Cardano SPO: CarPool [VROOM]
Cardano SPO: CarPool [VROOM]
Interviste

Cardano SPO: CarPool [VROOM]

By Patryk Karter - 21 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano SPO è uno stake pool che lavora per educare e far conoscere Cardano a persone della propria comunità locale e globale, per sostenere alcune organizzazioni non profit e per aiutare le piccole imprese a pianificare e strategizzare l’adozione della blockchain: CarPool [VROOM].

L’ospite della scorsa settimana è stato uno stake pool con l’obiettivo di educare e far sentire le persone sicure e protette durante lo staking, con l’obiettivo finale di donare il 30% di tutti i profitti in beneficenza.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Cardano SPO, intervista con CarPool [VROOM]

carpool
Cardano SPO [VROOM] è coinvolto in molti progetti di questo ecosistema

Ciao, grazie per il tuo tempo. Raccontaci qualcosa di te, dove risiedi e qual è il tuo background?

Mi chiamo Fletcher, attualmente risiedo nel Pacifico nord-occidentale degli Stati Uniti. Il mio approccio alla maggior parte delle cose della vita è un equilibrio tra ragione e intuizione. Mi piace contemplare misteri senza tempo, esplorare a fondo idee e concetti e apprezzare le conversazioni profonde. Ascoltare e cercare di capire le varie prospettive è importante per me. 

La mia vita professionale è un po’ multiforme, con oltre 17 anni di esperienza nel settore sanitario, tra cui un’esperienza clinica avanzata e la conoscenza dei sistemi e della gestione dei progetti.

Qual è il percorso che ti ha portato a Cardano e a diventare uno Stake Pool Operator (SPO)?

Come molti altri, avevo letto di Bitcoin nel 2010 e sentivo che si trattava di una cosa profondamente importante, ma all’epoca non avevo idea di come o cosa avrei potuto fare per farne parte. Qualche anno fa ero in macchina (carpooling) con alcuni operatori sanitari e una di loro ha parlato di criptovalute. 

Ha raccontato la sua esperienza personale di persona emigrata negli Stati Uniti e di come le criptovalute abbiano dato potere a lei e alla sua famiglia all’estero in molti modi altamente personali, dall’assistenza per le spese mediche di una persona cara alla possibilità di mandare a scuola lei e alcuni familiari. Quello è stato il mio momento di conversione e ho iniziato a consumare tutto ciò che potevo trovare riguardo le criptovalute. 

Con un background nel settore sanitario, la scoperta di Cardano è stata piuttosto rapida. Sono stato felice di trovare il rigore scientifico, la revisione paritaria e la tokenomics che mi sembrano sensati dal punto di vista della sostenibilità a lungo termine. Il sistema è equo e tratta ogni entità che partecipa con valore intrinseco, è altamente inclusivo e, dal mio punto di vista, ha un enorme potenziale di impatto sul comportamento umano e sul corso del nostro sviluppo come razza umana in modi rigenerativi

Volevo contribuire di più e uno dei modi che mi sembrava più sensato all’epoca era quello di iniziare a gestire CarPool. Il nome deriva da quel momento forte in cui avevo fatto carpooling con i miei colleghi. Il termine incarna il mio sentimento: siamo nella stessa barca e voglio incontrare altri amici lungo la strada. 

Dato il tuo background nel settore sanitario, puoi condividere le tue idee sull’integrazione della tecnologia blockchain nella medicina? Quali vantaggi apporterebbe?

L’integrazione della tecnologia blockchain nella sanità ha un potenziale straordinario. Come molti sapranno, non è un’idea nuova per l’assistenza sanitaria. Quando ho fatto le prime ricerche, circa 2 anni fa, sono rimasto davvero sorpreso: il settore sanitario aveva iniziato a esplorare la tecnologia e i suoi casi d’uso molti anni fa. Il settore sanitario si sta allontanando dall’assistenza a pagamento per passare progressivamente a un approccio all’assistenza basato sul valore. Una delle strategie principali per raggiungere questo obiettivo è un maggiore investimento nell’infrastruttura digitale. 

La blockchain può contribuire a ridurre i costi, a rendere più efficienti molti processi, a migliorare l’esperienza del paziente, soprattutto nel trasferimento delle cure da una o più discipline o fornitori di assistenza, e a proteggere meglio i dati dei pazienti. Un aspetto che mi entusiasma particolarmente è la possibilità per le persone di monetizzare i propri dati sanitari nella ricerca utilizzando la blockchain e le criptovalute

Alcune forme di crittografia, come le prove di conoscenza zero (zero knowledge proof), sono un esempio di come le persone possano mettere a disposizione di un’azienda di ricerca i propri dati sanitari in maniera selettiva, mantenendo l’anonimato e la privacy. L’accesso a dati biometrici sanitari diffusi e in tempo reale potrebbe far progredire rapidamente settori delle scienze sanitarie.  

I progressi sono lenti, ma mi rendo conto che si tratta di un’impresa enorme e che richiederà uno sforzo collettivo. La maggior parte dello sviluppo che vedo attualmente riguarda blockchain private con permessi (permissioned). Capisco le giustificazioni di questo approccio e di questo progetto. Credo che Hydra, la soluzione di scaling di livello 2 per Cardano, aprirà nuove porte al settore per iniziare a fare progressi sostanziali. Ovviamente sono di parte. 

Come spiegheresti Project Catalyst alle persone al di fuori dell’ecosistema Cardano? E su che tipo di proposte hai lavorato?

Gran parte della terminologia delle criptovalute è nuova per le persone al di fuori dell’ecosistema Cardano, quindi di solito mi piace fare prima delle domande per avere un’idea di un modo utile di mettere in relazione le idee. Ho descritto Catalyst alle persone al di fuori dell’ecosistema Cardano come un programma di sovvenzioni. Le decisioni di finanziare o meno una proposta di sovvenzione sono prese dalla comunità invece che da un consiglio di amministrazione o da un comitato eletto, ecc.  

Si tratta di una tesoreria di proprietà della community e governata dalla stessa, che finanzia lo sviluppo e la crescita dell’ecosistema. Catalyst si muove progressivamente attraverso fasi sperimentali che favoriscono l’innovazione, aiutando al contempo a sviluppare e migliorare la governance decentralizzata e/o i sistemi di voto.

Di recente ho partecipato al mio primo ciclo Catalyst con il Fund 8. Ho presentato la proposta CarPool Education & Onboarding System. Lavorando con un piccolo team, stiamo costruendo una piattaforma di apprendimento interattivo dal vivo progettata per raggiungere persone nuove e inesperte che sono al di fuori dello spazio delle criptovalute. 

Abbiamo ideato un programma di studio che guida le persone a comprendere a fondo la tecnologia e le sue implicazioni, a gestire le aspettative e a enfatizzare la sicurezza. La piattaforma di apprendimento prevede incentivi per la partecipazione e porta nuove persone ben informate nell’ecosistema e nello spazio.

La proposta ha ricevuto un sostegno straordinario da parte della community. C’erano molte proposte straordinarie nella nostra stessa categoria. Purtroppo non c’erano fondi sufficienti per finanziare la nostra proposta in questo round. Nonostante questo, per me ha significato molto aver ricevuto l’approvazione della community se ci fossero stati fondi sufficienti. La nostra tempistica potrebbe rallentare un po’ e la data di inizio prevista potrebbe slittare, ma stiamo ancora facendo progressi e siamo davvero entusiasti

Fantastico! Hai qualcosa da aggiungere? Dove è possibile contattarti?

La nostra pagina web sarà un ottimo modo per trovare accesso alla piattaforma di apprendimento, vedere il nostro lavoro con le organizzazioni non profit e altri partner della community. Condividerò il nostro link con la precisazione che al momento della stesura di questo articolo è in fase di sviluppo, per cui è meglio metterlo tra i preferiti per tornare a visitarlo. Il sito web si trova qui.

Al momento, il modo principale per rimanere informati sugli sviluppi e gli aggiornamenti di CarPool è quello di seguirci su Twitter e di contattarci se avete domande o volete chiacchierare. Grazie.

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOG.

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.