Dogecoin: aumento del 380% dei trader grazie a Elon Musk
Dogecoin: aumento del 380% dei trader grazie a Elon Musk
Altcoin

Dogecoin: aumento del 380% dei trader grazie a Elon Musk

By Stefania Stimolo - 29 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Su una piattaforma di Capital.com pare che il numero dei trader al dettaglio di Dogecoin (DOGE) siano aumentati del 380% in un giorno, grazie all’intervento di Elon Musk. Non solo, il CEO di Tesla, ha anche annunciato che la società ha venduto il 75% della sua scorta di Bitcoin (BTC), ma non un centesimo di DOGE, detenendo al momento della scrittura 222 milioni di dollari in crypto. 

Dogecoin (DOGE): Elon Musk ha provocato l’aumento del 380% dei trader in un giorno

elon musk dogecoin
Elon Musk pompa il prezzo di Dogecoin (DOGE)

Secondo quanto riportato, pare che un report di analisi dei dati di trading della Capital.com, abbia rilevato che grazie all’intervento del famigerato Elon Musk, in quel giorno il numero dei trader al dettaglio di Dogecoin (DOGE), sia aumentato del 380%. 

Nello specifico, il report pare che cita quanto segue:

“Data la natura del settore delle memecoin, non sorprende che l’intervento di Musk abbia determinato un aumento del +383% dei trader di memecoin sulla piattaforma di gruppo di Capital.com quel giorno”.

Il giorno in questione sarebbe proprio quello in cui Elon Musk avrebbe annunciato il suo piano da 43 miliardi di dollari per l’acquisto di Twitter Inc. 

Dunque, in un’analisi della tendenza dei trader al dettaglio nel secondo trimestre di Capital.com, pare che DOGE e SHIB siano rimasti popolari, nonostante il lungo “inverno crypto”. 

E infatti, il report afferma che dal 7 maggio i trader della piattaforma hanno mantenuto la loro esposizione relativa a SHIB e DOGE, diminuendo in generale la loro esposizione sulla piattaforma per Bitcoin (BTC). 

Tesla ha venduto BTC e non DOGE 

Un altro dato non indifferente che conferma l’amore tra Elon Musk e Dogecoin (DOGE), è la scelta di vendere parte della riserva di Bitcoin (BTC) di Tesla e neanche un centesimo di DOGE, arrivando oggi a detenere un totale di 222 milioni di dollari in criptovalute.

In pratica, la scorsa settimana, il CEO di Tesla ha annunciato che la società ha dovuto vendere il 75% della sua scorta di Bitcoin (BTC), l’equivalente di 936 milioni di dollari, per fare cassa, senza, però, smobilizzare DOGE.

Non solo, in una precedente intervista, Musk aveva dichiarato che inizialmente era entrato in Dogecoin grazie ai dipendenti di SpaceX e Tesla e che, da quel momento, i suoi tweet sono diventati di supporto per la memecoin. 

Il nuovo aggiornamento

Così mentre l’uomo più ricco del mondo svela il suo innato supporto verso la memecoin per eccellenza, il prezzo di DOGE ha subito un’oscillazione degli ultimi giorni, passando da 0,065$ a 0,072$ e tornare al momento della scrittura a 0,067$.

Non solo, di recente il progetto di Billy Markus ha anche annunciato il lancio della sua ultima versione del software di Dogecoin Core: l’aggiornamento 1.14.6. 

Il nuovo aggiornamento riguarda la sicurezza, con la rimozione del sistema di avviso e la disabilitazione dell’elaborazione dei messaggi di avviso che comportano più efficienza della rete. 

Anche in questo caso, Musk non ha perso tempo ad intervenire per sottolineare il nuovo status di DOGE con un suo tweet di apprezzamento.

“aggiornamenti!”

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.