L’infrastruttura di pagamenti Primer accetta l’uso dei Bitcoin
L’infrastruttura di pagamenti Primer accetta l’uso dei Bitcoin
Bitcoin

L’infrastruttura di pagamenti Primer accetta l’uso dei Bitcoin

By George Michael Belardinelli - 18 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’infrastruttura per pagamenti Primer ha iniziato ad offrire la possibilità ai propri utenti di utilizzare Bitcoin per effettuare transazioni.

“Ultim’ora: il fornitore di infrastrutture di pagamenti Primer ora consente ai commercianti di tutto il mondo di accettare Bitcoin”. 

Primer implementa Bitcoin nella propria offerta dei servizi

bitcoin sistema pagamenti
Primer implementa il Bitcoin nella propria infrastruttura di pagamenti

La piattaforma Primer è un’infrastruttura di pagamenti presente in più di 30 stati in tutto il mondo. 

La società collabora con OpenNode per dare la possibilità di effettuare pagamenti veloci in Bitcoin.

OpenNode, grazie ad efficaci API, plug-in di e-commerce o pagine di pagamento, offre un ampio spettro di opzioni per effettuare pagamenti in Bitcoin veloci e sicuri.

La notizia nel solco di quanto espresso sopra è l’ennesimo piccolo passo dell’espansione di Bitcoin che ad oggi è visto tranquillamente come un’altra possibilità per effettuare pagamenti al pari delle valute fiat. 

L’espansione delle criptovalute non conosce limiti e ancora una volta ci troviamo a commentare l’allargamento di questi asset nella nostra vita. 

La normalizzazione in atto dei BTC, che vengono sempre più percepiti come friendly e di utilizzo comune anche per i più piccoli investitori o commercianti, ha subito un’importante accelerazione negli ultimi tre anni. 

La diffusione del Bitcoin nella vita comune

Dal 2009 ad oggi, anno della sua fondazione Bitcoin ne ha fatta di strada: da progetto avveniristico di Satoshi volto a garantire stabilità nel lungo periodo, inattaccabilità da agenti di manipolazione esterna e soprattutto strumento di pagamento destinato a superare le monete fiat (hacker, poteri manipolatori, ecc.), oggi è una realtà diffusa, conosciuta da tutti e nella quali i miliardi da tutto il mondo sono confluiti copiosamente. 

Si è rivelato uno strumento che può essere efficace contro l’inflazione, soprattutto grazie agli halving periodici, ed è più sicuro delle transazioni con monete tradizionali.

La crisi, e l’aumento dell’utilizzo di device con connessione ad Internet come pc, tablet e cellulari, oltre ad ottenere un aumento degli introiti in aziende che si occupano di tecnologia (vedi le big tech, Apple, Microsoft) ha visto l’espansione crescente di pagamenti in crypto. 

Anche con la guerra purtroppo scoppiata nell’est Europa, Bitcoin ha avuto un ruolo cruciale. Le donazioni sono arrivate copiose per gli ucraini che hanno potuto così far fronte alle spese per l’acquisto di derrate alimentari, vestiti e in generale beni di prima necessità. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.