Cardano SPO: Antrix [ANTRX]
Cardano SPO: Antrix [ANTRX]
Interviste

Cardano SPO: Antrix [ANTRX]

By Patryk Karter - 19 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano SPO è uno stake pool gestito da una famiglia che utilizza una rete di dispositivi Raspberry Pi a bassa potenza: Antrix [ANTRX].

L’ospite della scorsa settimana era uno stake pool con l’obiettivo di impegnarsi meglio con la comunità Cardano e cercare di ottenere un punto d’appoggio sul percorso verso la libertà finanziaria.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche

Cardano SPO, intervista con Antrix [ANTRX]

Cardano SPO [ANTRX]
Cardano SPO [ANTRX] utilizza dispositivi Raspberry Pi a basso consumo

Ciao, grazie per il vostro tempo. Raccontateci qualcosa di voi, dove siete basati e quali sono i vostri background?

Siamo un pool a gestione familiare con sede nella comunità agricola di Sun Prairie, Wisconsin negli Stati Uniti. La mia casa è circondata da campi di mais e caseifici.  La nostra città è famosa per il festival del mais dolce che si tiene intorno alla seconda settimana di agosto. Ogni volta che accendo la mia stazione radio locale sento pubblicità di semi e fertilizzanti. 

Sono uno sviluppatore di software con oltre 25 anni di esperienza nel campo. Mia moglie è una microbiologa. I miei due figli studiano all’università. Entrambi stanno studiando per conseguire una laurea in economia aziendale. Sono un grande fan dei Green Bay Packers e le domeniche sono riservate alle partite di football durante la stagione. Mio figlio è appassionato di basket ed è un fan dei Milwaukee Bucks. Ha giocato sia a basket che a golf al liceo. 

Il nome del mio pool è Antrix, che è una parola hindi, e significa cielo o spazio.

Qual è il percorso che vi ha portato a Cardano e a diventare Stake Pool Operator (SPO)?

Mio figlio mi ha introdotto alle criptovalute qualche anno fa, ai tempi dell’hype di Doge. Comprai un po’ di Doge e questo mi fece iniziare con le criptovalute. All’inizio del 2021 facevo trading di crypto regolarmente e comprai Cardano e Algorand. Avevo anche pensato di entrare nel mining, ma non volevo fare un grande investimento iniziale perché le schede GPU erano ormai in via di esaurimento. Lo sono tuttora. 

Dopo aver fatto delle ricerche, iniziai il mio viaggio di mining estraendo una moneta chiamata DUINO. Queste sono monete che si possono estrarre con un Arduino e schede ESP. Iniziai a farlo nella prima parte del 2021 e a marzo 2022, sto ancora minando questa moneta. Verso la metà del 2021 guardai nel mio cassetto e vidi che avevo alcuni Raspberry Pi da un altro progetto e volevo vedere se potevo usarli per estrarre delle monete. 

Cominciai a dare un’occhiata alle monete PoS e mi ritrovai su Cardano. Dopo aver visitato la loro pagina di Stack Exchange, chiesi se potevo usare il mio Pi per il mining di Cardano. Per mia fortuna, una delle persone della Armada Alliance mi contattò e mi aiutò a iniziare il mio viaggio nel mining di Cardano.

Fate parte della Armada Alliance, di cosa si tratta? E sul tema dell’efficienza energetica, cosa pensi delle blockchain come quella di Bitcoin ed Ethereum che usano quantità impressionanti di elettricità?

Armada Alliance è un’alleanza di stake pool operator indipendenti che vogliono costruire una comunità sostenibile di stake pool decentralizzati, a basso costo ed efficienti dal punto di vista energetico sulla blockchain di Cardano. L’alleanza fornisce file zip per i nuovi operatori di stake pool che possono usarli per avviare un pool nel giro di un’ora. Tutto quello che bisogna fare è copiare il file zip su un SSD, collegarlo al Raspberry Pi e accenderlo. Il file zip è un file autonomo che contiene il sistema operativo e tutti i binari di Cardano. Tutto ciò che l’operatore del pool deve fare è aggiornare i file di ambiente, scegliere testnet o mainnet, aggiornare l’indirizzo IP, ecc. Prima di accettare nuovi operatori nell’alleanza, verifichiamo la loro configurazione. 

Le blockchain PoW come Bitcoin ed Ethereum hanno bisogno di una GPU dedicata e di un’enorme quantità di elettricità per alimentarle. Le GPU non sono disponibili e comprare le GPU dal mercato secondario è costosissimo. La spesa iniziale per la configurazione anche con una singola GPU può arrivare a migliaia di euro ed è necessario un setup con più GPU per rendere il mining redditizio, il che aumenta ancora il costo della configurazione iniziale. Il mio costo di configurazione era di circa 500 dollari. Per il mining di Bitcoin è necessario creare delle mining farm con più GPU e un sistema per raffreddarle. Generano enormi quantità di calore. Tutto questo uso di energia ha un effetto negativo sull’ambiente.

La DeFi su Cardano sta crescendo. Quali sono le vostre dApp preferite e come state interagendo con loro?

Non abbiamo avuto modo di sperimentare molto con nessun prodotto DeFi per il momento, dato che stiamo spendendo tutte le nostre energie e risorse per il successo del nostro pool.  Da quel poco che abbiamo giocherellato coi prodotti DeFi abbiamo apprezzato MinSwap fino ad ora. L’interfaccia utente è molto intuitiva e c’è un sacco di liquidità per diversi pool.

Fantastico! Qualche pensiero finale? Dove è possibile rimanere in contatto?

Siamo un xSPO [Ticker: ANTRX] con una saturazione molto bassa e stiamo cercando dei deleganti che possano aiutarci ad espandere il nostro pool. Attualmente non stiamo mintando alcun blocco, ma con il vostro aiuto speriamo che la nostra fortuna cambi rapidamente. Ricordatevi che nel lungo periodo il ROA si aggira intorno al 5%

Siamo su Twitter dove potete seguirci o inviarci un DM per qualsiasi domanda sul nostro pool. Potete anche leggere un blog post riguardo il nostro pool nel tweet pinnato nel nostro profilo Twitter.

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOHK.

 

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.