Stati Uniti pronti per il dollaro digitale?
Stati Uniti pronti per il dollaro digitale?
News dal Mondo

Stati Uniti pronti per il dollaro digitale?

By Vincenzo Cacioppoli - 31 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Un gruppo di parlamentari USA ha presentato al Senato l’Electronic Currency and Secure Hardware (ECASH) Act. La legge istituirebbe l’Electronic Currency Innovation Program (ECIP) per supervisionare programmi pilota sulla fattibilità del lancio di una versione digitale del dollaro americano.

La sperimentazione del dollaro digitale

Lunedì scorso al Congresso è stato presentato un disegno di legge che avrebbe l’intento sostanziale di sostituire le caratteristiche del denaro contante in forma digitale. L’ECASH Act indirizzerebbe il governo degli Stati Uniti a sperimentare in altre parole l’emissione di dollari digitali, argomento che fino ad ora è sempre rimasto a livello di dibattito, come quello aperto a gennaio dalla Fed.

Nel documento pubblicato a gennaio ed intitolato “​​Money and Payments: The US Dollar in the Age of Digital Transformation”, la banca centrale americana aveva aperto un dibattito per capire quali potessero essere gli effetti a lungo  termine di un’eventuale adozione da parte degli USA di un dollaro digitale.

Il nuovo disegno di legge che porta la firma del deputato democratico del Massachusetts Stephen F. Lynch, presidente della Task Force sulla tecnologia finanziaria, farebbe fare quel passo in avanti verso un primo vero e proprio test sul campo di una prima versione di dollaro digitale.

In pratica, come ha anche spiegato Lynch stesso, indirizzerebbe il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti a condurre un programma pilota per una versione del dollaro digitale che funzioni proprio come i contanti.

Questa legislazione innovativa molto probabilmente, a detta degli esperti, contribuirebbe a promuovere una maggiore inclusione finanziaria, aumentando nello stesso tempo la sicurezza dei consumatori e la privacy dei dati e favorirebbe gli sforzi degli Stati Uniti per sviluppare e regolamentare le risorse digitali.

Lynch ha affermato che:

“Poiché le tecnologie di pagamento digitale e valuta continuano a espandersi rapidamente e con Russia, Cina e oltre 90 paesi in tutto il mondo già alla ricerca e al lancio di una qualche forma di valuta digitale della banca centrale, è assolutamente fondamentale che gli Stati Uniti rimangano un leader mondiale nello sviluppo e regolamentazione della valuta digitale e di altre risorse digitali.” 

dollaro digitale
USA: Cominceremo a lavorare sul dollaro digitale

Il disegno di legge 

Il disegno di legge segue anche le indicazioni impartite dall’ordine esecutivo emesso dal presidente Joe Biden a febbraio, che invitava, tra le altre cose, le istituzioni governative ad analizzare tutti gli effetti dell’eventuale adozione di un dollaro digitale. 

Gli Stati Uniti in buona sostanza non vogliono farsi trovare impreparati di fronte a quella che appare come una rivoluzione digitale imminente. Cina e Russia sono sicuramente partiti prima, proprio perchè forse sentono maggiormente l’esigenza di scrollarsi di dosso quanto prima l’eccessiva dipendenza del sistema finanziario tradizionale dal dollaro americano.

La deputata Ayanna Pressley, vicepresidente della sottocommissione per la protezione dei consumatori e le istituzioni finanziarie, ha affermato che:

“Il nostro attuale sistema finanziario è servito troppo spesso da barriera per le comunità nere, marroni e a basso reddito per costruire e sostenere la ricchezza. Garantire la giustizia economica significa promuovere soluzioni innovative che promuoveranno l’inclusione finanziaria e l’affidabilità, proteggendo al contempo la sicurezza e la privacy dei consumatori. Sono orgoglioso di co-sponsorizzare l’ECASH Act per garantire una forte protezione dei consumatori e migliorare l’accesso finanziario e l’equità”.

Il nuovo disegno di legge istituirebbe un programma pilota in due fasi guidato dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti per sviluppare ed emettere una versione digitale del dollaro USA che garantisca sicurezza e privacy per i consumatori, oltre che una maggiore inclusione finanziaria ed equità.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.