Brian Brooks annuncia: i funzionari di Biden ostili alle criptovalute
Brian Brooks annuncia: i funzionari di Biden ostili alle criptovalute
Criptovalute

Brian Brooks annuncia: i funzionari di Biden ostili alle criptovalute

By Alessia Pannone - 12 Ott 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Brian Brooks, ex ente di regolamentazione delle banche statunitensi e attuale CEO di Bitfury, una società di criptovalute, ha denunciato l’attuale leadership di Biden e le agenzie di regolamentazione federale definendole “apertamente ostili alle criptovalute”. 

 

Le seguenti osservazioni sono state pronunciate in una conferenza stampa proprio a Washington dall’attuale Bitfury e dall’ex dirigente di Binance.US e Coinbase:

“Questa è in realtà una questione politica”, ha detto Brooks. “La leadership al potere in questo momento è dedita a frenare il meccanismo se non a distruggerlo, e un certo numero di cose che ho sentito, anche nelle ultime 24 ore a Washington, mi hanno convinto di ciò”.

Le osservazioni dell’attuale CEO di Bitfury 

Brooks, ora CEO della società di servizi di asset digitali Bitfury, era il controllore della valuta nei giorni calanti dell’amministrazione Trump. Brooks ha posto le sue perplessità nel mezzo di un’intervista sul palco alla DC Fintech Week, una conferenza a Washington ospitata dal Law Center della Georgetown University.

In seguito, ha confutato le sue teorie confrontando lo stato attuale dell’industria delle risorse digitali con il settore finanziario dopo la crisi finanziaria globale del 2008-2009 e la Silicon Valley dopo lo scoppio della bolla delle dotcom. 

Brooks ha paragonato il crollo di Celsius, Terra e Three Arrows Capital al tracollo economico causato dall’eccessiva leva finanziaria in alcune parti del settore durante la crisi, che secondo lui rappresentava una porzione relativamente piccola del settore finanziario generale.

A proposito dei progetti crypto in bancarotta, Brooks afferma:

“In realtà non ci vuole molto per far esplodere un mercato finanziario. La verità è che l’intera crisi finanziaria è stata causata da un lievissimo aumento delle insolvenze all’interno del libro di Fannie Mae. Quelle cose rappresentavano forse il due percento del mercato delle criptovalute e il bitcoin è sceso dell’80%”.

Perché Biden può definirsi ostile alle criptovalute 

Già nel settembre del 2022 Joe Biden aveva richiesto più regole per le criptovalute, divenute a suo dire sempre più popolari. 

La Casa Bianca, elencando una serie di raccomandazioni da adottare per regolare le criptovalute, aveva affermato:

“Gli asset digitali presentano potenziali opportunità per rafforzare la leadership americana nel sistema finanziario globale e restano una frontiera tecnologica, ma pongono anche rischi reali come dimostrato dai recenti eventi sui mercati cripto”.

Secondo le direttive di Biden, infatti, era necessario perseguire in modo aggressivo le pratiche illegali nel settore, monitorando le denunce, così da tutelare i consumatori e agire contro le pratiche ingannevoli e abusive. Infatti, il Presidente degli Stati Uniti sostiene tutt’oggi la stabilità finanziaria e spinge per un’innovazione responsabile.

Infine, l’ultimo ordine esecutivo di Joe Biden sugli asset digitali risale a marzo di quest’anno. L’ordine esecutivo prevedeva di responsabilizzare gli asset digitali e le criptovalute, mitigando i rischi sotto ogni punto di vista: consumatori, investitori e imprese.

Nello specifico, le preoccupazioni di Biden erano riguardo i possibili impatti in ambito di privacy e security. Infatti, la crescita delle criptovalute ha avuto profonde implicazioni nell’ambito della protezione dei consumatori, dei consumatori e delle imprese, inclusa la privacy e la sicurezza dei dati, nonché nell’ambito della sicurezza nazionale e della capacità di esercitare i diritti umani. 

A seguito di queste dichiarazioni di Biden, sono logiche e naturali le osservazioni di Brooks, rimarcate ancora oggi.  

Alessia Pannone

Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.