HomeCriptovaluteMiningBitcoin mining: la SEC cita ancora in giudizio Marathon Digital

Bitcoin mining: la SEC cita ancora in giudizio Marathon Digital

La Marathon Digital, società nordamericana di Bitcoin mining, è stata nuovamente citata in giudizio dalla US Securities and Exchange Commission (SEC).

Bitcoin mining e il mandato di comparizione della SEC per la Marathon Digital

Secondo quanto riportato, la Marathon Digital, società di Bitcoin mining, ha ricevuto ancora dalla SEC degli USA un mandato di comparizione. 

La causa per cui la SEC abbia citato ancora in giudizio la Marathon Digital pare sia per presunte violazioni delle leggi sui titoli.

Marathon Digital è sotto osservazione da parte della SEC già a partire dallo scorso novembre 2021, quando era stato inviato il primo mandato di comparizione.

A tal proposito, l’azienda di Bitcoin mining ha così dichiarato: 

“i nostri controlli e procedure di divulgazione non erano efficaci al livello di ragionevole garanzia al 31 marzo 2023, e con le debolezze materiali scoperte, si potrebbe creare una ragionevole possibilità che un’inesattezza materiale nei nostri bilanci consolidati o nelle informazioni, non sia stata prevenuta o rilevata tempestivamente”.

In pratica, la Marathon Digital ha individuato queste debolezze materiali su quattro aree contabili specifiche, tra cui il consolidamento, la svalutazione delle attività digitali, la dismissione di immobili e attrezzature e le considerazioni del principale rispetto all’agente nella rilevazione dei ricavi.

Bitcoin mining: Marathon Digital collabora con la SEC

In generale, la società di mining di Bitcoin, Marathon Digital, ha dichiarato che sta “collaborando con la SEC” sulla questione, che riguarda il suo centro dati di Hardin, nel Montana.

Non solo, insieme al presente documento, la Marathon ha anche pubblicato i suoi risultati finanziari del primo trimestre 2023. 

“Ecco i dati finanziari e operativi salienti del 1° trimestre 2023 di $MARA

– Ricavi = 51,1 milioni di dollari;

– EBITDA Adj. = 18,6 milioni di dollari;

– Liquidità ed equivalenti non vincolati = 124,9 milioni di dollari;

– Disponibilità di Bitcoin = 11.466 BTC;

– Aumento del tasso di hash energizzato del 64% a 11,5 EH/s;

– Aumento della produzione di #Bitcoin del 41% a 2.195 BTC”

“Aumentando il nostro hash rate più velocemente rispetto al resto della rete e migliorando il nostro uptime, abbiamo anche aumentato la nostra produzione di bitcoin. Nei primi tre mesi di quest’anno abbiamo prodotto la cifra record di 2.195 bitcoin, con un aumento del 74% rispetto all’anno precedente”.

La società ha dichiarato di aver registrato una perdita netta di 7,2 milioni di dollari, pari a 0,05 dollari per azione, nel trimestre che va dal primo gennaio al 31 marzo 2023. Tale cifra rimane in aumento rispetto alla perdita netta di 12,9 milioni di dollari, pari a 0,12 dollari per azione, registrata nello stesso periodo dell’anno prima (primo trimestre 2022). 

Inoltre, il fatturato di Marathon è stato di 51,1 milioni di dollari per il trimestre, leggermente inferiore ai 51,7 milioni di dollari dell’anno precedente; l’azienda ha dichiarato che “l’aumento della produzione di Bitcoin è stato più che compensato dal calo dei prezzi dei Bitcoin nel periodo dell’anno in corso”.

Le riserve di Bitcoin

Come dichiarato, Marathon Digital dovrebbe possedere al 31 marzo 2023 ben 11.466 BTC, come riserva Bitcoin

Un numero di accumulo che pare sia iniziato tempo fa, quando già nel gennaio 2021, Marathon aveva effettuato un acquisto di 4.812,66 BTC per un totale di 150 milioni di dollari, al prezzo medio di 31.167,80$.

Un’altra società che non si è mai fermata ad accumulare la sua riserva di Bitcoin è MicroStategy di Michael Saylor. E infatti, proprio all’inizio del secondo trimestre 2023, MicroStategy avrebbe dichiarato di detenere più di 138.955 BTC di riserva, per un costo totale di oltre 4,1 miliardi di dollari.

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS