Horizon Worlds inizia ad espandersi
Horizon Worlds inizia ad espandersi
Gaming

Horizon Worlds inizia ad espandersi

By Vincenzo Cacioppoli - 15 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Nuove funzionalità e un’estensione ai cittadini britannici per Horizon Worlds, il metaverso di Meta, che comincia a prendere sempre più consistenza.

Le nuove feature di Horizon Worlds

horizon worlds update
Continua l’espansione di Horizon Worlds

Meta ha annunciato nei giorni scorsi una nuova funzionalità legata alle impostazioni della voce per i suoi utenti di Horizon Worlds, il mondo virtuale nel metaverso. 

Lanciata nelle prossime settimane, la funzione consente agli utenti del metaverso dell’ex facebook, di scegliere come ascoltare le persone che non sono nella loro lista di amici, inclusa l’opzione per disattivare completamente le conversazioni indesiderate.

Meta avrebbe creato questa funzione per offrire ai propri utenti un’ulteriore sicurezza e un maggior conforto in quello che ancora appare a molti come una grande misteriosa novità. Come hanno spiegato i tecnici di Facebook, quando la modalità vocale è attivata, le persone che non sono nella propria lista di amici o nel proprio gruppo virtuale vedranno un’icona che indica che un utente ha la possibilità di mutarli.

Su un post del blog aziendale si legge:

“quindi non si sentiranno come se li stessi ignorando”.

Per non alterare temporaneamente il discorso di qualcuno senza doverlo aggiungere come nuovo amico, avvicina semplicemente il controller all’orecchio.

La funzione “confine personale” di Meta

A marzo di quest’anno, Meta ha introdotto un’altra funzione chiamata “confine personale”, che mira sempre ad accrescere la privacy e la sicurezza del mondo virtuale e dei suoi utenti. Questa funzione permette una sorta di distanziamento tra utenti sconosciuti, per evitare spiacevoli episodi, che già avevano avuto luogo in passato, anche nel metaverso.

L’opzione, è attiva anch’essa per impostazione predefinita per coloro che sono considerati “estranei”. Questa era stata la conseguenza della denuncia di una utente (avatar) di aver subito un palpeggiamento da uno sconosciuto e quella di una seconda che, invece, sosteneva di aver subito uno stupro di gruppo.

Ad aprile scorso la società di Zuckerberg ha annunciato che stava testando nuovi strumenti per permettere ai propri utenti di Horizon Worlds di monetizzare la loro presenza nel mondo virtuale, vendendo beni o servizi virtuali alla comunità che frequenta lo spazio virtuale.

Inoltre, a partire dalla prossima settimana si allarga il campo dei possibili partecipanti ad Horizon Worlds. Dopo aver lanciato il servizio a dicembre per USA e Canada, infatti, ora sarà disponibile anche per gli utenti britannici e probabilmente dopo l’estate per tutti i cittadini europei.

In una dichiarazione sul blog aziendale si legge:

“Fin dall’inizio, abbiamo immaginato Horizon Worlds come un ambiente VR adatto ai creatori con strumenti di creazione di mondi sociali di alto livello. E sviluppando quegli strumenti e ascoltando e incorporando il feedback dei creatori, questo è proprio quello che è. Ma lavoriamo sempre per renderlo ancora migliore. Ad esempio, il mese scorso abbiamo lanciato la nostra prima raccolta di risorse, una raccolta di elementi predefiniti che i creatori possono utilizzare ogni volta che vogliono. Inoltre, abbiamo anche impegnato $ 10 milioni di dollari per aiutare i creatori a far decollare i loro mondi”. 

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.