HomeCriptovaluteNews e prezzi delle crypto DeRace (DERC), Inject (INJ) e Helium (HNT)

News e prezzi delle crypto DeRace (DERC), Inject (INJ) e Helium (HNT)

Nell’articolo approfondiremo le news, i prezzi e le statistiche di mercato delle crypto DeRace (DERC), Inject (INJ) e Helium (HNT). 

Vedremo nel particolare come le notizie più recenti abbiano influenzato l’andamento dei prezzi dei tre progetti. 

Le recenti performance delle crypto DeRace (DERC), Inject (INJ) e Helium (HNT)

Partiamo oggi con DeRace, un progetto nato nel settembre del 2021. L’ultimo mese di DeRace non sembra essere dei migliori, il token DERC ha perso il 22,11% del suo valore, portando il prezzo a 0,18 USD.

Il progetto non sembra recuperare dal bear market degli anni passati, ma allo stesso tempo non tenta di innovarsi, a tal punto non abbiamo trovato nessuna news recente riguardante DeRace. 

Per quanto riguarda le statistiche di mercato, la capitalizzazione di mercato è di 16,4 milioni di dollari con un volume di scambio (nelle ultime 24 ore) di 492.797,01 dollari. L’offerta in circolazione del 92,4 milioni di DERC.

Passiamo, invece, a chi nell’ultimo mese ha rispecchiato a pieno la fine del bear market: Inject (INJ). Il progetto in soli 30 giorni ha aumentato il suo valore del 117%, portando il prezzo del token ad un valore di 8,76 USD. 

Le statistiche di mercato relative a Inject vedono la capitalizzazione di mercato a 700 milioni di dollari, con un volume scambiato nelle ultime 24 ore di 332,4 milioni di dollari.

L’offerta in circolazione è di 80 milioni di token INJ, con un tempo di detenzione medio di 13 giorni.

Sebbene il prezzo è lontano dal suo massimo storico di 25,01 dollari, la strada è quella giusta per recuperarlo.

Per quanto riguarda Helium, abbiamo già discusso giorni fa l’andamento mensile in un articolo, dunque ci limiteremo a vedere le performance dell’ultima settimana. 

Helium ha di recente migrato i suoi hotspot sulla rete Solana, nelle prossime settimane perciò vedremo quali saranno gli effetti sul token. 

Per ora, HNT ha registrato solamente un aumento del 2,7% negli ultimi 7 giorni, con un prezzo fermo a 1,83 USD. 

Celer Network ha integrato il supporto per il bridging a Injective 

Celer Network, piattaforma leader nello scaling layer-2, ha annunciato il successo dell’integrazione del supporto iniziale di bridging per Injective, una delle catene più importanti dell’ecosistema Cosmos per valore totale bloccato (TVL). 

Questa mossa segna una pietra miliare significativa per Celer Network, che espande le sue capacità per consentire il bridging cross-chain per diversi asset, tra cui INJ, ATOM, ASTR e DOT, tra Injective e Astar, così come nei più ampi ecosistemi Cosmos e Polkadot.

Grazie a questa integrazione, gli utenti possono ora trasferire gli asset tra catene diverse senza soluzione di continuità, sfruttando la rapidità della finalizzazione, i costi contenuti e i servizi sicuri di Celer Network.

L’integrazione del supporto bridging iniziale per Injective è un passo essenziale per liberare il pieno potenziale degli ecosistemi Cosmos e Polkadot e realizzare il loro potenziale di interoperabilità.

Gli ecosistemi Cosmos e Polkadot sono tra le reti blockchain più importanti, con un TVL combinato di oltre 60 miliardi di dollari. 

L’integrazione della soluzione di scaling layer-2 di Celer Network con Injective consentirà agli utenti di sfruttare appieno il potenziale di questi ecosistemi, permettendo loro di trasferire asset tra le catene ed esplorare nuove opportunità senza soluzione di continuità.

La soluzione di scaling layer-2 di Celer Network offre agli utenti una rapida finalizzazione, costi ridotti ed elevata sicurezza. 

Grazie alla sua architettura unica, Celer Network consente transazioni rapide e sicure, permettendo agli utenti di inviare e ricevere asset in tempo reale. 

Inoltre, la soluzione di layer-2 scaling di Celer Network riduce anche la congestione sulla blockchain, consentendo agli utenti di godere di transazioni veloci e senza interruzioni anche durante i periodi di alta congestione della rete.

L’integrazione del supporto iniziale per Injective è solo l’inizio per Celer Network, che continua a espandere le proprie capacità e a collegare altre catene all’interno degli ecosistemi Cosmos e Polkadot. 

Man mano che Celer Network espanderà la sua presenza, contribuirà a sbloccare il pieno potenziale di questi ecosistemi, consentendo agli utenti di accedere a nuove opportunità e di sfruttare appieno il potenziale della tecnologia blockchain.

Gli effetti di Helium su Solana 

Solana, una piattaforma blockchain progettata per le transazioni ad alta velocità e le applicazioni decentralizzate, ha recentemente registrato un significativo incremento nel suo panorama degli NFT grazie alla migrazione degli hotspot Helium (HNT). 

Come parte del processo di migrazione, oltre 350.000 hotspot Helium sono stati coniati come NFT su Solana, con il potenziale di avere un impatto significativo sull’ecosistema NFT della piattaforma.

Prima di approfondire l’impatto della migrazione di Helium sul panorama degli NFT di Solana, è essenziale comprendere il ruolo degli hotspot Helium nella rete Helium. 

Gli hotspot Helium sono dispositivi fisici che forniscono connettività wireless ai dispositivi IoT.

Utilizzano una combinazione di tecnologia LoRaWAN e LongFi per creare una rete wireless a basso consumo e a lungo raggio che può connettere dispositivi fino a diversi chilometri di distanza.

Nell’ambito della migrazione da Ethereum a Solana, Helium ha coniato ciascuno dei suoi hotspot come NFT sulla blockchain di Solana. 

Ciò significa che ogni hotspot esiste ora come bene digitale unico che può essere acquistato, venduto e scambiato sul mercato NFT di Solana.

La migrazione degli hotspot Helium a Solana ha dato un notevole impulso all’ecosistema NFT della piattaforma per diversi motivi.

In primo luogo, la migrazione di oltre 350.000 hotspot Helium a Solana ha aumentato significativamente il numero di NFT disponibili sulla piattaforma. 

Questo aumento dell’offerta ha il potenziale di far scendere il prezzo degli NFT su Solana, rendendoli più accessibili a un pubblico più ampio. 

Inoltre, la migrazione ha portato su Solana un gran numero di nuovi utenti, molti dei quali non erano precedentemente attivi sulla piattaforma.

In secondo luogo, la migrazione degli hotspot Helium su Solana ha introdotto un nuovo tipo di NFT sulla piattaforma. 

Gli hotspot Helium sono beni digitali unici che hanno un caso d’uso specifico nella rete Helium. 

Tuttavia, possono anche essere utilizzati come garanzia per prestiti e altri strumenti finanziari, il che li rende un bene prezioso da detenere. 

L’introduzione degli hotspot Helium come NFT su Solana ha ampliato la gamma di asset disponibili sulla piattaforma e ha offerto agli utenti nuove opportunità di investimento.

Infine, la migrazione degli hotspot Helium su Solana ha dato un notevole impulso alla credibilità della piattaforma nello spazio NFT. 

Helium è un progetto consolidato con una forte comunità e la sua decisione di migrare a Solana è un voto di fiducia nella tecnologia e nell’ecosistema della piattaforma. 

Questa maggiore credibilità probabilmente attirerà altri progetti e utenti sul mercato NFT di Solana, favorendo ulteriormente la crescita e lo sviluppo della piattaforma.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS