Immense perdite per l’exchange crypto FTX
Immense perdite per l’exchange crypto FTX
Criptovalute

Immense perdite per l’exchange crypto FTX

By Marco Cavicchioli - 7 Dic 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Le società del gruppo dell’exchange crypto FTX, ed in particolare Alameda Research, avrebbero fatto registrare un vero e proprio record di perdite nel 2022. 

Lo svela la pagina di Wikipedia dedicata alle maggiori perdite della storia dovute al trading. 

Va detto però che si tratta di valori nominali, ovvero al lordo dell’inflazione, quindi è più che ovvio che in cima ci siano perdite fatte registrare di recente. Tuttavia la pagina riporta anche gli aggiustamenti dovuti all’inflazione. 

In questo pagina è riportato che la maggior perdita di sempre in valore nominale sono proprio i 51 miliardi di dollari di FTX e Alameda Research, ed indica come persone di riferimento Sam Bankman-Fried (SBF) e Caroline Ellison, rispettivamente ex CEO di FTX ed ex CEO di Alameda Research. 

Tuttavia in questa classifica c’è qualcosa che non quadra. 

Innanzitutto mancano le perdite generate dallo schema piramidale di Bernie Madoff. A giustificazione di questa scelta la pagina afferma che gli oltre 50 miliardi persi da Madoff non furono persi con il trading. In realtà si stima che lo schema piramidale di Madoff abbia bruciato 64,8 miliardi di dollari nel 2008, che corrisponderebbero a circa 90 miliardi di oggi. 

Le perdite con il trading del crypto exchange FTX

A ciò va aggiunto che anche i 51 miliardi bruciati da FTX molto probabilmente non sono dovuti tutti al trading. 

Infatti, secondo alcune recenti indiscrezioni la posizione di Alameda Research, che era il braccio operativo del gruppo nel trading, risultava essere in perdita di circa 1,3 miliardi, ovvero solo una piccola parte della dimensione totale del crac. E molto probabilmente le perdite della società non si limitavano a questa. 

A quanto pare FTX non faceva trading, ma sperperava i fondi depositati dai loro clienti semplicemente spendendoli, ad esempio per acquistare immobili o per finanziare le campagne elettorali dei politici. Secondo alcune stime in totale SBF potrebbe aver donato circa un miliardo di dollari ai politici. 

Parte del resto del denaro mancante in realtà potrebbe ancora essere nelle casse della società, oltre al fatto che vendendo gli asset acquistati ne potrebbe arrivare dell’altro. 

Quindi è scorretto affermare che FTX abbia perso 51 miliardi di dollari con il trading, sebbene non sia chiaro quale percentuale di quella cifra effettivamente sia dovuta a perdite derivanti da investimenti o speculazioni sbagliate. 

Oltretutto per certi versi l’implosione di FTX ricorda quella dello schema piramidale di Madoff, quindi inserire in quella classifica le perdite di FTX ignorando quelle di Madoff sembra un po’ una forzatura. 

Quello che però è certo è che Alameda Research nel corso del 2022 abbia prodotto ingenti perdite, e che queste abbiano avuto un notevole impatto negativo sui conti di FTX, tanto da mandare in fallimento l’intero gruppo. È possibile che la causa primaria di tale implosione siano state proprio le perdite generate da Alameda, che ha poi contagiato anche FTX dati gli strettissimi rapporti, soprattutto di carattere finanziario, che intercorrevano tra le due società. 

Le indagini delle autorità

Sono ancora in corso sia negli USA che alle Bahamas le indagini per stabilire di chi sia la responsabilità del crac. 

Ovviamente i principali indiziati sono proprio SBF e Caroline Ellison, tanto che la Presidente democratica dell’House Financial Services Committee del Parlamento USA, Maxine Waters, ha gentilmente chiesto allo stesso SBF di partecipare all’udienza del comitato del 13 dicembre affermando di apprezzare la sincerità di SBF nelle discussioni su ciò che è accaduto a FTX. 

SBF, però, di fatto ha gentilmente rifiutato, dichiarando di essere disponibile solo dopo che avrà finito di apprendere e rivedere ciò che è accaduto. 

La cosa curiosa è che invece ad esempio Madoff fu praticamente subito arrestato quando scoppiò lo scandalo del suo schema piramidale, tanto che c’è chi ipotizza che con tutte le donazioni fatte da SBF ai politici USA, ed in particolare a quelli democratici, stia ricevendo un trattamento di favore. 

Maxine Waters comunque ha poi aggiunto che è imperativo che SBF partecipi all’udienza del 13 dicembre. 

Nel frattempo pare che SBF abbia ingaggiato per la sua difesa l’avvocato Mark Cohen di Cohen & Gresser. 

Cohen è diventato celebre negli USA di recente per aver difeso Ghislaine Maxwell durante un caso di traffico sessuale. Ghislaine Maxwell era un caro amico dell’ormai deceduto Jeffrey Epstein, a sua volta molto noto per essere stato condannato per reati a sgondo sessuale e per pedofilia. 

I commenti di CZ

Il co-fondatore e CEO di Binance, Changpeng CZ Zhao, ha avuto un ruolo nel crollo di FTX, dando il via di fatto alle vendite in massa del loro token FTT. 

Inoltre, Binance fu uno dei primi investitori in FTX, ed era uno dei principali concorrenti dell’exchange crypto statunitense. 

Ieri su Twitter ha espresso un giudizio estremamente sprezzante su SBF, definendolo senza mezze misure “uno dei più grandi truffatori della storia”. 

Guardando la classifica di Wikipedia sulle maggiori perdite di sempre nel mondo del trading questa definizione potrebbe anche starci, qualora venisse dimostrato che si sia trattato effettivamente di una truffa. 

Sebbene CZ non sia affatto una fonte imparziale in questo caso, rimane però un enorme e profondo conoscitore dei mercati crypto, quindi i suoi giudizi a riguardo non possono passare inosservati. Oltretutto conosceva anche abbastanza bene SBF e FTX. 

CZ ha anche accusato Caroline Ellison di aver mentito e di aver dato il via all’impennata della pressione delle vendite del token FTT. 

In buona sostanza sembra che ormai ce l’abbiano tutti con SBF e Caroline Ellison, compresi i membri di quel partito democratico che ha ricevuto tanto dallo stesso Sam Bankman-Fried. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.