banner
Regno Unito, la FCA assolve Binance
Regno Unito, la FCA assolve Binance
Regolamentazione

Regno Unito, la FCA assolve Binance

By Eleonora Spagnolo - 26 Ago 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Binance ha quasi risolto i suoi problemi nel Regno Unito. La Financial Conduct Authority (FCA) ha infatti comunicato che Binance Markets Limited ha ottemperato a tutti i requisiti, ciò nonostante al momento non può operare. 

I guai di Binance nel Regno Unito

Esattamente due mesi fa, il 26 giugno, la FCA annunciava che non Binance per intero, ma Binance Markets Limited non era autorizzata ad operare nel Regno Unito. 

Per la precisione, scriveva anche in un apposito documento che:

“Sulla base dell’impegno dell’azienda fino ad oggi, la FCA ritiene che l’azienda non sia in grado di essere efficacemente sorvegliata. Ciò è particolarmente preoccupante nel contesto dell’appartenenza dell’azienda a un gruppo globale che offre prodotti finanziari complessi e ad alto rischio, che rappresentano un rischio significativo per i consumatori”. 

Binance Markets Limited è parte del gruppo Binance. Prima di assumere questo nome, era nota come EddieUK, poi acquisita da Binance nel maggio 2020 con contestuale cambio di nome. 

Da maggio 2020 a giugno 2021, secondo la FCA, Binance Markets Limited non ha comunicato all’autorità inglese nessun business plan o strategia. Dal documento però risulta anche che Binance Markets Limited in realtà non fosse ancora operativa.

Sebbene nell’aggiornamento a quella comunicazione, la FCA dica che Binance ha rispettato tutti gli aspetti dei requisiti, aggiunge anche che:

“Questi requisiti rimangono in vigore e la BML non è ancora in grado di condurre attività regolamentate nel Regno Unito.”

Non è chiaro come l’exchange procederà adesso. Il CEO Changpeng Zhao si è solo limitato ad annunciare che Binance aveva adempiuto alle richieste della FCA e a dire in un altro paio di tweet che ora che i problemi sono stati risolti, si va avanti (senza peraltro specificare se si stesse riferendo a Binance UK). 

Binance e la regolamentazione 

Binance è finita sotto il mirino di diverse autorità. Non c’è solo la FCA inglese, anche la Consob italiana ha emesso un warning contro la vendita di derivati e di stock token da parte di Binance. A stretto giro, l’exchange ha sospeso ovunque la vendita degli stock token e ha sospeso anche la vendita dei derivati crypto in Germania, Paesi Bassi e Italia. 

Da questi provvedimenti, si capisce che Binance sta facendo il possibile per essere compliant con le regolamentazioni nazionali e internazionali.

Del resto, come ha spiegato Changpeng Zhao, l’exchange ha solo 4 anni di vita, e in questi 4 anni è cresciuto a dismisura, come è cresciuto a dismisura il settore delle criptovalute. Per questo sono stati compiuti “errori” a cui Binance sta ponendo rimedio interagendo con le varie autorità.

L’obiettivo di Binance, infatti, è diventare un istituto finanziario regolamentato. Affinché questo accada, l’exchange dovrà compiere ogni passo richiesto dalle autorità per essere perfettamente in linea con le normative.   

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.