Il prezzo del token Curve DAO alle stelle. Ecco cosa è successo
Il prezzo del token Curve DAO alle stelle. Ecco cosa è successo
Altcoin

Il prezzo del token Curve DAO alle stelle. Ecco cosa è successo

By Andrea Porcelli - 23 Nov 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Ieri, il prezzo del token Curve DAO è sceso di circa il 23%, raggiungendo uno dei suoi minimi degli ultimi due anni, toccando il valore di circa $0,40. Durante la notte, invece, ha iniziato una breve e feroce bull run, arrivando rapidamente a circa $0,61.

Gli esperti hanno suggerito che il motivo di questo rimbalzo è riconducibile alle Balene che si pensa abbiano attuato una Short Squeeze sul token di Curve DAO (CRV).

Che cos’è lo Short Squeeze e perchè sta funzionando sul token di Curve DAO?

Uno Short Squeeze si verifica quando c’è una mancanza di offerta e un eccesso di domanda per un particolare titolo o una criptovaluta a causa dei venditori allo scoperto che devono acquistare azioni per coprire le loro posizioni corte. È una condizione insolita che innesca un improvviso aumento dei prezzi di un asset in generale. 

Affinché si verifichi una breve compressione, il titolo negoziabile o la criptovaluta devono avere un grado insolito di venditori allo scoperto che detengono posizioni in esso. 

La stretta breve inizia quando il prezzo vede un improvviso balzo, sfidando le aspettative del mercato. La condizione si manifesta come una misura significativa dei venditori allo scoperto che decidono casualmente di tagliare le perdite e uscire dalle loro posizioni. 

Un famoso esempio per capire lo short squeeze è quello di GameStop: nel gennaio 2021, un gruppo di trader su Reddit si è riunito per spremere le azioni della società di videogiochi GameStop. Centinaia di migliaia di commercianti al dettaglio si sono riuniti per spingere le azioni di GameStop fino al massimo storico di quasi $500. Prima dell’impennata, le azioni di GameStop erano state valutate a $17,25.

Nello specifico caso del Token CRV, quando il prezzo di Curve DAO è sceso, le balene hanno preso più token in prestito da vendere su AAVE. Le balene ora stanno acquistando ripetutamente CRV, per far salire a dismisura il prezzo, hanno poi girato a lungo su CEX.

Successivamente aspetteranno che le loro posizioni AAVE vengano liquidate, in modo che il token rimbalzerà ancora più in alto e i guadagni saranno superiori.

Il token Curve DAO (CRV) è primo nelle tendenze di CoinMarketCap

Per chi non lo sapesse Curve DAO è un exchange decentralizzato per stablecoin, che per gestire la liquidità, utilizza un market maker automatizzato (AMM). L’exchange e con lui il suo token, sono stati lanciati a gennaio del 2020. Il progetto è oramai il sinonimo della finanza decentralizzata (DeFi), fenomeno che ha fatto crescere il progetto moltissimo, soprattutto nella seconda parte del 2020.

Curve, è stato anche il promotore dell’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO), con CRV come token interno. 

L’uomo dietro questo ambizioso progetto è Micheal Egorov, uno scienziato russo, nonché fondatore e CEO della compagnia di Curve DAO. Egorov fa anche parte di altri progetti, come ad esempio la rete di prestiti LoanCoin o la banca decentralizzata. 

L’attenzione di Curve è tutta rivolta alla capacità del progetto per il trading di stablecoin. Negli ultimi anni ha portato ad un progresso incredibile, portando ottimi risultati.

Ulteriore redditività arriva anche dai loro token CRV e DAO, dato l’uso di CRV per la governance del loro market. 

Il passaggio di molte piattaforme alla DeFi, ha dato una spinta a Curve, aumentando la stabilità del progetto ed anche la longevità di durata. 

Il numero di monete in circolazione rende CRV volatile

Curve (CRV) è stato lanciato nel 2020, insieme a Curve DAO. Il suo scopo è quello di fungere da mezzo di governance, come struttura di incentivazione e metodo di pagamento delle commissioni, insieme al metodo di guadagno a lungo termine per i fornitori di liquidità.

L’offerta totale di CRV è di 3,03 miliardi di token, la maggior parte dei quali (62%) sono distribuiti ai fornitori di liquidità. Il resto è così ripartito: 30% agli azionisti, 3% ai dipendenti e 5% a una riserva comunitaria. Le allocazioni di azionisti e dipendenti prevedono un programma di maturazione di due anni.

CRV non aveva premine, e il graduale sblocco dei token significa che circa 750 milioni dovrebbero essere in circolazione un anno dopo il lancio.

Il numero dei CRV detenuti nei portafogli di scambio centralizzati, in questo mese, è aumentato del 70% ad un record di 148,9 unità. Con il conteggio che è aumentato del 46% solamente nelle ultime 24 ore. In altre parole, il numero di token disponibili per la liquidazione è davvero alto. Dunque, questo fenomeno rende il token di Curve DAO molto volatile.

La volatilità odierna rispecchia prospettive cupe per CRV, poiché l’aumento del saldo dello scambio, incentiva a detenere il token molto meno e così anche la fornitura di liquidità alla piattaforma.

Markus Thielen, responsabile della ricerca e della strategia presso il fornitore di servizi crittografici Matrixport, ha dichiarato: 

“Mentre Curve è stato inizialmente un vincitore dopo FTX, la mancanza di coinvolgimento degli utenti ora li danneggerà a breve termine”.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.