SEC rafforza la squadra controllo crypto
SEC rafforza la squadra controllo crypto
Criptovalute

SEC rafforza la squadra controllo crypto

By Vincenzo Cacioppoli - 5 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Critiche negli USA per la decisione del capo della SEC Gensler di rafforzare le misure contro il mercato crypto. 

La SEC odia le crypto

sec bitcoin ethereum litecoin
La SEC porta a 50 unità la squadra dedicata al mercato crypto

Pochi giorni fa, con un comunicato sul sito ufficiale, la SEC ha annunciato il rafforzamento della sua unità speciale per il controllo delle criptovalute. Nel comunicato si annuncia il ricorso a 20 posizioni aggiuntive all’unità responsabile della protezione degli investitori nei mercati delle criptovalute e dalle minacce informatiche. 

La nuova Crypto Assets and Cyber ​​Unit sarà così formata da 50 unità in totale, un numero di persone che qualcuno ritiene oggettivamente esagerato.

Il presidente della SEC Gary Gensler, ha affermato che:

“Gli Stati Uniti hanno i maggiori mercati dei capitali perché gli investitori hanno fiducia in loro e, man mano che più investitori accedono ai mercati delle criptovalute, è sempre più importante dedicare più risorse alla loro protezione.

La Division of Enforcement’s Crypto Assets and Cyber ​​Unit ha portato con successo dozzine di casi contro coloro che cercano di trarre vantaggio dagli investitori nei mercati delle criptovalute. Quasi raddoppiando le dimensioni di questa unità chiave, la SEC sarà meglio attrezzata per controllare le irregolarità nel settore delle criptovalute mercati continuando a identificare problemi di divulgazione e controllo in relazione alla sicurezza informatica.”

Dalla sua creazione nel 2017, sotto la presidente Bush, questa unità di controllo avrebbe già compiuto circa 80 operazioni per tutelare i risparmiatori contro il rischio di frodi attraverso piattaforme di criptovalute fraudolente o non registrate, con sequestri di un totale di oltre $2 miliardi.

Questa decisione ha provocato alcune critiche all’interno della stessa SEC e tra alcuni parlamentari statunitensi, che hanno criticato questa mossa del presidente Gary Gensler, che ha sempre avuto un atteggiamento molto critico verso il mondo delle criptovalute, che lui ritiene debbano essere al più presto regolamentate.

Le mosse strategiche della SEC

La commissione guidata da Gensler continua per esempio nella sua decisione di non voler dare il via all’approvazione di un primo ETF spot in Bitcoin negli USA, malgrado aver ottenuto decine di richieste da parte di operatori del settore. Uno di questi è Grayscale, che ha minacciato di adire le vie legali se la SEC non dovesse approvare al più presto il suo nuovo ETF.

La decisione della SEC sul rafforzamento dell’agenzia di controllo sulle criptovalute è stata criticata anche da una commissaria della stessa agenzia federale, Hester Pierce, che in un tweet ha detto:

“La SEC è un’agenzia di regolamentazione con una divisione esecutiva, non un’agenzia esecutiva.”

Il membro del Congresso Patrick McHenry, deputato repubblicano della Carolina del Nord e membro della commissione finanze del Congresso, ha twittato affermando che l’atteggiamento da parte del presidente della SEC Gary Gensler:

“Sta soffocando l’innovazione americana. Se gli Stati Uniti vogliono guidare l’implementazione della prossima generazione di tecnologia Internet, dobbiamo fornire regole chiare e ponderate per l’ecosistema delle risorse digitali.”

Un altro rappresentante del congresso americano, il repubblicano del Minnesota Tom Emmer si è invece chiesto polemicamente:

“Quanti dollari dei contribuenti vengono sprecati nella crociata personale di Gary Gensler contro l’industria delle criptovalute?” 

In un tweet ha anche ribadito l’importanza della libertà finanziaria, che secondo la sua opinione sarebbe messa in pericolo dal comportamento della SEC nei confronti del mercato delle crypto.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.