Fidelity pronta a lanciare un ETF Bitcoin in Europa
Fidelity pronta a lanciare un ETF Bitcoin in Europa
Bitcoin

Fidelity pronta a lanciare un ETF Bitcoin in Europa

By Vincenzo Cacioppoli - 16 Feb 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Mentre negli Usa la Sec non vuole ancora dare il via libero a nessuno dei circa 20 ETF spot Bitcoin emessi da aziende che ne hanno fatto richiesta, Fidelity, fondo di investimento americano da 800 miliardi di asset gestiti, sembra pronto a lanciarne uno in Europa.

Un ETP quotato in Germania e in Svizzera 

L’offerta dell’ETP (Exchange Traded Product) sarebbe stata lanciata pochi giorni fa alla Deutsche Börse Xetra di Francoforte e dovrebbe iniziare a essere negoziata sulla SIX Swiss Exchange nelle prossime settimane.

Per il lancio del prodotto la compagnia ha previsto una commissione di soli 75 punti base, ponendolo come  l’ETP Bitcoin più economico fino ad oggi.

“Inizialmente stiamo fornendo agli investitori l’accesso alla criptovaluta più grande del mondo, Bitcoin, ma rivediamo costantemente la nostra gamma di prodotti e prenderemo in considerazione ulteriori prodotti e servizi, in base alla domanda dei clienti”,

ha commentato un portavoce di Fidelity International.

Niente ETF su Bitcoin spot negli USA

Questa decisione è la naturale conseguenza di due fatti: il primo è che negli USA ancora non si riesce a lanciare un ETF con sottostante il Bitcoin, per la nota avversione a questo strumento finanziario da parte del presidente della Sec, Gary Gensler. E il secondo è che proprio  secondo un recente sondaggio di Fidelity dello scorso anno circa il 90% degli investitori istituzionali interessati alle risorse digitali prevede di investire in qualche modo in esse, entro i prossimi cinque anni.

Fidelity ETF Bitcoin
Fidelity ha già ottenuto l’approvazione dei suoi ETF su Bitcoin in Canada

Gli ETF su Bitcoin di Fidelity

A dicembre, Fidelity ha anche lanciato un exchange-traded fund (ETF) spot basato su Bitcoin in Canada, che è stato il primo paese a lanciare un prodotto simile in bitcoin all’inizio del 2021

Ma Fidelity non ha certo abbandonato l’idea di poter finalmente fare approvare anche in Usa l’ETF spot bitcoin, presentato alla Sec a novembre scorso:

“Riaffermiamo la nostra convinzione nella prontezza del mercato per un prodotto scambiato in bitcoin fisico e non vediamo l’ora di continuare un dialogo costruttivo con la SEC”, 

ha aggiunto il portavoce della società 

Gli ETF in Ethereum e Bitcoin, che sarebbero attualmente un centinaio, avrebbero un valore complessivo di circa 9 miliardi di dollari.

Toby Sims di Fidelity International, sussidiaria di Boston, ha commentato a tal proposito che: 

“Bitcoin sta ora assumendo un ruolo precedentemente riservato agli asset alternativi, in particolare all’oro. L’offerta di Bitcoin è limitata, il che significa che può mantenere il suo valore anche se le banche centrali stampano infinitamente più denaro. È anche facile negoziare, non così facile come le valute stabilite, ma più facile dell’oro. In tempi di incertezza, questo è un vantaggio”.

Poi parlando del nuovo prodotto che sta per essere lanciato da Fidelity sul mercato europeo, il partner del fondo sembra non aver dubbi in merito, sia sui tempi giusti che sul suo probabile successo futuro, grazie  proprio al probabile arrivo sul mercato crypto dei grandi investitori istituzionali:

 “C’è un mercato là fuori che può vedere il fascino del bitcoin ma sostanzialmente ne ha paura. Alcuni investitori non vogliono entrare in uno scambio online liberamente regolamentato: vogliono un ETF piacevole e facile che faccia il duro lavoro per loro”

 

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.