La Gen Z sarà la più ricca di sempre secondo una ricerca di Rave Reviews
La Gen Z sarà la più ricca di sempre secondo una ricerca di Rave Reviews
News dal Mondo

La Gen Z sarà la più ricca di sempre secondo una ricerca di Rave Reviews

By George Michael Belardinelli - 15 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

I ragazzi nati tra il 1995 e il 2010 saranno la generazione più ricca mai esistita. Entro il 2031 la Gen Z supererà i guadagni dei Millenials e negli anni successivi quintuplicherà la cifra.

Le abitudini di acquisto della Gen Z analizzate da Rave Reviews

brand values gen z
Il grafico mette in risalto i valori e gli ideali seguiti dalla Gen Z

Rave Reviews è uscita con un’infografica in cui analizza lo spettro delle tendenze e della conformazione della cosiddetta generazione Z (ovvero i giovani nati tra il 1995 e il 2010) con un focus particolare su come e dove spende i propri introiti.

Il primo dato che colpisce è che non solo questa generazione supererà quella precedente in ricchezza assoluta entro il 2031, ma che già oggi ha un potere di spesa di 143 miliardi di dollari l’anno e che influenza la propria famiglia per ulteriori 127 miliardi di dollari di spesa annua. 

L’aggancio tra il potere d’acquisto dell’una e dell’altra generazione avverrà per il 2031 se il ritmo attuale di crescita di income della generazione Z verrà confermato. Ciò vuol dire che in 8 anni i nati tra il 1995 e il 2010 quintuplicheranno le entrate. 

Fin qui si sono visti risultati enormi ottenuti da questa generazione, ma come è strutturata e quali sono le caratteristiche di questo spaccato di società? 

Il 40% delle società americane è composta da questa straordinaria generazione e questo la dice lunga sullo stato di salute degli USA che per il futuro sembrano poter stare tranquilli. 

La Gen Z è uno spaccato molto cosmopolita. Basti pensare che il 48% di essa non è bianca e il 22% ha almeno un genitore immigrato, contro il 14% della generazione precedente. 

La diversificazione non riguarda solo le provenienze etniche, ma tocca anche la cultura e i gusti personali. 

Questa è la generazione con il più alto livello di formazione e anche quella con il più alto dato di autoformazione. 

A questo primato si aggiunge quello di essere una generazione molto aperta in cui la comunità LGBT+ rappresenta un quinto del totale e il 35% di essa preferisce i pronomi neutri a quelli di genere. 

La generazione che lotta per l’etica e per il politically correct

L’apertura verso l’altro e la diversificazione, se sommate alla propensione al risparmio delle materie prime, alla volontà forte di un mondo più green ed etico, la rendono una generazione modello da un punto di vista umano. 

I social più inflazionati lasciano il passo ad altre piattaforme ed è così che tra quelle preferite da questi utenti troviamo Fortnite, Twitch, Roblox, TikTok, Instagram e YouTube, ma anche Snapchat e Discord. 

Queste piattaforme sono state aiutate negli ultimi anni dagli artisti più quotati da questa generazione e ciò ha contribuito alla loro popolarità, insieme al fatto che usano un linguaggio più smart e veloce rispetto al superato Facebook ad esempio. 

Tra i brand più apprezzati troviamo quelli con una vision più gender free, volti al risparmio e a un minor impatto sull’ambiente. 

I giovani si dicono disposti anche a pagare un 20% in più o fino al doppio in certi casi pur di comprare qualcosa che abbia la loro stessa vision.

Tra i brand preferiti troviamo Nike, Walmart, Oreo mentre il podio dell’intrattenimento è composto da Google, Netflix e YouTube. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.