

Ogni volta che un utente interagisce con la  piattaforma, prendendo in prestito monete, depositando o riscattandole riceve una quota di COMP.

Gli interessi guadagnati sui prestiti vengono chiaramente riconosciuti nella stessa criptovalute che si è messa a deposito.

Compound prestiti
Grazie a Compound è possibile ottenere prestiti depositando criptovalute.

I prestiti su Compound 

Compound crea un perfetto equilibrio tra prestatori e debitori. La sinergia è assoluta, una volta che si è effettuato un deposito,

Il sistema determina quale somma è  possibile prendere in prestito. Quindi, ad esempio, se si è inviato 1000 USDC del valore di $ 1000 e Compound ha impostato il limite di prestito  per USD al 50%, si potranno prendere in prestito $ 500 di qualsiasi altra criptovaluta.

Malgrado possa sembrare un po’ complesso, il sistema sembra aver attirato l’attenzione di molti utenti. A partire dal 2020, oltre $ 500 milioni di asset sono stati bloccati nel protocollo Compound.

Il token quotato sui principali exchange di criptovalute, a maggio ha raggiunto il suo ath ad oltre 900 dollari per poi ripiegare in pochi verso gli attuali 300.

E’ stato fondato nel 2018 da Robert Leshner, intraprendente economista e professore dell’Università della Pennsylvania, gia fondatore della start up sul controllo dei dati, Safe Shepherd. Ad inizio anno ha concluso con successo un round di finanziamento di serie A, raccogliendo circa 25 milioni di dollari.

Ad ottobre un bug nel sistema ha distribuito casualmente per errore 90 milioni di dollari agli utenti. Robert Leshner, fondatore di Compound Labs ha twittato:

“Se hai ricevuto una quantità elevata e errata di COMP dall’errore del protocollo Compound: restituiscilo”. 

Questa è stata la conseguenza di un aggiornamento rilasciato dalla società e ha posto qualche interrogativo sulla reale sicurezza e affidabilità del sistema.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.