Trading: analisi tecnica del prezzo di Bitcoin ed Ethereum
Trading: analisi tecnica del prezzo di Bitcoin ed Ethereum
Trading

Trading: analisi tecnica del prezzo di Bitcoin ed Ethereum

By Federico Izzi - 9 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’articolo commenterà nel dettaglio l’analisi tecnica del prezzo di Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH).

Il contesto macroeconomico in Europa

Ieri la Banca Centrale Europea ha messo a segno un altro corposo rialzo dei tassi di interesse, aumentando di 75 punti base dopo quello di 50 punti base di luglio.

In pratica, il tasso sulle principali operazioni di finanziamento sale dallo 0,50% all’1,25%.

In termini più semplici significa che l’istituto con sede a Francoforte da oggi presta i soldi all’ingrosso agli istituti finanziari all’1,25%. Di conseguenza, il costo del denaro è aumentato, cosa che disincentiverà il livello di domanda dei consumatori. 

Se, invece al contrario, sei una banca e lasci i soldi sul conto corrente della BCE ottieni lo 0.75% di interessi all’anno.

L’istituto finanziario europeo che controlla la politica monetaria dei 19 Paesi dell’Unione Europea si allinea alle decisioni sulle strette già messa in campo dalla Federal Reserve, che dallo scorso marzo ha messo in atto una serie consecutiva di rialzi, fissando al momento il saggio di riferimento tra il 2,.25% e il 2,5% per i cittadini americani.

Dal comunicato pubblicato dalla BCE si fa intendere che a fronte di un’inflazione già “troppo alta” è molto probabile che saranno prese decisioni per ulteriori rialzi dei tassi già nelle prossime riunioni dell’anno.

Diventa così più incerta e complicata la situazione economica per i cittadini europei che già stretti nella morsa di un’inflazione ai massimi storici, l’aumento delle materie prime, in particolare quelle energetiche, e Governi che tentano di trovare modalità per aiutare le famiglie e imprese in difficoltà, dall’altra dovranno fronteggiare un aumento dei mutui a tasso variabile e una riduzione della liquidità voluta dalla Banca Centrale per evitare la salita dei prezzi.   

Si rischia un cortocircuito finanziario che potrebbe ulteriormente indebolire un’economia già precaria.

Un primo segnale arriva dal cambio euro/dollaro, che dopo un repentino ritorno sotto la parità recupera quota 1.01, dopo essere affondato a 98 centesimi ad inizio settimana, il livello più basso degli ultimi 20 anni.

Il settore crittografico risponde positivamente all’indebolimento del dollaro colorando la giornata di verde, spingendo il saldo settimanale ad avviarsi in positivo per la seconda settimana consecutiva.

trading btc eth
Analisi tecnica dei prezzi di BTC e ETH

Analisi tecnica di Bitcoin (BTC)

La regina delle crypto a metà giornata mette a segno il migliore rialzo tra le BlueChip, con una salita oltre il 9% e prezzi sopra i 21.100 USD, il livello più alto da inizio mese.

Il recupero della soglia psicologica dei 20.000 USD riporta nuovi acquisti e una spinta che dovrà trovare conferme anche durante il weekend.

Come ipotizzato nel precedente aggiornamento di mercoledì, l’inversione del prezzo di BTC indica l’inizio del nuovo ciclo mensile con i minimi registrati all’inizio di questa settimana, tra martedì 6 e mercoledì 7 settembre.

Pertanto, diventa importante proseguire con il rialzo anche durante il fine settimana ed assistere al superamento dei 22.000 USD per scacciare ogni dubbio ed iniziare a mettere le basi per riagganciare i massimi di agosto a 24.000 USD.

Analisi tecnica di Ethereum (ETH)

Positiva la giornata anche per il prezzo di ETH, che si riporta sopra i 1.700 USD, confermando la struttura del nuovo ciclo mensile iniziato a fine agosto.

La struttura tecnica di ETH risulta più chiara e definita e aiuta a sviluppare un’analisi più precisa.

Ipotizzando di essere a ridosso della metà del ciclo mensile, entro i primi giorni della prossima settimana i prezzi dovranno spingersi a livelli superiori a quelli odierni.

Se confermato non si escludono le possibilità di rivedere entro breve area 1.800 USD.

Se invece, in caso contrario e con un ritorno delle quotazioni sotto i 1.500 USD sarà necessario tirarsi fuori da un’eventuale operatività di breve periodo ed attendere di chiarire la corretta struttura tecnica e la tenuta dei supporti di breve termine individuati a 1.500 e 1.450 USD.

Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.