Regno Unito, stretta sulle pubblicità crypto
Regno Unito, stretta sulle pubblicità crypto
Criptovalute

Regno Unito, stretta sulle pubblicità crypto

By Eleonora Spagnolo - 18 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Stretta del Regno Unito sulle pubblicità ingannevoli a tema crypto. La decisione è stata comunicata ufficialmente dal Governo inglese che intende sottoporre le criptovalute alle stesse leggi a cui sono soggette la pubblicità dei prodotti finanziari tradizionali. 

Regno Unito, le pubblicità crypto equiparate ai prodotti finanziari

Lo scopo dell’iniziativa del governo inglese è quella di proteggere i consumatori. 

Scrive il governo in un comunicato stampa ufficiale che 2,3 milioni di cittadini nel Regno Unito hanno le criptovalute, ma mentre la loro popolarità cresce, diminuisce la comprensione di cosa siano. Questo indicherebbe che molti non sono a conoscenza di ciò che stanno comprando. Questo vuol dire che corrono il rischio di comprare qualcosa di sbagliato o interpretato male. 

Il governo vuole quindi correre ai ripari, e lo farà con una legislazione che equipari le pubblicità di criptovalute alle promozioni finanziarie. Pertanto, i business di criptovalute dovranno sottostare alle rigide regole della FCA, ed adeguarsi agli standard imposti alle promozioni finanziarie e ai prodotti assicurativi. 

Questa stretta vuole favorire l’innovazione finanziaria ma evitare che vengano messi in commercio e acquistati prodotti fuorvianti.

Regno Unito pubblicità crypto
Il governo inglese vuole proteggere i consumatori

Regno Unito e criptovalute

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, il Regno Unito non intende frenare il business di criptovalute, visto che il governo dice esplicitamente che ne riconosce le potenzialità. In particolare vengono riconosciute le potenzialità delle stablecoin per i pagamenti più efficienti.

Le criptovalute infatti sono al centro degli studi della Cryptoasset Taskforce, un team che sta studiando i crypto asset e che sta aiutando il governo inglese a prendere delle decisioni in merito, soprattutto per quel che riguarda la legislazione da applicare.

Adesso non resta che attendere che il Parlamento approvi una specifica legge in materia, che andrà a modificare il Financial Promotion Order, che applica il Financial Services and Markets Act del 2000. Questa legge prevede che chi vuole fare pubblicità di prodotti finanziari deve essere autorizzato dalla FCA e seguire regole vincolanti. 

Il Cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak ha commentato: 

“Le criptovalute possono fornire nuove eccitanti opportunità, offrendo alle persone nuovi modi di transare e investire – ma è importante che ai consumatori non vengano venduti prodotti con affermazioni fuorvianti. Stiamo assicurando che i consumatori siano protetti, mentre sosteniamo anche l’innovazione del mercato delle criptovalute”.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.