Per Joe Biden la Fed farà da scudo all’inflazione
Per Joe Biden la Fed farà da scudo all’inflazione
News dal Mondo

Per Joe Biden la Fed farà da scudo all’inflazione

By George Michael Belardinelli - 21 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il Presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden questo mercoledì in un’intervista è entrato nel vivo del tema dei temi, l’inflazione. 

Joe Biden sull’inflazione 

Secondo quanto riportato infatti, la posizione di Biden è che la Fed farà da scudo all’inflazione che nonostante sia cresciuta enormemente nell’ultimo mese (7%) sarà una malattia che estingueremo presto. Biden ha una visione per l’America: sarà il motore del futuro del pianeta, una nazione che genererà posti di lavoro a ritmi record come mai nessuno stato aveva fatto fino ad ora. 

L’altra versione delle cose

Per Biden la crescita dei costi di beni e servizi presto cesserà per mano della banca centrale. Ttutto è dovuto all’avvento dello tsunami Coronavirus e di tutte le sue varianti. 

Non è della stessa opinione l’economista Peter Schiff che ritiene che la verità sia un altra e che il presidente non sia stato del tutto sincero. 

Secondo l’economista infatti la Fed può essere la spada che combatte l’inflazione ma il vero scudo sono i cittadini americani e le imprese di questa grande nazione che ogni giorno fanno i conti con il caro prezzi, aumenti di luce, acqua, gas, benzina, affitti e materie prime stanno mettendo in ginocchio il paese. Con dignità il popolo sta reagendo stringendo i denti, e ora questi sacrifici devono essere premiati con una stabilizzazione dei prezzi e questo sì, è pane per i denti della Fed. 

Schiff ha poi rincarato la dose dichiarando:

 “Il Presidente degli Stati Uniti d’America non è riuscito a stare al passo con il popolo americano sull’inflazione” 

E ancora:

 “È una tassa che paga la spesa pubblica. Se le persone vogliono meno inflazione, il governo deve spendere meno in modo che la Fed possa stampare meno”. 

Joe Biden inflazione
Gli USA sono alle prese con l’alta inflazione

Il caro prezzi e il report

A tal proposito anche Ryan Stephens autore del blog “Dialed in Men” ha affermato:

 “Gli ultimi 18 mesi sono stati un inferno. Tutti i prodotti di carta hanno subito un aumento del 55%” 

Ha poi aggiunto: 

“Una cassa di pancetta prima della pandemia era venduta a 75 dollari mentre ora a 187 dollari, una di pollo costava 35 dollari e ora ne costa 90 dollari mentr  35 libbre di olio per friggere sono passate da 20 dollari a 43 dollari.” 

Questo ha un enorme ricaduta sulle imprese statunitensi e il potere d’acquisto, ed è della stessa opinione il senatore Rand Paul R-Ky che ha recentemente avvalorato questa tesi con un rapporto che mette in luce come “la tassa nascosta” (l’inflazione) sarebbe solo destinata a peggiorare. 

Insomma Biden cerca di gettare acqua sul fuoco ma il fuoco c’è e forse non si placherà gettando più legna da ardere.

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.