Procede spedito il progetto dello Yuan digitale
Procede spedito il progetto dello Yuan digitale
News dal Mondo

Procede spedito il progetto dello Yuan digitale

By Vincenzo Cacioppoli - 29 Apr 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il progetto di un nuovo Yuan digitale procede senza sosta, allargando i test ad altre città della Cina.

La CBDC cinese anche note come lo Yuan digitale

CBDC cina yuan
La Cina continua i test sullo Yuan digitale per non perdere il vantaggio guadagnato su Europa e Stati Uniti

Mentre la pandemia Covid19 costringe a nuove restrizioni il governo Cinese, a Shenzhen e in altre città continuano i test per un nuova valuta digitale di Stato.

Evidentemente la Cina, che è già molto avanti rispetto ad Europa e Stati Uniti per quanto riguarda le CBDC, non vuole perdere questo vantaggio competitivo ed essere pronto a diventare il primo stato ad avere una sua valuta digitale di Stato.

La People’s Bank of China (PBoC) è da oltre un anno in una fase assai avanzata di sviluppo del suo Yuan digitale, ufficialmente noto come e-CNY. Attualmente è alle prese con l’espansione delle prove CBDC in 12 città iniziate in occasione delle Olimpiadi invernali del 2022.

Secondo il miliardario investitore Ray Dalio, un nuovo Yuan digitale potrebbe addirittura competere con Bitcoin, diventando la valuta digitale di riferimento e ottenendo quello che sembra il principale obiettivo della Cina in questo progetto, liberarsi del preponderante peso del dollaro sui mercati finanziari mondiali.

Il professore di economia applicata digitale a Shanghai, Richard Turrin, durante una recente conferenza di presentazione del suo libro “Digital Currencies in Asia: Lessons for Europe”, ha detto:

“Stanno fornendo una tabella di marcia che tutti gli altri devono seguire, se non veniamo schiacciati dalle questioni politiche con la Cina e se rimaniamo aperti ad alcune delle innovazioni tecnologiche che escono dalla Cina che sono davvero spettacolari.”

Le fasi dei test

In questa nuova terza fase di sei lunghi test iniziati un anno e mezzo fa, sono state scelte un gruppo di regioni per provare e-CNY, tra le quali ci sono Tianjin, Chongqing e Guangzhou, nella provincia del Guangdong.

La People’s Bank of China, ha comunicato il 10 Aprile scorso l’elenco delle nuove regioni per i test. Tra di loro ci sono anche Fuzhou e Xiamen nella provincia del Fujian, e le sei città relative ai 19° Giochi asiatici che si terranno nella provincia di Zhejiang a settembre: Hangzhou, Ningbo, Wenzhou, Huzhou, Shaoxing e Jinhua.

Zheng Lei, vice capo di International New, Istituto cinese di ricerca economica, ha affermato che:

“È il momento perfetto per espandere le regioni di prova in modo ordinato, dal momento che le prove sul renminbi digitale hanno formato una serie di modelli applicativi replicabili in campi come vendita al dettaglio, ristorazione, cultura e turismo.”

Gli esperti prevedono che dopo queste fasi di test probabilmente si formerà un ciclo completo di emissione e circolazione del renminbi digitale “affinché possa essere ampiamente utilizzato”.

Entro la fine del 2021, circa 261 milioni di portafogli di Yuan digitali erano stati aperti da cittadini cinesi e le transazioni effettuate avevano totalizzato circa 87,57 miliardi di Yuan ($13,76 miliardi), secondo i dati pubblicati dalla PBOC.

Il governo del distretto di Futian nella provincia di Shenzhen ha annunciato che venerdì prossimo circa 15 milioni di Yuan (2,27 milioni di dollari) in RMB digitale saranno distribuiti ai residenti locali, secondo una notizia riportata dal giornale cinese Global Times.  

Sarà suddiviso in 130.000 pacchetti rossi e regalato tramite una lotteria. Gli utenti scelti potranno spendere la nuova valuta digitale in oltre 5000 negozi senza alcun limite di spesa.

Già ad ottobre del 2020 la banca centrale aveva donato, in uno dei primi test sulla valuta digitale nella città di Shenzhen, circa 10 milioni di Yuan ai residenti della città.

Secondo il giornale South China morning l’app per il wallet per lo yuan digitale sarebbe quella più scaricata in Cina negli ultimi mesi.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.