Cardano sempre più green e pronta alla ripresa
Cardano sempre più green e pronta alla ripresa
Blockchain

Cardano sempre più green e pronta alla ripresa

By Vincenzo Cacioppoli - 12 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Da tempo si parla di quali saranno le blockchain più sostenibili ed ecologiche che potrebbero far concorrenza ad Ethereum. Tra tutte quelle esistenti sul mercato, quasi tutti giudicano Cardano come una di quelle più “green”, sempre più attenta al tema della sostenibilità ambientale.

Cardano green blockchain: 1 milione di alberi piantati

Durante il Cardano Summit 2021 di fine settembre, la Cardano Foundation ha annunciato una partnership con Veritree per una ITO (Initial Tree Offering) che ha l’obiettivo di piantare 1 milione di alberi. 

Ebbene qualche giorno fa la società ha comunicato di aver raggiunto l’obiettivo.

L’annuncio è stato dato via tweet il 9 gennaio scorso dal presidente della Cardano Foundation Frederik Gregaard

Gregaard ha anche annunciato uno dei primi specifici progetti verdi sui quali la fondazione concentrerà i suoi sforzi grazie a questa lodevole iniziativa green.

“La Cardano Forest sosterrà il ripristino del territorio e le attività di sviluppo dell’ecosistema locale a Mombasa, in Kenya. Tutti gli alberi piantati saranno registrati sulla blockchain di Cardano per una maggiore trasparenza e serviranno come prova pubblica delle attività di ripristino del territorio”

La partnership con Veritree

La Fondazione Cardano ha lavorato a questa iniziativa grazie al supporto della startup Veritree, che utilizza la tecnologia blockchain per registrare la catena di approvvigionamento delle piantagioni di alberi per i suoi utenti, consentendo un tracciamento verificabile di tali attività.

Veritree pianta un albero ogni volta che la valuta ADA di Cardano viene scambiata con un token TREE. Un singolo donatore avrebbe acquistato ben 100.000 token per un controvalore di circa 118.000 dollari.

Qualche giorno fa la società ha concluso un accordo con il colosso delle tecnologia coerano Samsung per piantare 2 milioni di alberi in Madagascar.

Cardano ADA
Il 2022 potrebbe essere l’anno della consacrazione di ADA

Le quotazioni di ADA pronte a ripartire?

Dopo un inizio 2021 assai promettente per le quotazioni di ADA, che ha portato la criptovaluta a raggiungere un massimo ad agosto ad oltre 2,6 dollari, nella seconda metà dell’anno il titolo ha perso terreno arrivando ora ad una quotazione poco sopra 1,2 dollari.

Comunque il 2021 è stato nel complesso un anno assolutamente positivo per la criptovaluta balzata al sesto posto fra quella più capitalizzate con quasi 50 miliardi di valore

Ma secondo molti analisti il 2022 potrebbe essere l’anno delle definitiva consacrazione per la valuta della blockchain Cardano. Grande merito del record raggiunto ad agosto si deve, secondo gli esperti al lancio del nuovo aggiornamento Alonzo, frutto di sei anni di duro lavoro, come ha affermato in occasione del lancio il fondatore di Cardano, Charles Hoskinson.

Il calo è stato quindi fisiologico e non dettato da motivazioni inerenti la criptovaluta, che invece sembra essere ancora una delle favorite da parte degli investitori crypto. Secondo il modello di predizione di Ai che si basa su algoritmi di previsione per le criptovalute, Wallet Investor, il prezzo di ADA nel 2022 batterà il suo massimo storico, arrivando ad oltre $ 3.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.