Gli NFT arrivano su Instagram, ecco come funzionano: il tutorial completo
Gli NFT arrivano su Instagram, ecco come funzionano: il tutorial completo
NFT

Gli NFT arrivano su Instagram, ecco come funzionano: il tutorial completo

By Alessia Pannone - 24 Dic 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Gli NFT, non fungible token, arrivano anche su Instagram: ecco il tutorial completo di come saranno gestiti i beni digitali in una delle piattaforme social più influenti nel mondo. 

Nei mesi scorsi, Meta ha portato una funzionalità inedita utile per condividere i token non fungibili acquistati o detenuti presso altre piattaforme. Recentemente, invece, è arrivato l’annuncio di un sistema che permetterà di crearli e venderli direttamente, senza dover passare da servizi esterni. 

Per ora, l’azienda ha coinvolto solo un piccolo gruppo di creator negli Stati Uniti. È importante evidenziare che la scelta di Meta dimostra come il mercato NFT stia diventando sempre più attraente in tutto il mondo.

Collezioni NFT su Instagram basate sulla blockchain Polygon 

Proprio come succede su TikTok, anche su Instagram diventerà possibile acquistare beni virtuali da omaggiare agli influencer durante i reel e le dirette, e che per i creators potranno tradursi in guadagni. 

Le collezioni di NFT su Meta sono basate sulla blockchain Polygon, ma potranno essere cedute anche attraverso marketplace di terze parti. Questa funzione di Instagram è stata di recente resa disponibile agli utenti di oltre 100 Paesi, ma non ancora in Italia. 

Nella release beta, non erano inoltre ancora state introdotte tutte le funzioni a cui invece sarà possibile accedere ora. Già da qualche mese il social network permette, infatti, di mostrare la propria collezione di token appoggiandosi a reti blockchain come Flow ed Ethereum e a wallet come MetaMask, Coinbase Wallet, Dapper Wallet, Rainbow e Trust Wallet.

Nello specifico, Meta ha comunicato: 

“Tutti su Facebook e Instagram negli Stati Uniti possono ora collegare i propri portafogli e condividere i propri oggetti da collezione digitali. Ciò include la possibilità per le persone di eseguire il cross-post di oggetti da collezione digitali che possiedono sia su Facebook che su Instagram.” 

Dunque, da poco gli utenti di questi due social media potranno pubblicare i propri oggetti da collezione. In questo modo, saranno in grado anche collegare i propri portafogli digitali a una delle due applicazioni o a entrambe. In questo modo, l’interesse di Instagram per gli NFT si sposa con il progetto di Meta, il quale sta costruendo il metaverso proprio come contenitore di questo mondo virtuale colmo di beni digitali.

Tutorial per gli NFT di Instagram: la guida passo per passo 

La creazione dei token non fungibili su Instagram sarà molto semplice, in maniera tale da renderli fruibili e utilizzabili in modo divertente anche ad un pubblico meno tecnologico. Tuttavia, creare un asset digitale con un valore economico che rimane costante o aumenta nel tempo non è altrettanto facile. 

Il rischio è che creators e influencer, che non hanno la necessaria esperienza per creare modelli di business legati ad NFT sostenibili nel tempo, possano creare collezioni che azzereranno rapidamente il loro valore. Per questo motivo, chi vuole investire deve sempre puntare su un progetto che abbia delle utility e una prospettiva di medio-lungo termine.

Ad ogni modo, per pubblicare NFT su Instagram, si deve prima di tutto possedere un NFT e un portafoglio digitale. Solo così si sarà poi in grado di coniare oggetti da collezione digitali direttamente all’interno del proprio account Instagram, anche se questa funzione è ancora in fase di sviluppo, al momento. 

In tutto questo, Adam Mosseri, capo di Instagram, ha dichiarato a maggio che Meta non addebiterà alcuna commissione per la pubblicazione o la condivisione di oggetti da collezione digitali su Instagram o Facebook. Tuttavia, le cose potrebbero cambiare in futuro, non appena il conio sarà disponibile, poiché le tariffe del gas saranno coinvolte nella registrazione di nuovi NFT su una blockchain.

Primo step: collegare il portafoglio digitale al social 

Per pubblicare un NFT su Instagram, la prima cosa di cui si ha bisogno è un portafoglio digitale, cioè l’app che consente di inviare e ricevere transazioni elettroniche, beni fungibili come le crypto e beni non fungibili come gli NFT. 

Instagram allo stato attuale supporta più portafogli digitali, ma si potranno condividere solo gli NFT archiviati in Trust Wallet, Rainbow o Phantom sul feed Instagram. I portafogli hardware, come ad esempio Ledger, purtroppo non sono supportati in questo momento.

Ad ogni modo, una volta selezionato il proprio portafoglio digitale, si deve accedere all’account Instagram, andare sul proprio profilo e selezionare la scheda “oggetti da collezione digitali” nelle impostazioni. Da qui, si visualizza l’opzione per connettere un portafoglio digitale al fine di avviare il processo di verifica e condividere gli NFT su Instagram. 

A questo punto, è necessario cliccare su “Connetti portafoglio” e ci saranno alcuni passaggi per selezionarlo. 

Secondo step: scegliere l’NFT da pubblicare 

Questo secondo passaggio è abbastanza semplice: basta andare nelle impostazioni dalla pagina del profilo e selezionare “Oggetti da collezione digitali” dal menu. A questo punto si è indirizzati a una nuova pagina, che elenca tutti gli NFT attualmente disponibili dal portafoglio digitale collegato. 

Terzo step: didascalia, hashtag e informazioni sulla proprietà 

Il terzo passaggio è facoltativo tanto quanto importante, perchè in molti casi la viralità di un qualsiasi post Instagram dipende anche dai fattori che stiamo per elencare. Ovvero: aggiungere una didascalia e degli hashtag al collezionabile digitale scelto.

Come anticipato, non è un passaggio obbligatorio ma spesso consigliato o scelto dagli utenti stessi, in quanto una didascalia corretta e degli hashtag mirati possono aiutare l’NFT, e non solo, ad indicizzarsi correttamente nella piattaforma. In poche parole: arrivare a più persone possibili. 

Ultimo step: condividere l’NFT, e, se si vuole, venderlo su Instagram 

Una volta portati a termine i passaggi precedenti non resta che cliccare su “Condividi” per rendere la propria opera visibile a tutti nel feed di Instagram. Inoltre, una volta che il nuovo post è pubblicato sul feed, si nota un nuovo segno di spunta nell’angolo in alto a destra dell’immagine. 

Lo stesso segno di spunta apparirà anche in basso a sinistra dell’immagine se visualizzata a grandezza naturale, a indicare che si tratta di un oggetto da collezione digitale. Se si seleziona l’icona, verrà visualizzato un nuovo pannello per fornire ulteriori informazioni sull’NFT, come la proprietà e l’origine.

Durante la visualizzazione degli NFT su Instagram, si noterà un nuovo effetto luccicante bianco sull’immagine, a conferma che si tratta di un oggetto da collezione digitale. Infine, se si vuole si può scegliere di mettere in vendita l’NFT su Instagram. 

Attenzione, però, perchè per portare a termine anche questa fase è prima di tutto necessario avere un account Business o Creator. Poi, collegare un portafoglio digitale che supporta la blockchain Polygon, creare il collezionabile su Instagram. (In quanto, attualmente, solo gli oggetti da collezione creati su Instagram possono essere venduti su Instagram). E, infine, selezionare l’opzione di vendita durante la creazione. 

Ad ogni modo, anche questa opzione è ancora in fase di sviluppo al momento.

Alessia Pannone

Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.