Guerra Russia-Ucraina, sale il tasso di cambio rublo-dollaro
Guerra Russia-Ucraina, sale il tasso di cambio rublo-dollaro
News dal Mondo

Guerra Russia-Ucraina, sale il tasso di cambio rublo-dollaro

By Eleonora Spagnolo - 28 Feb 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Mentre si attendono gli effetti delle sanzioni internazionali contro Mosca, rea di aver avviato la guerra tra Russia e Ucraina, la Banca Centrale locale prende le prime contromisure. Tra queste l’aumento del tasso di cambio tra rublo e dollaro.

Fuga dal rublo: aumenta il tasso di cambio con il dollaro

Secondo quanto riporta il quotidiano locale Tass, venerdì scorso la Banca Centrale di Russia ha aumentato il tasso di cambio ufficiale del dollaro a 86,988 rubli. È aumentato anche il tasso di cambio dell’euro a 97,7688 rubli.

La scelta della Banca Centrale nasce per evitare la fuga dalla moneta locale che in questi giorni ha visto il suo valore precipitare sui mercati. Le sanzioni decise da Europa e Stati Uniti all’indomani dello scoppio della guerra tra Russia e Ucraina infatti hanno lo scopo di strozzare l’economia di Mosca e, a giudicare dalla reazione dei mercati, sarebbero sulla strada giusta.

Il rublo in queste ore sui mercati asiatici accusa un ulteriore calo del 30%. Anche per questo la Banca Centrale russa ha deciso che oggi aprirà le contrattazioni con tre ore di ritardo. Nel frattempo, a Mosca è partita la corsa ai bancomat alla ricerca non solo di rubli, ma anche di dollari USA. 

L’effetto delle sanzioni

A far scattare questo panico è stata “l’arma nucleare finanziaria”, ovvero l’esclusione di alcune banche russe dal sistema SWIFT, il circuito dei pagamenti internazionali. A questa dura sanzione si è aggiunta la scelta di Europa, Stati Uniti, Canada e Regno Unito di congelare le riserve valutarie della Banca Centrale Russa detenute all’estero. Secondo il quotidiano italiano Il Sole 24 Ore, tali riserve ammontano a 643 miliardi di dollari.   

Questa duplice azione ha il potere di esercitare pressione sul rublo, di svalutarlo e, in definitiva, di creare inflazione in Russia. 

Per questo è partita la corsa ai bancomat, per ritirare proprio dollari, e non rubli, segno che i più accorti hanno capito che la loro moneta si sta velocemente svalutando. 

Guerra Russia Ucraina
La guerra Russia-Ucraina ha fatto precipitare il valore del rublo

Guerra Russia-Ucraina, i negoziati e lo spettro del nucleare

Mentre l’Ucraina è in stato di assedio, il presidente russo Vladimir Putin ha agitato lo spettro della minaccia nucleare, quella vera, anche in risposta alle dure sanzioni che stanno colpendo il suo paese. In un annuncio ufficiale Putin ha dichiarato di aver messo in allerta il sistema di deterrenza nucleare dell’esercito russo. I maligni dicono che sia anche frustrato perché l’offensiva militare non starebbe andando secondo i piani, vista la resistenza del popolo ucraino. 

Oggi dovrebbero iniziare i negoziati tra le due forze in guerra. Il luogo scelto è all’altezza del fiume Pripyat, a due passi dalla centrale nucleare di Chernobyl, luogo che evoca fantasmi ma che era la valida alternativa alle trattative in territorio bielorusso.

Il “cessate il fuoco” si annuncia tutt’altro che scontato, ma come ha detto il presidente ucraino Zelensky, “proviamoci”. 

Restano da vedere le condizioni. Tutto il mondo guarda con ansia e trattiene il fiato per il timore di una guerra nucleare e di una crisi economica senza precedenti.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.