USDD sta perdendo il peg con il dollaro?
USDD sta perdendo il peg con il dollaro?
Stable Coin

USDD sta perdendo il peg con il dollaro?

By Marco Cavicchioli - 13 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Durante questa giornata molto difficile per i mercati crypto, USDD sta rischiando di perdere il peg con il dollaro. 

Minimo storico per USDD

USDD è la stablecoin algoritmica dell’ecosistema Tron, ancorata al valore del dollaro americano. Oggi il suo valore ha toccato il minimo storico a quota 0,977$. 

Si tratta di un valore del 2,3% inferiore rispetto a quello di riferimento, e questo in teoria potrebbe anche bastare per far perdere l’aggancio al dollaro. 

Tuttavia un’ora dopo era già tornato sopra gli 0,99$, anche se pare non riesca ancora a tornare proprio ad 1$

Sicuramente essere tornata sopra gli 0,99$ in così poco tempo potrebbe sembrare un buon segno, ma dopo quello che è accaduto il mese scorso a UST un po’ di preoccupazione c’è. 

Anche UST era una stablecoin algoritmica agganciata al dollaro, ma è letteralmente implosa perchè non aveva sufficienti riserve. Queste erano costituite in gran parte da token della criptovalute Luna, letteralmente implosa, ed in Bitcoin. 

Invece Tron DAO ha deciso di integrare nelle riserve di USDD 700 milioni di dollari in USDC, ovvero un’altra stablecoin non algoritmica ma completamente collateralizzata, e questa mossa ha tranquillizzato momentaneamente i mercati. 

Infatti USDD capitalizza proprio un po’ più di 700 milioni di dollari, quindi con questa mossa ora risulta essere quasi completamente coperto da riserve. 

Il crollo di UST 

 

 

Da notare però che anche il crollo di UST avvenne in due momenti. Dopo il primo calo ci fu un recupero, anche se non totale, mentre fu il secondo forte calo ad innescare il crollo. 

Però nel momento in cui ci sono 700 milioni di dollari in USDC a supporto di USDD sembra proprio che un eventuale crollo risulti scongiurato. Resta da vedere se nelle prossime ore, o nei prossimi giorni, ci fossero novità a riguardo. 

USDC a sua volta è una stablecoin emessa da Circle, in collaborazione con Coinbase, e garantita da riserve per il 100% del valore del suo circolante. Inoltre Circle è una società registrata e regolamentata negli USA, quindi in genere ritenuta affidabile. 

La mossa di Tron DAO sembra comunque suggerire in modo piuttosto esplicito che le stablecoin algoritmiche sono davvero ad alto rischio. Ne esiste però una, DAI, che sembra reggere molto bene anche le difficoltà di questo 2022. È la più antica che c’è, tra quelle principali, ed è basata su Ethereum. La sua forza sta nell’essere sopra collateralizzata. 

A questo punto per evitare il tracollo USDD potrebbe continuare a rimanere quasi completamente collateralizzata in USDC per un po’ di tempo, e forse provare a tornare una stablecoin algoritmica quando le acque si saranno calmate. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.