Binance news: Lord Johnson, fratello di Boris Johnson, si è dimesso da consigliere della piattaforma
Binance news: Lord Johnson, fratello di Boris Johnson, si è dimesso da consigliere della piattaforma
Criptovalute

Binance news: Lord Johnson, fratello di Boris Johnson, si è dimesso da consigliere della piattaforma

By Alessia Pannone - 20 Dic 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Ultime preoccupanti notizie per Binance: il fratello di Boris Johnson, Lord Johnson, pare si sia recentemente dimesso dal suo ruolo di consigliere della piattaforma. La notizia viene riportata anche dall’account Twitter ufficiale di Wathcher.Guru: 

“Il fratello dell’ex primo ministro britannico Boris Johnson si è dimesso dal ruolo di consigliere di Binance.” 

Le fonti rivelano che da ora in poi Johnson non sarà più consulente della piattaforma di exchange di crypto e che, a quanto sembra dai registri ufficiali, Lord Johnson di Marylebone aveva assunto il ruolo in Binance appena a settembre.

Il fratello di Boris Johnson: le dimissioni e il ruolo chiave in Binance

Lo stato attuale delle criptovalute è volatile e, secondo quanto riferito, le sfide del settore hanno preceduto le dimissioni del fratello di Boris Johnson. Inoltre, si è sottolineato il ruolo chiave di Johnson nell’aiutare potenzialmente il lancio di Binance nel Regno Unito.

Come sappiamo, è stato un anno difficile per esperti e investitori nella sfera delle criptovalute. Infatti, il crollo della piattaforma ampiamente conosciuta, FTX, ha portato a una serie di sfide che il settore ha visto svolgersi. 

Ora, con le accuse penali contro il fondatore di FTX, Sam Bankman-Fried, le piattaforme di criptovaluta vengono spinte ad abbracciare la trasparenza nel modo più sincero possibile. 

A seguito di queste sfide e carenze evidenti, è stato appunto riferito che il fratello di Boris Johnson, Jo, si è dimesso dal suo incarico di consigliere di Binance. La decisione è stata resa nota questa settimana, dopo tre mesi nel comitato consultivo di una sussidiaria di Binance.

A quanto sembra, la presa di coscienza della decisione è arrivata in seguito alla crescente pressione sulla trasparenza delle finanze di Binance e a una crisi sempre più profonda nel settore delle criptovalute. Inoltre, è stato notato dalla pubblicazione che il ruolo di Johnson con la piattaforma è stato spinto dal desiderio di Binance di formare una presenza nel Regno Unito.

Johnson nel rapporto con Binance: le dichiarazioni ufficiali 

Ufficialmente, Johnson era un consulente di Bifinitiy, un’azienda di pagamenti fondata da Binance. Ha assunto la posizione accanto a Lord Vaizey, che in precedenza era il ministro del digitale e membro del comitato consultivo globale di Binance.

È importante sottolineare che queste due aggiunte al team di Binance sono state il frutto degli sforzi per creare legittimità con le autorità di regolamentazione nell’ultimo anno. Ciò ha fatto seguito al deterioramento della posizione della piattaforma presso la Financial Conduct Authority lo scorso anno. Una posizione che ha portato la FCA a bloccare il lancio di una divisione britannica.

Johnson, infatti, ha recentemente dichiarato: 

“Mi sono dimesso dal comitato consultivo la scorsa settimana e non ho alcun ruolo con esso o alcuna entità correlata”.

Al contrario, un portavoce di Binance ha condiviso che: 

“Lord Johnson ha recentemente assunto il ruolo di presidente esecutivo di FutureLearn. Si concentrerà sul suo nuovo ruolo all’interno della piattaforma di apprendimento digitale e sta cercando di ridimensionare altre attività”.

Altri potenziali problemi per Binance: cancellata la Prova delle Riserve dal sito 

Qualche giorno fa il Proof of Reserve di Binance è stato cancellato dal sito. Questa la recente notizia che ha creato agitazione negli investitori della grande piattaforma di exchange. 

Tuttavia, Changpeng Zhao, il CEO di Binance, non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito. A eccezione della sua conferma nello spiegare che tutti gli investitori dovrebbero fidarsi delle blockchain, in quanto sono e saranno sempre raccoglitori di informazioni sicuri ed affidabili. 

È importante notare che, recentemente, anche a seguito dei problemi di fiducia nel mondo crypto, Binance si è molto impegnata nel settore della trasparenza. Infatti, la piattaforma è stata precisa nelle comunicazioni con gli investitori rendendo pubblici i suoi indirizzi di portafoglio crittografico.

Inoltre, la piattaforma di CZ ha assunto una società di contabilità esterna per comprovare il PoR che poi è stato cancellato, il quale copre una parte delle sue attività e passività, compresi dei dettagli sui dati finanziari.

Nel blog specifico creato recentemente da Binance nel suo sito web, per le comunicazioni in termini di trasparenza, infatti, si legge: 

“Quando diciamo Proof of Reserve, ci riferiamo specificamente a quei beni che teniamo in custodia per gli utenti. Ciò significa che stiamo mostrando prove e prove che Binance ha fondi che coprono tutti i nostri asset, così come alcune riserve”.

Ad ogni modo, la cancellazione delle Prove delle Riserve dal sito di Binance allo stato attuale potrebbe ancora non significare nulla, dato che non si hanno ancora informazioni certe sul perché questa sia stata cancellata.

Alessia Pannone

Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.