Binance indaga sulla truffa del token Squid Game
Binance indaga sulla truffa del token Squid Game
Sicurezza

Binance indaga sulla truffa del token Squid Game

By Marco Cavicchioli - 4 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il token Squid Game (SQUID) si è rivelato essere una truffa sulla quale Binance sta indagando.

Ispirato alla celebre serie TV coreana, di cui però ha solamente sfruttato il nome in palese violazione delle norme sul Copyright, ha fruttato ai suoi creatori 3 milioni di dollari. 

Truffa Squid Game, Binance collabora con le autorità

Dopo l’azzeramento del valore del token sono iniziate le indagini. Binance ha fatto sapere che sta collaborando attivamente con le forze dell’ordine per cercare di scoprire chi siano i truffatori, e di recuperare possibilmente alcuni dei fondi rubati.

Binance sostiene che si sia trattato di un classico schema pump-and-dump, o “rugpull”, e si sente in qualche modo coinvolta perché ha sviluppato la blockchain utilizzata dal DEX PancakeSwap, ovvero Binance Smart Chain, su cui il token è stato emesso e scambiato.

Il fatto è che chiunque può creare un token su Binance Smart Chain e listarlo su PancakeSwap, quindi i rischi di trovare sul DEX token creati con intenti criminali non è affatto inesistente.

truffa Squid Game
Il settore DeFi è bersagliato dalle truffe

Anzi, secondo un portavoce di Binance, questa tipologia di progetti truffa sono ormai diventati fin troppo comuni nel settore DeFi.

L’exchange ha anche comunicato però di essere a conoscenza di alcuni degli indirizzi utilizzati dagli sviluppatori di SQUID, e che sta effettuando analisi sulla blockchain per cercare di identificarli. Questi indirizzi sono stati bloccati su Binance ed inseriti nella black list.

Squid Game, mistero sui developer

Gli sviluppatori del token sembrano abbiano utilizzato un mixer chiamato Tornado Cash per nascondere le proprie operazioni, ma secondo il portavoce di Binance, il loro team starebbe tracciando i movimenti di quei fondi.

L’exchange prevede di consegnare a breve i risultati delle sue analisi alle forze dell’ordine della giurisdizione in cui risiedono i truffatori, ma pare che le possibilità reali di recuperare i fondi siano davvero minime. 

Gli sviluppatori del token SQUID sono sempre riusciti a rimanere anonimi, e anche dall’account Twitter e dal sito web pare non si riesca a rintracciarli. Scovarli potrebbe essere decisamente complicato, anche riuscendo a tracciarne i movimenti dei token.

Le truffe nella DeFi

Secondo CipherTrace, nei soli primi sette mesi del 2021 sui mercati crypto sono stati persi più di 680 milioni di dollari a causa di furti, hack e altre attività illecite. Il 76% di queste perdite sono avvenute sulle piattaforme DeFi.

Nonostante ciò, il TVL complessivo delle piattaforme DeFi continua a crescere, anche su PancakeSwap dove è aumentato del 12% negli ultimi sette giorni.

In questo momento il token SQUID, a dire il vero, non è del tutto morto, sebbene lo sviluppo del progetto risulti ormai totalmente abbandonato. Il suo valore però è irrilevante ormai, rispetto ai picchi raggiunti nei giorni scorsi.

 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.