banner
FTX: secondo Sam Bankman-Fried molti exchange crypto sono insolventi
FTX: secondo Sam Bankman-Fried molti exchange crypto sono insolventi
Criptovalute

FTX: secondo Sam Bankman-Fried molti exchange crypto sono insolventi

By Amelia Tomasicchio - 29 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

In una recente intervista condotta da Forbes, il CEO di FTX, Sam Bankman-Fried, una delle persone più ricche del mondo crypto con un patrimonio di ben 20.5 miliardi di dollari, ha spiegato che secondo lui molti exchange sono insolventi anche se lo nascondono.

E ovviamente Fried ne parla con cognizione di causa. Si, perché la sua piattaforma FTX e anche l’azienda di trading di sua proprietà, Alameda, forniscono una linea di credito da ben 750 milioni di dollari.

Ovviamente non ci sono garanzie che le sue aziende recuperino i suoi investimenti, ma Bankman Fried spiega:

“Siamo disposti a fare un pessimo affare qui, se è quello che serve per stabilizzare le cose e proteggere i clienti”.

Per questo motivo, Friend ha spiegato:

“Ci sono diversi exchange tier 3 che sono già segretamente insolventi”.

Non si parla certo di grandi exchange tier 1 come possono essere Coinbase, Binance o Kraken, ma di piattaforme di secondaria importanza. Esistono nel mondo, infatti, centinaia e centinaia di crypto exchange. Forbes, nel suo articolo, ne cita oltre 600, e spesso anche poco regolati.

exchange insolvenza
Sam Bankman-Fried, CEO di FTX, afferma che la maggior parte degli exchange crypto sono a rischio insolvenza

Tanti exchange falliti e hackerati

Sin dagli inizi del mondo crypto, sono state decine e decine le piattaforme di trading fallite, ad esempio a causa di importanti hack.

Parliamo ovviamente di Mt Gox, che era fallito nel 2014 dopo aver “perso” 850.000 BTC. Nel 2019 poi era stato hackerato il giapponese Liquid a cui erano stati rubati oltre 100 BTC. 

Gli esempi da citare purtroppo sono tanti, come anche DragonEx, che perse  oltre 5 milioni di dollari.

FTX in profitto da 30 mesi

Ovviamente, Bankman-Fried spiega a Forbes che la sua piattaforma FTX è in profitto e lo è da ben 10 trimestri, mentre il rivale Coinbase sta perdendo ben $432 million e COIN, le sue azioni, stanno perdendo quota, tanto che Goldman Sachs di recente le ha messe in target di vendita.

Sempre Coinbase, tra l’altro, sta per licenziare oltre 1100 persone e chiuderà la piattaforma Pro per i trader professionisti.

FTX parla anche di Tether

Oltre a parlare di crypto exchange insolventi, durante l’intervista Bankman Fried parla anche di Tether, la stablecoin che vale oltre 60 miliardi di dollari.

Il CEO di FTX ha un’opinione positiva su USDT e soprattutto spiega che non ci sono motivi per screditarla:

“Penso che le opinioni davvero ribassiste su Tether siano sbagliate… non credo che ci siano prove a sostegno”.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.