Intervista a Paolo Ardoino, CTO di Tether e Bitfinex, che parla di Plan B e USDT
Intervista a Paolo Ardoino, CTO di Tether e Bitfinex, che parla di Plan B e USDT
Interviste

Intervista a Paolo Ardoino, CTO di Tether e Bitfinex, che parla di Plan B e USDT

By Amelia Tomasicchio - 15 Ott 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’intervista di The Cryptonomist a Paolo Ardoino, CTO di Tether e Bitfinex, che parla del Plan B organizzato a Lugano e della stablecoin USDT.

Come sta andando il Plan B e l’adozione delle criptovalute a Lugano?

Seguendo le orme di El Salvador, la città svizzera di Lugano ha in programma di integrare i pagamenti in criptovaluta e di permettere ai cittadini di pagare le tariffe dei servizi pubblici o le tasse e le tasse universitarie in BTC. Prossimamente, la città intende intensificare gli sforzi per consentire ai cittadini e alle aziende di pagare completamente le tasse annuali e tutti i beni e servizi in crypto. Parte di questo piano prevede lo sviluppo di una sede fisica nel cuore della città che funga da hub per le startup di criptovalute e blockchain. Il protocollo d’intesa tra Lugano e Tether prevede una serie di iniziative oltre all’hub blockchain. La Fondazione Plan ₿ è un’iniziativa congiunta tra la Città di Lugano e Tether, la società tecnologica che supporta la piattaforma blockchain-enabled che alimenta la più grande stablecoin per capitalizzazione di mercato (USD₮) ha annunciato oggi una collaborazione con GoCrypto per portare ufficialmente i pagamenti di Bitcoin, Tether e LVGA nella città di Lugano

Tether, in collaborazione con un gruppo di aziende di spicco nel settore delle criptovalute, sta lavorando alla creazione di un fondo multimilionario per aiutare a finanziare le startup focalizzate sulla costruzione di servizi blockchain a Lugano e dintorni. 

Il Piano ₿ è stato fondato da Tether e dalla città di Lugano e mira a scalare l’adozione di Bitcoin e stablecoin in tutta la città per avere un impatto positivo su tutti gli aspetti della vita quotidiana dei residenti di Lugano. Accelererà l’uso della tecnologia di Bitcoin e la sfrutterà come base per trasformare l’infrastruttura finanziaria della città.

All’inizio di questa settimana abbiamo annunciato che i pagamenti GoCrypto saranno disponibili presso quasi una dozzina di commercianti in tutta la città, tra cui McDonalds, gallerie d’arte e altro ancora. I cittadini possono facilmente effettuare pagamenti in USD₮, Bitcoin Lightning e LVGA, utilizzando i loro portafogli. Nel corso dei prossimi 25 giorni, la città intende consentire a un numero ancora maggiore di attività commerciali di accettare pagamenti in crypto. Si prevede di servire oltre 2000 clienti al prossimo Plan ₿ Forum, la conferenza di Bitcoin che si terrà in città il 28-29 ottobre 2022. Entro la fine del 2023, la Plan ₿ Foundation mira a consentire a più di 2500 commercianti di accettare le tre criptovalute: Bitcoin, Tether e LVGA.

Tether sta contribuendo con la sua esperienza, le sue conoscenze e il suo supporto alla Città di Lugano, concentrandosi sull’educazione delle nuove generazioni attraverso collaborazioni con le università e gli istituti di ricerca locali, di cui un esempio è stata la Plan ₿ Summer School ospitata questo luglio, un’iniziativa per gli studenti universitari che ha permesso ai partecipanti di lavorare con le menti leader del settore per sviluppare prototipi di blockchain e approfondire la loro comprensione della tecnologia.

La forte attenzione all’istruzione comprende anche un ampio dibattito su temi rilevanti per la nostra società come il diritto alla privacy, all’inclusione e alla libertà (libertà individuale, libertà di parola e libertà finanziaria). È proprio in questa direzione che si muove la prossima edizione del Forum Plan ₿ di Lugano.

La conferenza che riunisce leader mondiali, tecnologi e imprenditori per discutere di questi temi, che si terrà il 28 e 29 ottobre a Lugano, ha un’incredibile schiera di relatori. Non solo specialisti riconosciuti dell’ecosistema di Bitcoin come Adam Back, Nick Szabo, Max Keiser o Samson Mow, ma anche sostenitori delle libertà individuali come Stella Assange, avvocato e moglie del fondatore di WikiLeaks Julian Assange; Milena Mayorga, ambasciatrice di El Salvador negli Stati Uniti; Fadi Elsalameen, Adjunct Senior Fellow presso il Bitcoin Policy Institute; o Farida Bemba Nabourema, attivista per i diritti umani e fondatrice del movimento “Faure Must Go” in Togo, e altri ancora.

Il Plan ₿ Forum di Lugano sarà caratterizzato da discorsi keynote, interviste e tavole rotonde e offrirà un’opportunità unica di dialogo con i principali esperti del settore e di networking con gli altri partecipanti. Siamo molto entusiasti di questo evento unico, ormai alle porte!

Cosa pensate del delisting di USDC da parte di Binance e ora anche di WazirX?

Il consolidamento delle stablecoin su uno degli exchange più attivi al mondo prefigura una futura competizione tra gli asset stabili. È sicuramente interessante osservare questa mossa, perché potrebbe essere finalizzata a togliere a USDC il posto numero 2 e a sostituirlo con BUSD di Binance, sulla scia del dominio di Tether. Le stablecoin sono fondamentali per la liquidità di un exchange e per la loro capacità di offrire ai clienti un accesso alle valute fiat.

Come sta andando l’adozione di Tether Gold?

Molto bene, l’adozione sta crescendo. Per chi cerca una moneta digitale stabile non soggetta all’inflazione delle fiat, Tether Gold (XAUT) è perfetta. Stiamo parlando di una stablecoin che si basa su un bene scarso e costoso da estrarre. In quanto tale, Tether Gold consente ai detentori di autodepositare la propria criptovaluta sostenuta dall’oro. È il principale asset che offre la sicurezza di un asset digitale e la sicurezza di essere ancorato all’oro fisico. Inoltre, Tether Gold (XAU₮) è l’unico prodotto tra i concorrenti che offre zero commissioni di custodia e ha il controllo diretto sulla custodia dell’oro fisico, custodito in modo sicuro in un caveau in Svizzera, adottando le migliori misure di sicurezza e protezione contro eventuali attacchi.

Cosa c’è da aspettarsi ora con il Merge?

Come era stato previsto da tempo, il Merge non ha risolto le commissioni sulle transazioni né ha reso Ethereum più decentralizzato. Ma al di là di questo, credo sia importante sottolineare che mentre Bitcoin è una forma di denaro, Ethereum è fermo tra la pretesa di essere una forma di denaro e quella di essere una piattaforma. Penso che ETH non possa competere con Bitcoin sul fronte del denaro perché non c’è un’offerta fissa.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro sugli NFT per Mondadori. Inoltre, ha lanciato due progetti NFT chiamati The NFT Magazine e Cryppo, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.