HomeCriptovaluteBitcoinBitcoin: El Salvador rilascia la prima licenza per i Digital Asset

Bitcoin: El Salvador rilascia la prima licenza per i Digital Asset

Ieri, Bitfinex Securities ha annunciato di aver ricevuto da El Salvador la prima licenza per Bitcoin e Digital Asset rilasciata dallo Stato centroamericano. 

Infatti, solo di recente El Salvador ha approvato la nuova legge sui titoli per gli asset digitali, con il nuovo quadro normativo in vigore solamente a partire dall’inizio di quest’anno. 

La prima licenza emessa in assoluto in tal senso è quella nei confronti di Bitfinex Securities, società che fa capo al gruppo iFinex (Bitfinex, Tether) e che si occuperà di emettere i Bitcoin Bond dello Stato centroamericano. 

Bitfinex Securities: El Salvador e la licenza per Bitcoin e Digital Asset

Bitfinex Securities è quindi diventato il primo exchange di asset digitali completamente regolamentato a ricevere una licenza per gli asset digitali in El Salvador. 

La licenza è stata rilasciata ai sensi della Digital Asset Securities Law (DASL), e consentirà a Bitfinex di emettere titoli tokenizzati sul mercato salvadoregno. 

Grazie a ciò, imprese grandi e piccole, e governi, potranno raccogliere capitali in un mercato regolamentato con regole chiare stabilite dalla DASL, emettendo titoli tokenizzati. Oltretutto la DASL stabilisce anche regole per nuovi tipi di titoli tokenizzati, oltre alle azioni, come attività fruttifere ed altri prodotti di investimento. 

Uno di questi titoli sarà proprio il Bitcoin Bond, o Volcano Bond, governativo di El Salvador

L’obiettivo di Bitfinex Securities è quello di diventare leader nell’innovativo settore degli asset tokenizzati, così da poter offrire anche alle piccole e medie imprese l’opportunità di sfruttare i mercati globali per raccogliere capitali. 

L’exchange fornirà servizi che consentiranno l’accesso a nuove fonti di finanziamento, ampliare al tempo stesso l’accesso per gli investitori ad una nuova serie di prodotti finanziari innovativi. 

Nel comunicato ufficiale scrivono: 

“Rimaniamo inoltre fedeli alla visione di El Salvador e del presidente Bukele per l’adozione di Bitcoin. Continueremo a sostenere la rivoluzione finanziaria di El Salvador assistendo sforzi educativi come Mi Primer Bitcoin, tecnologie Layer 2 come Lightning Network e RGB e come fornitore di tecnologia per il tanto atteso token Volcano di El Salvador”. 

Gli asset tokenizzati: dal mondo reale a quello blockchain

Tokenizzare asset come titoli o bond porta vantaggi prima d’ora semplicemente non esistenti. 

Per prima cosa rende accessibile il mercato secondario delle azioni a società che fino ad oggi ne sono state escluse. Infatti tokenizzare le azioni rende possibile mettere in vendita facilmente i token su exchange specializzati in asset digitali, mentre portare le azioni sulle borse tradizionali rimane estremamente difficile e costoso. 

Inoltre consente gli acquisti anche di frazioni di asset digitali, rendendo possibile l’accesso ai mercati degli asset digitali anche ai piccoli o piccolissimi risparmiatori. 

Si tratta di una specie di fusione tra il mercato finanziario tradizionale e quello crypto, dove tutto risulta essere un po’ più semplice e più alla portata di tutti. 

Di fatto i titoli tokenizzati sono potenzialmente una vera e propria rivoluzione finanziaria, perchè costituiscono un balzo in avanti tecnologico consentito dall’utilizzo di nuove tecnologie come la blockchain. 

Inoltre, grazie a normative come la DASL salvadoregna, possono essere scambiati su mercati regolamentati, in modo istantaneo, sicuro e verificato. 

Oltretutto, offrono anche l’auto-custodia e gli scambi P2P, su mercati aperti 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno. Questi sono tutti vantaggi che i mercati tradizionali semplicemente non offrono. 

El Salvador e la storia con Bitcoin e i crypto-asset

Secondo Bitfinex Securities, El Salvador è ormai la prima sede credibile al mondo per un nuovo e dirompente mercato globale delle security tokenizzate.

Tutto ovviamente ha inizio a settembre del 2021, quando lo Stato centroamericano adottò ufficialmente Bitcoin come moneta a corso legale, accanto al dollaro USA (El Salvador non ha una sua moneta). 

Questo ha spalancato le porte nel Paese all’adozione di massa della tecnologia blockchain, consentendo alla piccola nazione di diventare l’hub crypto più importante dell’America Latina. 

È evidente che la strategia del governo Bukele è proprio quella di insistere su questa strada, in modo da attrarre non solo capitali, ma soprattutto imprese innovative che stanno cercando di costruire un sistema finanziario innovativo basato sulle nuove tecnologie. 

Per ora tale strategia sembra funzionare, anche se si tratta di un percorso lungo fatto di tanti piccoli risultati che vengono accumulati mese dopo mese. 

Le security tokenizzate sono potenzialmente un mercato mondiale, ed il fatto che El Salvador ad oggi sembra essere ancora l’unica sede credibile al mondo per questo mercato, grazie alla sua innovativa Digital Asset Securities Law, lo rende una nazione dalle enormi potenzialità di sviluppo. 

Non bisogna dimenticare che El Salvador è un paese povero, con un PIL pro-capite ancora inferiore ad esempio a quello dell’Iraq, del Libano o del Vietnam. La strada intrapresa dal governo Bukele potrebbe essere in grado di far uscire il Paese da questa terribile condizione che ha radici storiche molto antiche e profonde. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS