Cardano SPO: Help Pool [HELP]
Cardano SPO: Help Pool [HELP]
Interviste

Cardano SPO: Help Pool [HELP]

By Patryk Karter - 5 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano SPO è uno stake pool che è stato lanciato alla fine di febbraio per aiutare i rifugiati dall’Ucraina: Help Pool [HELP].

L’ospite della scorsa settimana era uno stake pool creato nel Regno Unito che contribuisce alla decentralizzazione della rete.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche

Cardano SPO, intervista con Help Pool [HELP]

Ciao, grazie per il tuo tempo. Dicci qualcosa di te, dove sei basato e qual è il tuo background?

Vi ringrazio per aver condiviso la vostra piattaforma con noi.

Il mio nome è Guzmán Etcheverry. Sono originario dell’Uruguay e negli ultimi 7 anni sono stato missionario nella Fazenda da Esperança. Una comunità terapeutica cristiana nata in Brasile nel 1983 e ora diffusa in 22 paesi del mondo con più di 150 case. Aiutiamo persone che hanno smarrito la loro direzione e che cercano aiuto. Viviamo insieme come una famiglia in “fattorie” che contano fino a 150 membri in Brasile e solo 5 in Belgio/Polonia. Ho aperto la nostra casa nel monastero di Santa Elisabetta d’Ungheria a Nysa in Polonia nel settembre del 2017.

In precedenza sono stato proprietario di un’azienda e manager per 15 anni, ma quella “corsa al successo” mi ha sopraffatto e alla fine mi ha abbattuto. Le cose sono andate male e questa comunità mi ha aiutato a superare il mio inferno personale e a ritrovare la vita. Ho deciso che volevo aiutare gli altri nella stessa maniera in cui uno sconosciuto ha aiutato me.

Come hai scoperto Cardano e cosa ti ha affascinato della sua visione?

Ho ripreso a investire nel 2018, ma era chiaro che non stavo cercando investimenti “senza cuore”. Volevo che le mie risorse fossero un contributo per un cambiamento positivo. Non immaginavo che sarei arrivato a questo punto.

Le crypto si sono presentate come una grande nuova opportunità. Ai miei occhi aveva, e ha ancora, il potenziale di un cambiamento di paradigma. Non è uno schema per fare soldi velocemente. Per me si tratta di sostenere una struttura futura, una migliore. A volte penso a quei muratori o architetti, “mecenati” e donatori, re e regine, che hanno aiutato a costruire le grandi cattedrali nell’Europa del XIV secolo. Tutti sapevano che non avrebbero visto un prodotto finito, erano progetti di 50-200 anni, ma lo facevano per qualcosa di più grande. Sì, la gloria di Dio, ma anche per le generazioni future. A volte mi sento come un piccolo muratore che mette una pietra angolare in una meravigliosa cattedrale.

Cardano costituisce l’80% del mio portfolio e non intendo muovermi. La filosofia della Community, e di Charles come individuo e uomo d’affari, è davvero affascinante. C’è una dicotomia nel mercato tra ciò che Cardano appare a me e ai detrattori. Mi piace la battaglia in salita. Mi piace che non sia solo un modo per fare soldi effimeri. Mi piace che il focus sia veramente sui problemi difficili. Mi piace il senso di famiglia.

Hai lanciato questo stake pool specificamente per aiutare i rifugiati dall’Ucraina, raccontaci di più su questa iniziativa.

Sono stato contattato da Paddy su Twitter che ha visto il mio tweet iniziale che pubblicava gli indirizzi del wallet per i fondi di soccorso. Mi ha chiesto se volevo avviare uno stake pool Cardano e che il 100% delle ricompense sarebbe andato a finanziare quel wallet. Non ho alcuna competenza tecnica, così mi ha detto “Ho i server, ho le conoscenze. Lo metterò in piedi per te”. Ed è così che è iniziato HELP. Paddy è anche il creatore di PoolPeek e, insieme a TradingWithPaul, Building on Cardano.

Il Pool genererà un reddito passivo e per un flusso costante di finanziamenti. L’idea è di toccare quei fondi solo quando si esauriscono i nostri fondi FIAT. Il tutto viene fatto in modo molto trasparente, quei fondi non devono essere toccati fino a quando non sono necessari. Se riusciamo a sostenere tutto il lavoro che viene fatto senza usarli, alla fine il tutto andrà a diversi enti di beneficenza collegati a Refugee Aid.

Quali sono i tuoi pensieri su questa invasione della Russia? Come si collocano le criptovalute e la tecnologia blockchain in questo contesto?

Riguardo l’invasione e il conflitto ho una posizione molto chiara, È UN MALE. Non mi importa davvero dei giochi geopolitici e delle mosse dietro le quinte. Il nostro unico obiettivo è aiutare le vere vittime della guerra, i rifugiati e le famiglie distrutte.

La Blockchain e le criptovalute hanno dimostrato al mondo che sono un’alternativa molto reale e praticabile ai finanziamenti e alle banche tradizionali. Noi, e molti altri, ne siamo la prova vivente.

Vi auguro buona fortuna! Qualche pensiero finale? Dove possono trovarti le persone?

Grazie ancora per averci concesso la vostra piattaforma. Tutti voi potete avere un grande impatto attraverso le donazioni al nostro indirizzo di wallet in $ADA e NFT che saranno messi all’asta ogni mese o giù di lì. Avremo la nostra prima asta di beneficenza sabato 5 marzo alle 18:00 UTC. Sarò lì insieme a The Hidden Order per mezzo dei Twitter Spaces. Spero di vedervi lì. Il nostro indirizzo del wallet $ADA:

addr1qyjyng4zlgqa76wpzq5ya05mlcnvgcx646c8vk8ddcelccjpp4c78fnq2qytul5ckvf4k0dvmlc2tc4cl505v4tvw6zqy4xfrr

Dio vi benedica!

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOHK.

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.