Cardano Summit 2021: Chainlink, COTI, SingularityNET e altro ancora
Cardano Summit 2021: Chainlink, COTI, SingularityNET e altro ancora
Eventi

Cardano Summit 2021: Chainlink, COTI, SingularityNET e altro ancora

By Patryk Karter - 27 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il Cardano Summit 2021 che ha avuto luogo il 25-26 settembre ha visto molti annunci importanti, tra cui Chainlink, COTI, SingularityNET, DISH, Veritree e Autonio.

L’evento era prevalentemente virtuale, ma c’erano diversi luoghi fisici in tutto il mondo dove le persone si sono riunite per partecipare al summit insieme. 

Sono andato a Berlino per partecipare di persona e incontrare alcuni dei più appassionati membri della Cardano Community, tra cui Beatrix e Christian di Bio Pool e Mati di CardanoFans, che sono operatori di 2 stake pool che ho invitato nella mia rubrica Cardano SPO.

Charles Hoskinson sul grande schermo durante il Cardano Summit 2021

Input Output ha condiviso un breve video con Tim Harrison che raccoglie gli avvenimenti più emozionanti che sono accaduti durante il fine settimana:

Cardano integra gli oracoli Chainlink

Questo annuncio è stato una piacevole sorpresa per entrambe le community di Cardano e Chainlink. Questa collaborazione strategica permetterà alla principale blockchain Proof of Stake di integrare nativamente i feed dei prezzi da Chainlink.

A proposito di questa collaborazione, Charles Hoskinson ha dichiarato:

“Non solo l’integrazione dei feed dei prezzi di Chainlink ridurrà la tempistica del go-to-market per gli sviluppatori di Cardano, ma stabilirà una base sicura per l’ecosistema DeFi di Cardano, contribuendo a rendere Cardano più affidabile per gli utenti di tutto il mondo”.

Sergey Nazarov, co-fondatore di Chainlink, ha commentato: 

“Siamo entusiasti di trarre vantaggio dalla nostra vasta esperienza e competenza istituendo il supporto nativo per Chainlink sulla blockchain di Cardano e sostenendo la sua prossima fase di crescita in mercati come DeFi e oltre”.

Maggiori informazioni sul blog di IOHK.

COTI emetterà una stablecoin su Cardano

Questa notizia era nell’aria da un po’ di tempo e molte voci circolavano sulla questione. La conferma è finalmente arrivata durante il Cardano Summit 2021: la piattaforma COTI sarà l’emittente ufficiale di Djed, una nuova stablecoin per Cardano.

Dal blog di IOHK:

“Djed è basata su un design algoritmico che utilizza gli smart contract per garantire la stabilità dei prezzi. La programmazione degli smart contract è utilizzata anche per garantire che la stablecoin funzioni efficacemente per operazioni della finanza decentralizzata (DeFi)”. 

Shahaf Bar-Geffen, Chief Executive di COTI Group, ha affermato: 

“I partecipanti alla Blockchain stanno usando le stablecoin per effettuare transazioni quotidiane perché permettono di scambiare valore monetario in modo fluido, indipendentemente da dove si trovano il mittente e il destinatario. Credo che l’aggiunta della stablecoin Djed alla blockchain di Cardano migliorerà significativamente il modo in cui le transazioni sono gestite sulla piattaforma”. 

Charles Hoskinson ha commentato: 

“La stablecoin Djed potrebbe essere un game-changer nello spazio crypto, attraendo un pubblico completamente nuovo in un momento in cui l’industria sta già vivendo una crescita astronomica. Djed condivide il nostro impegno per la verifica formale, dimostrando un metodo robusto per combattere la volatilità dei prezzi dei mercati crypto”.

SingularityNET e Hanson Robotics presentano Grace

Durante l’evento fisico del Cardano Summit tenutosi nel Wyoming, un robot umanoide chiamato Grace è apparso sul palco ad affiancare Charles Hoskinson e il CEO di SingularityNET Ben Goertzel.

Grace ha l’aspetto di un assistente sanitario e i suoi compiti consistono nel monitorare la salute degli anziani e interagire con loro, il che è molto importante in questi tempi di isolamento e solitudine a causa dei rischi legati a Covid.

Cardano migliorerà le prestazioni di Grace e porterà a costi più bassi, prevedibili e stabili. 

Ben Goertzel ha dichiarato:

“Con le capacità leader di mercato di Cardano, Grace sarà in grado di scalare per affrontare questa sfida globale. Mentre aumentiamo gradualmente le capacità dell’intelligenza generale di Grace nei prossimi anni, sarà in grado di svolgere funzioni sempre più importanti nell’assistenza agli anziani e nello spazio medico – imparando sempre di più sull’umanità e assorbendo i valori umani man mano che progredisce”.

DISH, Veritree e Autonio

Altri annunci includevano:

  • La partnership con la compagnia Fortune 250 Dish Network, un fornitore di servizi TV e wireless che utilizzerà la blockchain Cardano per migliorare la sua rete ed essere all’avanguardia nell’innovazione.
  • La partnership esclusiva con Veritree per aiutare a salvare il pianeta grazie a registrazioni di riforestazione che sono trasparenti, immutabili e verificabili da tutti. È stata lanciata una ITO (Initial Tree Offering) che permette ai possessori di ADA di utilizzare i loro fondi per piantare alberi in tutto il mondo e ricevere dei “tree token”.
  • L’implementazione dell’ecosistema Autonio sulla blockchain Cardano. Abbiamo menzionato Autonio e il suo token NIOX in un articolo sullo Yield Farming. Sinora, la suite di prodotti di Autonio era stata rilasciata solamente sul layer 2 di Ethereum, Polygon.

In conclusione

Ci sono state sicuramente altre importanti partnership e annunci, e questa settimana IOHK lancerà un sito web dedicato con tutte le presentazioni e interviste che sono state mostrate durante il summit.

Dopo l’attivazione degli smart contract e il summit, Cardano è pronta a lasciarsi alle spalle un settembre molto attivo e continuare a costruire e innovare verso la fine del 2021.

È stato anche un mese molto produttivo per Charles Hoskinson, che ha anche annunciato l’Hoskinson Center for Formal Mathematics alla Carnegie Mellon University a cui ha donato 20 milioni di dollari:

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.