Jack Dorsey: Block venderà macchine per il mining open source di Bitcoin
Jack Dorsey: Block venderà macchine per il mining open source di Bitcoin
Mining

Jack Dorsey: Block venderà macchine per il mining open source di Bitcoin

By Vincenzo Cacioppoli - 19 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

A gennaio l’ex CEO di Twitter, Jack Dorsey, che aveva abbandonato la guida del social network per dedicarsi anima e corpo alla sua nuova società di blockchain Block (ex Square), ha annunciato che la società stava lavorando ad un nuovo progetto per ASIC open source per il mining di bitcoin.

Il mining di Bitcoin open source della società Block di Jack Dorsey

block asic open source
Le nuove ASIC open source di Block permetteranno di minare il Bitcoin in maniera del tutto decentralizzata

Ora tutto sarebbe pronto per vendere le prime macchine per minare Bitcoin in maniera completamente decentralizzata.

Un ASIC (circuito integrato specifico dell’applicazione) è un microchip progettato su misura per un uso particolare.

In questo caso, Block si propone di costruire un ASIC appositamente creato per il mining di bitcoin.

Thomas Templeton, direttore hardware di Block, aveva scritto a gennaio: 

“Vogliamo rendere il mining più distribuito ed efficiente in ogni modo, dall’acquisto, alla configurazione, alla manutenzione, al mining. Siamo interessati perché il mining va ben oltre la creazione di nuovi Bitcoin. Lo vediamo come una necessità a lungo termine per un futuro completamente decentralizzato e senza autorizzazione”.

Mission e vision della società Block

ll nuovo sistema di Bitcoin mining di Block ha lo scopo di migliorare tre aspetti del mining: disponibilità, affidabilità e le prestazioni. 

L’obiettivo è di rendere le piattaforme minerarie più facili da trovare e acquistare, garantendo al contempo un’esperienza di consegna coerente. 

Dorsey in un tweet del 15 ottobre, quando fu lui a lanciare l’idea per la prima volta, aveva scritto che:

“Il mining deve essere più distribuito. Più è decentralizzato, più resiliente diventa la rete bitcoin”.

Secondo queste indiscrezioni, la società sarebbe ormai quasi pronta al lancio delle prime nuove macchine. Ma questa notizia deve comunque ancora essere confermata.

Il progetto di Block fin dall’inizio sembrava dovesse richiedere tempi ben più lunghi. È più probabile che si tratti di un primo test che possa dare conferme sulla bontà del processo di ricerca e sviluppo operato da Block in questi mesi.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.