Quanto dura l’inverno crypto?
Quanto dura l’inverno crypto?
Criptovalute

Quanto dura l’inverno crypto?

By Guest post - 22 Ott 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il recente inverno crypto è stato uno dei più grandi dall’adozione globale delle criptovalute: ma quanto dura l’inverno crypto?

La guerra in Ucraina, la caduta della stablecoin TerraUSD (UST) e la crescente inflazione sono solo alcuni dei motivi che hanno influenzato il settore delle criptovalute nel 2022.

Di conseguenza, il mercato delle criptovalute ha assistito a un significativo mercato ribassista quest’anno, con il prezzo di BTC sceso sotto i $20.000 da oltre $60.000 alla fine del 2021. Collettivamente, le criptovalute hanno perso fino a 2.000 miliardi di dollari di valore.

Ciò ha indotto molti possessori di criptovalute a vendere le proprie monete per evitare perdite. Inoltre, molte aziende crypto sono sull’orlo del fallimento. Tuttavia, alcuni esperti ritengono che il periodo attuale non sarà così freddo come si aspettano i possessori di criptovalute. Potrebbe quindi essere una stagione calda?

Quanto dura l’inverno crypto? Un confronto con i precedenti 

Per molti versi, il precedente inverno delle criptovalute è stato diverso da quello attuale. Mentre la finanza convenzionale stava vivendo un mercato toro nel 2018, il settore delle criptovalute ha vissuto un inverno crypto, con il prezzo di Bitcoin che è sceso di oltre la metà rispetto al suo massimo storico.

Dal 2018 a oggi sono cambiate molte cose nel mercato crypto e finanziario. I cali di prezzo delle criptovalute non sono un’esclusiva di queste ultime, ma riflettono un più ampio sell-off praticamente su tutti gli asset class. 

L’attuale mercato crypto è la prima volta che le criptovalute vengono scambiate a un livello inferiore rispetto a quello precedente in un mercato orso, sperimentato anche dagli investitori in azioni e obbligazioni. Poiché si tratta quasi di un mercato orso generale, una ripresa delle criptovalute potrebbe essere difficile. Nel precedente inverno crypto, il mercato tradizionale non ne ha risentito. 

Ma con la crescita delle dimensioni delle criptovalute dal 2018, è aumentata la consapevolezza dei punti di contatto con il mercato finanziario tradizionale e con gli aspetti fondamentali.

Cosa ha in serbo l’inverno crypto per le grandi monete

Bitcoin (BTC)

Il prezzo di Bitcoin è sceso sotto i $19.000 a causa di un’ondata di pressione di vendita che ha travolto il mercato. Il re di tutte le criptovalute ha perso oltre il 5% nel solo mese di ottobre, nonostante l’aumento del volume degli scambi. 

Nei prossimi giorni, se le attuali circostanze di mercato dovessero continuare, è possibile un calo fino al minimo estivo, sotto i $18.000. Tuttavia, se i prezzi di mercato riusciranno a superare le medie mobili di $19.000 che sono state attraversate di recente, la tesi ribassista sarà invalidata.

Inoltre, se gli acquirenti riusciranno a spingere il prezzo di Bitcoin al di sopra di questo livello di resistenza, ciò potrebbe portare a un guadagno del 10% rispetto al livello attuale e a un salto di nuovo oltre i $20.400 prima del 2023.

Ethereum (ETH)

Il prossimo è Ethereum. Con gli orsi che hanno recentemente sfondato i minimi visti negli ultimi mesi, il prezzo di Ethereum si trova in una situazione precaria. Attualmente, il prezzo di ETH è inferiore a $1.500.

L’indice di forza relativa è entrato in un’area di ipervenduto, proprio come per Bitcoin, il che significa che qualsiasi rimbalzo sarà probabilmente breve. Secondo le previsioni, il prezzo di Ethereum scenderà sotto i minimi estivi di meno di $900. Tuttavia, questo calo potrebbe richiedere diverse settimane per concretizzarsi. Un prezzo di $400 per ETH potrebbe diventare la norma nel 2023 se i tori non riusciranno a mantenere il prezzo al livello attuale.

Ripple (XRP)

La terza criptovaluta in vista è Ripple. Sulla scia dell’annuncio del CPI (indice dei prezzi al consumo) statunitense, il valore di XRP è crollato del 10%, il più alto tra le tre criptovalute principali. Sui time frame più brevi, l’indice di forza relativa è entrato in un territorio di ipervenduto storico e da allora si è verificato uno spettacolare rialzo in controtendenza.

Il prezzo di XRP ha recuperato da un minimo di $0,44 per vendere a circa $0,47. Secondo le previsioni, il prezzo di XRP tornerà intorno a $0,51 in risposta al forte volume di vendita quando il prezzo era a $0,44. Sebbene il recente comportamento del mercato debba essere visto come un rimbalzo in controtendenza, il prezzo di XRP potrebbe scendere ulteriormente.

Tuttavia, un guadagno del 32% rispetto all’attuale prezzo di XRP è possibile se i tori riusciranno a sfondare il livello di resistenza di $0,56 e a superare il livello di liquidità di $0,61.

In conclusione

Se l’inverno crypto rimarrà caldo o tiepido per voi dipenderà da cosa farete con le vostre monete. Purtroppo, le previsioni di mercato sono contraddittorie e con la loro elevata volatilità è difficile prevedere il futuro delle criptovalute.

Cosa potete fare? Si possono mettere da parte gli investimenti in criptovalute fino alla fine dell’inverno. HODLare consiste nel tenere duro durante i mercati rialzisti e ribassisti delle criptovalute prima di vendere per ottenere un profitto.

Gli HODLer non si preoccupano delle oscillazioni a breve termine, perché sono impegnati a lungo termine e vogliono ottenere un profitto. Tuttavia, mentre si fa HODL, è necessario osservare il mercato da bordo campo per sapere quando rientrare. Inoltre, è un buon momento per investire in stablecoin. Questo non è dovuto solo all’inverno delle criptovalute, ma anche all’inflazione globale. Tether USDT è una buona stablecoin in cui investire.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.