Attacco hacker da $600 milioni ad Axie Infinity
Attacco hacker da $600 milioni ad Axie Infinity
Gaming

Attacco hacker da $600 milioni ad Axie Infinity

By Vincenzo Cacioppoli - 30 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il clamoroso hack crittografico ha preso di mira una rete blockchain che supporta il popolare gamefi Axie Infinity. Gli hacker sono scappati con circa $625 milioni di Ethereum e USDC.

Hack multimilionario al gioco Axie Infinity 

Quello perpetrato nei giorni scorsi ai danni dell’ormai famosissimo gioco in Defi Axie infinity, può essere forse considerato uno dei più grandi furti crittografici della storia delle criptovalute, e sicuramente il maggiore di quelli operati contro la finanza decentralizzata.

Secondo quelle che sono le prime risultanze filtrate dalle indagini ancora in corso, il pirata informatico ha utilizzato chiavi private hackerate per falsificare prelievi dal Ronin Bridge, sottraendo 173.600 ETH e $25,5 milioni in USDC. 

Gli hackers hanno violato la sicurezza informatica della Ronin Network, la blockchain indipendente su Ethereum sviluppata autonomamente dagli editori del fortunatissimo e diffusissimo videogioco Anxie infinity.

AXS token
Simbolo di AXS, il token di Axie Infinity

Secondo un post pubblicato sul blog ufficiale di Ronin Network, l’attacco nello specifico avrebbe colpito i nodi di convalida della rete per Sky Mavis, gli editori di Axie Infinity e Axie DAO.

Le rassicurazioni di Axie Infinity

Nel lungo comunicato sul blog aziendale si legge:

“Il ponte Ronin è stato sfruttato per 173.600 Ethereum e 25,5M USDC. Il ponte Ronin e Katana Dex sono stati fermati. Stiamo lavorando con le forze dell’ordine, i crittografi forensi e i nostri investitori per assicurarci che tutti i fondi vengano recuperati o rimborsati. Tutti gli AXS, RON e SLP su Ronin sono al sicuro in questo momento.”

Il co-fondatore di Axie Infinity, Jeff Zirlin, si trovava ad una conferenza sugli NFT a Los Angeles. Mentre era sul palco Zirlin ha detto:

“Ci siamo resi conto che la rete Ronin è stata sfruttata per 173.000 Ethereum e circa $25 milioni in USDC.”

Con la speranza di chi ci crede davvero ha poi aggiunto:

“È uno dei più grandi hack della storia. Crediamo in un futuro di Internet che sia aperto e di proprietà degli utenti.”

Attacchi hacker passati

L’anno scorso, un gruppo anonimo di hacker è riuscito a rubare circa $600 milioni in criptovaluta da Poly Network, in quello che fu definito come il più grande furto della storia delle criptovalute. Dopo poco tempo più della metà della refurtiva fu restituita.

In tutto il 2021 secondo la società di analisi Chainalyisis, le truffe nel settore crypto avrebbero fruttato qualcosa come 14 miliardi di dollari. Questa crescita esponenziale, secondo gli esperti della società di analisi, sarebbe in gran parte dovuta proprio alla crescita delle piattaforme di finanza decentralizzata, i cui volumi sarebbero cresciuti del 912% rispetto all’anno precedente.

Chainalysis nel suo rapporto annuale Crypto Crime ha scritto:

“La DeFi è una delle aree più interessanti del più ampio ecosistema di criptovalute, che offre enormi opportunità sia agli imprenditori che agli utenti di criptovaluta.”

Nel dettaglio il furto di criptovaluta è aumentato del 516% rispetto a quanto registrato nel 2020, pari a circa $3,2 miliardi in criptovaluta. Di questo totale, il 72% dei fondi rubati è stato prelevato proprio dai protocolli DeFi.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.