L’exchange crypto Binance US acquisirà Voyager Digital, ma il token BNB scende
L’exchange crypto Binance US acquisirà Voyager Digital, ma il token BNB scende
Criptovalute

L’exchange crypto Binance US acquisirà Voyager Digital, ma il token BNB scende

By Andrea Porcelli - 20 Dic 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Binance US ha annunciato ieri di aver acquisito la società crypto in fallimento Voyager Digital LLT per la cifra di circa 1 miliardo di dollari: BNB continua a scendere. 

Dopo aver provato tutte le opzioni possibili, l’azienda prestatrice di crypto Voyager ha considerato l’offerta di Binance.US come la più alta e la migliore per i suoi asset.

Secondo il comunicato dell’accordo, la cifra corretta sarebbe di 1,022 miliardi di dollari, l’equivalente del valore equo di mercato delle attività di Voyager ai prezzi correnti, più 20 milioni di dollari di valore incrementale. 

Il paradosso della vicenda, è il fatto che Voyager sarebbe dovuta essere acquisita inizialmente da FTX.US, l’affiliata americana dell’exchange in bancarotta FTX. L’offerta di FTX.US era di 1,2 miliardi di dollari, ma dopo il fallimento di FTX, l’offerta è stata ovviamente cancellata. A questo punto è intervenuta Bilance.US, con la sua offerta. 

Le prossime mosse del crypto exchange Binance dopo l’acquisto di Voyager. Come risponderà BNB?

Nonostante l’indipendenza nominale, Binance.US opera come “sussidiaria di fatto” del business internazionale di Binance. Mentre, Voyager ha presentato istanza di protezione fallimentare nel luglio 2022, dopo che l’hedge fund crittografico Three Arrows Capital (3AC) è risultato inadempiente su una posizione di prestito significativa estesa da Voyager.

L’acquisto non è stato totalmente ufficializzato, ma Voyager ha detto lunedì che cercherà l’approvazione del tribunale fallimentare per l’accordo con Binance.US in un’udienza il 5 gennaio 2023.

La prossima mossa di Binance.US sarà un deposito in buona fede di 10 milioni di dollari, rimborsando Voyager di alcune spese, con un tetto massimo di 15 milioni di dollari.
Se l’accordo con Binance.US non dovesse concretizzarsi entro il 18 aprile 2023, Voyager ha la possibilità di muoversi per restituire denaro ai clienti. 

Voyager Digital LLC si occuperà dell’approvazione da parte del tribunale fallimentare per la stipula dell’accordo di acquisto tra le due aziende. La vendita è resa possibile grazie ad un piano fallimentare del Chapter 11.

Il CEO di Binance.US ha postato varie dichiarazione sulla futura acquisizione e il piano per risarcire i clienti dei fondi bloccati:

“Faremo tutto ciò che è in nostro potere per accelerare il processo di approvazione legale e giudiziaria. L’obiettivo attuale, in attesa delle approvazioni del tribunale, è quello di fornire agli utenti l’accesso ai loro beni nel marzo 2023.“

Tra i punti centrali c’è quello di mantenere la trasparenza e la sicurezza per i clienti, basi fondamentali di Binance. Ma soprattutto, la capitalizzazione come fonte di tranquillità per i clienti:

Inoltre, manteniamo un programma di sicurezza leader del settore per proteggere i fondi dei clienti. Binance.US è ben capitalizzato: le nostre attività superano le nostre passività. Tutti i nostri clienti potrebbero ritirare i loro beni domani, il che è un loro diritto e avremmo ancora centinaia di milioni di attività correnti.” 

Il caso Voyager 

Il 5 luglio 2022, Voyager Digital Holdings, Inc. e due debitori affiliati hanno presentato petizioni volontarie per ottenere un risarcimento ai sensi del Chapter 11 del codice fallimentare degli Stati Uniti. 

La settimana prima Voyager Digital ha emesso una notifica di inadempienza nei confronti di Three Arrows Capital per l’impossibilità di effettuare il pagamento di un prestito in criptovalute dal valore di oltre 650 milioni di dollari.

Questo, unito a un drastico calo del valore di più o meno tutte le crypto ha fatto sì che la piattaforma non fosse più in grado di soddisfare le richieste di prelievo dei suoi utenti.

Il CEO di Voyager, Stephen Ehrlich, ha dichiarato all’epoca del fallimento: 

“Sebbene io creda fermamente in questo futuro, la volatilità prolungata, il contagio nel mercato crypto negli ultimi mesi ed il default di Three Arrows Capital ci impongono ora di intraprendere azioni deliberate e decisive. Il processo del Chapter 11 fornisce un meccanismo efficiente ed equo per massimizzare il recupero”.

Oltre al successivo interesse di FTX, ossia il tentativo di acquisire Voyager, sembra che Alameda Research (entrambe di Sam Bankman Fried all’epoca), fosse uno dei maggiori creditori di Voyager. Il credito stimato pare che sia stato intorno ai 75 milioni di dollari. 

Binance Coin (BNB) in sofferenza negli ultimi giorni

Nonostante la recente notizia, negli ultimi giorni il token Binance Coin ha perso oltre il 13%. Di fatto BNB ha uno stretto legame con Binance, dunque tutto ciò che concerne l’enorme piattaforma di exchange, riflette sul token. 

Molto è collegato con la paura degli investitori secondo cui Binance potrebbe rivelarsi insolvibile proprio come FTX.  

Dopo che il Proof of Reserve di Binance è stato cancellato dal sito. La notizia ha creato un panico negli investitori della grande piattaforma di exchange. Al momento non sono state rilasciate dichiarazioni in merito, Changpeng Zhao, il CEO di Binance non ha ancora parlato in merito alla cancellazione della prova delle sue riserve. 

Il CEO di Binance però, è stato chiaro nello spiegare che tutti gli investitori dovrebbero fidarsi delle blockchain, perché grandi raccoglitori di informazioni sicuri ed affidabili. 

Voci confermano addirittura di un’indagine in corso a Binance.

Secondo un rapporto di Reuters, c’è una divisione tra i pubblici ministeri del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti in merito a un’indagine penale di lunga data su Binance. Questa divisione ha causato un ritardo nel raggiungimento di una decisione da parte delle autorità, secondo quattro persone a conoscenza della questione. È interessante notare che questo caso è iniziato nel 2018 quando l’exchange di criptovalute guidato da Changpeng Zhao era ai suoi primi giorni.

Il forte deflusso di fondi di Binance, dettato dal panico generale, non sembra aver messo in difficoltà la grande piattaforma di exchange. Che si mostra disponibile ad ogni richiesta del cliente, provando il suo indice di solvibilità. 

Vari analisti hanno ipotizzato un trend negativo per quanto riguarda BNB, con probabile perdite per i possessori del token nativo.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.