Block: il bitcoin wallet senza display e con impronta digitale fa discutere
Block: il bitcoin wallet senza display e con impronta digitale fa discutere
Bitcoin

Block: il bitcoin wallet senza display e con impronta digitale fa discutere

By Eleonora Spagnolo - 14 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Block ha diffuso nuovi aggiornamenti sul wallet hardware per Bitcoin che sta sviluppando: avrà un sensore per l’impronta digitale e non avrà il display. E questo non è piaciuto alla community. 

Block: le novità sul wallet Bitcoin

Come spiegato nel blog post dedicato, il wallet di Block sarà una combinazione di due elementi: un hardware wallet vero e proprio e un’app per interagire. In realtà, da quel che emerge la parte più importante sarà costituita dall’applicazione. La parte hardware servirà solo ad autorizzare le più importanti transazioni. È qui che entra in scena l’utilizzo dell’impronta digitale che andrebbe a sostituire PIN, seed phrase e altri metodi finora richiesti dagli hardware wallet. 

Il vantaggio sarà che l’hardware wallet diventerà inutilizzabile senza il proprietario effettivo. Anche il rischio di dimenticare PIN e seed phrase viene eliminato. Viene inoltre garantito che la “traccia” dell’impronta digitale non lascerà mai il wallet. Tradotto: non verrà condivisa altrove. E se questa impostazione non dovesse piacere, Block è al lavoro per sviluppare un’alternativa, ascoltando la community. 

Altra caratteristica del wallet è che non avrà un display. Questa scelta è giustificata dal fatto che sarà l’app il cuore del portafoglio e non il device in sé. 

Infine, avrà una porta di ricarica USB-C. 

Il post si conclude chiedendo alla community cosa ne pensa e i commenti non sono tardati ad arrivare. 

Block Bitcoin Wallet
Block sta sviluppando un hardware wallet

Il commento della community

Sotto il tweet di Max Guise, developer di Block, la community crypto si è scatenata, mostrando però un certo scetticismo. 

Questo il primo commento che appare:

Ci deve essere uno schermo dedicato per verificare le transazioni su un dispositivo sicuro. Per non parlare della vulnerabilità #DeepFingerPrint. 

Altri fanno notare che somiglia al wallet Yubikey, quindi non è una vera novità. 

E ancora:

Rimuovere lo schermo da un portafoglio hardware vanifica l’intero (!) punto di avere un portafoglio hardware.

Se non puoi verificare ciò che il dispositivo host sta inviando al tuo portafoglio hardware, non puoi verificare ciò che sta firmando.

Blocchi portafoglio hardware suona sempre più come un Dongle 2FA.

I commenti più critici riguardano però la scelta di utilizzare la propria impronta digitale. Perché, un’impronta digitale è un po’ come mettere un nome e un cognome. Insomma, il wallet non è anonimo né sicuro.  

La biometria (impronte digitali, il tuo viso, il tuo cancello, i tuoi occhi e l’iride, il tuo modo di parlare) sono nomi utente, non password. Tutti vi hanno accesso. Non sono segreti. Si possono copiare e riprodurre.

Spicca il commento di Darek Ross, tecnico informatico e validatore Bitcoin:

“Capisco il tentativo di rendere le cose più facili per l’adozione di massa. Mi piace l’impronta digitale per la facilità d’uso, ma questo comporta un compromesso sulla sicurezza. E se devo essere onesto, questo è più importante per me della facilità d’uso”. 

In pratica, la community non sembra entusiasta delle novità annunciate. Ad ogni modo, Block ha garantito che ascolterà l’opinione degli utenti. Sembra proprio che dovrà imprimere un serio cambiamento al progetto, perché così come annunciato difficilmente l’hardware wallet potrà farsi largo in un mercato dove già dominano Ledger e Trezor.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.