HomeTradingSolana, Bitcoin, Ethereum: le previsioni sul prezzo delle crypto

Solana, Bitcoin, Ethereum: le previsioni sul prezzo delle crypto

In attesa dei dati nelle ultime ore i prezzi di Bitcoin ed Ethereum e delle altre principali criptovalute si muovono attorno alla parità, se consideriamo i prezzi fissati all’apertura della settimana, mentre tra i principali asset continua a farsi notare Solana (SOL); vediamo quindi le previsioni dei prezzi per queste tre crypto.

Negli ultimi due mesi il mercato delle criptovalute è stato fortemente influenzato dai dati macro positivi, poiché gli operatori si aspettano un’economia in salute, anticipando le decisioni di politica monetaria da parte della Federal Reserve degli Stati Uniti e della Banca Centrale Europea. 

Questi dati continueranno a essere cruciali perché guideranno le decisioni future della Fed e di conseguenza la struttura degli investimenti anche per il settore crittografico.

Le decisioni della FED e il suo impatto sui prezzi delle crypto

Questa attenzione ai dati macro degli operatori crittografici è stata confermata anche negli ultimi due giorni dopo che la Fed ha annunciato che avrebbe ridotto gli aumenti dei tassi di interesse a 25 punti base, in linea con le aspettative degli operatori. 

Questa decisione ha spinto al rialzo i prezzi di Bitcoin e di altri asset digitali ai massimi degli ultimi mesi. Tuttavia, la decisione della BCE di ieri ha rallentato il rialzo delle criptovalute, facendo registrare un piccolo passo indietro ai prezzi che sembra più una pausa per riprendere fiato anziché un ripensamento.

I trader sembrano aver scelto di attendere a fare nuove offerte di acquisto poiché i prossimi dati sui salari non agricoli (NFP), previsti per oggi, potrebbero avere un impatto significativo sul prezzo del Bitcoin. 

Come cambia l’economia statunitense e le previsioni per le crypto

Il rapporto sui salari fornirà un quadro migliore sulle condizioni dell’economia statunitense e se dovesse mostrare una forte crescita dell’occupazione andrebbe ad influenzare la posizione accomodante della Fed nelle prossime riunioni, il che sarebbe un segnale positivo per gli investitori in Bitcoin.

Oltre ai dati sui salari non agricoli, anche altri indicatori economici come ISM Services PMI e Final Services PMI potrebbero influenzare i prezzi di Bitcoin. Gli investitori dovrebbero prestare molta attenzione a questi rapporti al fine di prendere decisioni informate sul loro investimento in criptovalute.

Gli analisti prevedono un aumento di 220.000 posti di lavoro non agricoli negli Stati Uniti e un’espansione del tasso di disoccupazione al 3,6%. La retribuzione oraria media è prevista aumentare al 4,9% annuo, pur rimanendo invariata allo 0,3% su base mensile. 

Questo aumento della domanda di lavoro che supera l’offerta potrebbe tradursi in indici dei prezzi più elevati, il che potrebbe controbilanciare le aspettative di un rallentamento dell’inflazione.

Se nei prossimi due giorni del fine settimana alle porte, le quotazioni dovessero mostrare un andamento improntato al rialzo, si tratterebbe della 5a settimana consecutiva al rialzo. 

Era agosto del 2021 quando il Bitcoin riuscì a mettere a segno un filotto di 5 settimane al rialzo. In quel periodo le quotazioni di BTC sfiorano i 50.000 USD mentre Ethereum raggiunse i 3.300 USD iniziando a spiccare il volo raggiungendo tre mesi dopo – novembre 2021 – i record assoluti dei 4.860 USD.

In generale, il mercato crittografico si avvia a chiudere un’altra settimana positiva in scia all’andamento positivo di gennaio. 

Solana: le previsioni per la crypto

Tra i principali asset continua a farsi notare Solana (SOL) proseguendo il recupero delle perdite accumulate tra novembre e dicembre a causa del fallimento dell’exchange FTX che ha direttamente coinvolto SOL per il diretto coinvolgimento con gli investimenti del suo mentor Sam Bankman Fried. Nell’ultima settimana SOL è riuscita a rivedere i 26 USD per la prima volta da novembre. Al momento della scrittura il prezzo di SOL è sceso sotto i 24,5 USD, registrando un rialzo del 140% dall’inizio del nuovo anno.

Tra le Top 15 per capitalizzazione conquista il podio Avalanche (AVAX) con un rialzo che sfiora il 20% dai livelli dello scorso venerdì. Il token nativo della blockchain strutturata per applicazioni decentralizzate e tra le principali concorrenti di Ethereum, nell’ultima settimana è riuscita a rivedere i 22 USD dopo cinque mesi dall’ultima volta.

Previsioni prezzo Bitcoin

Il prezzo di Bitcoin (BTC) continua ad attirare l’attenzione del mondo finanziario. Attualmente quotato a $23.480 con un volume di scambi nelle ultime 24 ore di $29 miliardi, Bitcoin con una capitalizzazione di mercato di oltre $452 miliardi mantiene il 42% del mercato totale, la quota di mercato più alta dallo scorso luglio.

Dal punto di vista tecnico Bitcoin si sta attualmente dirigendo verso un’area di supporto immediato di $23.300. Se questo livello viene infranto, ulteriori vendite potrebbero spingere il prezzo a $23.000, dove una linea di tendenza al rialzo potrebbe fornire supporto.

Gli indicatori tecnici, come RSI e MACD, continuano a segnare una tendenza alla vendita, il che significa che un’ulteriore pressione di vendita potrebbe spingere il prezzo di Bitcoin verso il basso. 

Tuttavia è necessario considerare la possibilità di proseguire al rialzo. Infatti un recupero dei 24k USD supportato dagli acquisti proietterebbe i prezzi verso la resistenza di medio-lungo periodo dei 24.500 USD dove potrebbero iniziare importanti prese di profitto per le posizioni in acquisto aperte nelle ultime settimane. Per questo motivo è necessario inserire alert operativi per seguire anche distratti le quotazioni durante il fine settimana.

Previsioni prezzo Ethereum

Nelle ultime 24 ore il prezzo di ETH è riuscito a salire a 1.715 USD per la prima volta dal 14 settembre riuscendo a rompere per poche ore la resistenza costruita con i massimi relativi di inizio novembre.

Rottura che anziché sostenere una nuova spinta rialzista è stata un’occasione per prendere profitto. Gli indicatori in ipercomprato hanno accompagnato le quotazioni ad una brusca discesa respingendo in poco tempo i prezzi sotto i 1.640 USD nella stessa giornata di ieri.

Per il fine settimana è necessario consolidare i prezzi sopra i minimi di ieri per prepare il terreno di fiducia per i nuovi acquisti. 

Federico Izzi
Federico Izzi
Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS