Gafisa: il colosso brasiliano del real estate accetterà Bitcoin
Gafisa: il colosso brasiliano del real estate accetterà Bitcoin
Bitcoin

Gafisa: il colosso brasiliano del real estate accetterà Bitcoin

By Vincenzo Cacioppoli - 27 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Gafisa, in collaborazione con il provider di gateway di criptovalute Foxbit, ha abilitato Bitcoin come metodo di pagamento per l’acquisto di immobili.

Gafisa inserisce il Bitcoin come mezzo di pagamento per gli immobili in Brasile

Gafisa, colosso immobiliare brasiliano da 190 milioni di dollari di fatturato e 4500 dipendenti, quarta società immobiliare più grande del paese, ha annunciato nei giorni scorsi che accetterà Bitcoin come forma di pagamento per i suoi immobili. È stato lo stesso CEO della società a darne l’annuncio:

“Bitcoin è la più grande criptovaluta per valore di mercato e, tecnologicamente, la valuta più zavorra della storia”, ha affermato Guilherme Benevides, CEO di Gafisa su twitter tre giorni fa.“È una valuta che sta diventando sempre più popolare, ampliando anche le possibilità del suo utilizzo”.

D’altra parte il Brasile è uno dei dei Paesi in cui maggiormente si sta diffondendo l’adozione delle criptovalute. Secondo il sito Triple A nel 2021 circa il 5% della popolazione sarebbe già in possesso di criptovalute

Secondo un report del 2021 della società blockchain Gemini, Indonesia e Brasile sono stati i due paesi leader al mondo in quanto ad adozione di criptovalute lo scorso anno. 

Il 41% delle persone intervistate ha affermato di essere in possesso di Bitcoin, contro il 20% negli USA e il 18% nel Regno Unito.

Bitcoin crypto real estate
Il real estate del Brasile abbraccia le crypto grazie a Gafisa

Gafisa accede al mondo delle criptovalute

Gafisa utilizzerà come provider per i suoi pagamenti in criptovalute Foxbit, con sede a San Paolo, uno dei maggiori exchange di criptovalute di tutto il Sud America.

Guilherme Benevides ha concluso dicendo che: 

“Non c’è modo di condurre affari senza abbracciare la crittografia come metodo di pagamento perché, oltre a offrire un’opzione di pagamento aggiuntiva per l’acquirente… l’utilizzo della valuta promuove il meglio per i nostri clienti”.

Nell’ambito del progetto, la società ha comunicato che per ora accetterà Bitcoin, Ethereum, Cardano, Solana e XRP. 

Il Brasile da poco ha introdotto un codice di autoregolamentazione per le criptovalute, oltre ad offrire ETF sul valore spot del Bitcoin dallo scorso anno.

Gafisa è la quarta società di sviluppo immobiliare del Paese e in continua ascesa. È quotata alla Borsa di San Paolo, e il balera delle sue azioni sono quasi raddoppiate di prezzo da quando la società ha annunciato per la prima volta che stava accettando le criptovalute.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.