Josh Gilbert di eToro pubblica le prime analisi del 2023 per Bitcoin
Josh Gilbert di eToro pubblica le prime analisi del 2023 per Bitcoin
Bitcoin

Josh Gilbert di eToro pubblica le prime analisi del 2023 per Bitcoin

By Andrea Porcelli - 10 Gen 2023

Chevron down
Ascolta qui
download

Guardando indietro al 2022, Bitcoin e le altre criptovalute hanno sofferto molto, ma l’analista di eToro Josh Gilbert dà la sua analisi per il 2023, con una tendenza più ottimista. 

L’inizio del nuovo anno è il momento adatto per rivedere le proprie strategie di mercato, lasciarsi alle spalle tutte le crisi del 2022 e ripartire con i nuovi investimenti. 

L’ultimo anno ha decisamente messo gli investitori in una posizione molto scomoda, dal crollo dell’ecosistema Terra/Luna al fallimento a sorpresa di FTX. 

A risentirne di più è stato Bitcoin, che influenzato da questi fattori esterni, nel 2022 ha visto il suo asset perdere circa il 65%. Secondo Josh Gilbert però, seppur calante Bitcoin non sta uscendo fuori dai supporti e questo potrebbe significare un potenziale trend positivo per la criptovaluta più capitalizzata al mondo.  

Il futuro del Bitcoin secondo il market analyst di eToro

L’inizio del 2023 ha spinto il Bitcoin sopra i 17.000 dollari, il risultato combacia con i dati positivi sull’occupazione degli Stati Uniti, che lascia intendere che gli USA possono evitare la recessione. 

L’inflazione è uno dei fattori principali che guida il mercato intero compreso il Bitcoin, questa settimana è previsto un calo dell’IPC (Indice Prezzi al Consumo) degli Stati Uniti

Un evento che potrebbe guidare il mercato positivamente, dando una spinta verso l’alto a questo 2023.

Se l’inflazione continuasse a scendere costantemente, gli investitori sarebbero senza alcun dubbio più motivati e il mercato avrebbe il giusto stimolo a virare in una tendenza positiva. 

Bitcoin e le altre criptovalute nel 2022 hanno solo subito cali drastici dovuti a fattori esterni ai loro assets, infatti le criptovalute nel corso dello scorso anno hanno di netto migliorato i loro indici di sicurezza, di usabilità da parte dei consumatori, virando anche verso una maggiore attenzione all’ambiente. 

Basti pensare alle grandi innovazioni avviate con il Lightning Network di Bitcoin e il Merge di Ethereum

Dunque, c’è poco da dire per quanto riguarda Bitcoin, Gilbert è ottimista in un potenziale trend di rialzo, che vedrà la criptovaluta dominare il mercato ancora una volta. 

I possibili trend secondo Josh Gilbert

Se questo 2023 fosse davvero pronto a tassi di inflazione bassa, e tassi d’interesse altrettanto bassi, Josh Gilbert insieme ad eToro, hanno fornito vari trend potenzialmente affidabili per il nuovo anno. 

Innanzitutto il potenziale mercato rialzista: è chiaro che se Bitcoin e altre criptovalute assumano un trend positivo, di conseguenza tutto il mercato verrebbe influenzato da questi trend. Perciò, ciò che Josh Gilbert lascia intendere è una possibile fine del bear market, e l’inizio di un trend di mercato rialzista. 

“Gli investitori lungimiranti vedranno questo mix come il passo per il prossimo mercato rialzista. Penso che possiamo iniziare a sembrare meno difensivi man mano che l’inflazione inizia a scendere”.

Poi un consiglio che Josh Gilbert ha fornito, è quello della diversificazione, ossia un portafoglio diversificato. Infatti, secondo l’analista di mercato, un portafoglio diversificato può portare ad investimenti potenzialmente più affidabili e senza dubbio più sicuri. 

Consiglia dunque di investire su nuovi mercati tramite ETF e panieri basati su piattaforme:

“Sebbene gli asset abbiano un tema in comune, possono abbracciare diversi sottosettori, regioni e persino diverse classi di attività”

L’energia pulita è uno dei trend più in voga per quanto riguarda le blockchain e le criptovalute.

A darci un’altra certezza ci pensa Josh Gilbert:

Ciò dimostra chiaramente che gli investitori stanno adottando una mentalità a lungo termine”, afferma Gilbert. “Potremmo non vedere alcuni dei titoli di energia rinnovabile realizzarsi davvero per molti anni, ma queste tendenze non sono a breve termine e probabilmente saranno una parte importante della vita degli investitori per molti anni”.

Gli investimenti sull’energia pulita sono in crescita esponenziale, e secondo molti l’energia pulita è il tema centrale d’investimento nel 2023.

Come ultimo trend Nel 2023, Gilbert prevede un maggiore interesse per i CFD come mezzo per la diversificazione. Ora, i CFD non sono un investimento diretto in un asset. Piuttosto, sono un contratto di trading che consente agli investitori di realizzare guadagni o perdite a seconda delle variazioni di prezzo dell’attività sottostante.

“Uno dei più grandi peccati capitali che i principianti fanno nel trading di CFD è aprire posizioni senza una strategia definita”, afferma Gilbert. “Crea e testa le strategie di trading CFD prima di impegnare troppi soldi nel tuo conto di trading.”

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.