HomeCriptovaluteAltcoinCrypto: calo dell’82% degli utenti attivi sulla coin Shiba Inu

Crypto: calo dell’82% degli utenti attivi sulla coin Shiba Inu

Brutte notizie per Shiba Inu coin che vede diminuire drasticamente il numero di indirizzi attivi nello scambio della crypto. 


Dal picco registrato nel 2021 fino ad oggi si è registrato un calo degli utenti dell’82%, dimostrando poco interesse nella memecoin.
La discesa di questa metrica segue quella del prezzo della crypto, sotto del 90% rispetto i massimi storici.

Shiba Inu coin : riduzione degli indirizzi che holdano la crypto

Negli ultimi due anni Shiba inu coin ha passato un momento davvero difficile: la crypto oltre che vedere deprezzato il proprio valore registra una grave diminuzione dell’interesse da parte della propria community.


Nel dettaglio, mentre i prezzi sono passati in discesa del 90% dal proprio massimo storico toccato ad ottobre 2021, il numero degli indirizzi attivi ha visto un grave calo passando da 756.000 a 129.000 unità. Si tratta di una diminuzione di oltre 600.000 indirizzi pari al -82%.

Ricordiamo che con il termine “indirizzi attivi” si intendono portafogli che recentemente hanno svolto trasferimenti di crypto come mittente o ricevente.

Questi, sebbene a maggio 2023 sono più che raddoppiati rispetto al mese precedente, segnano valori 5 volte minori rispetto all’ATH della moneta, con un trend generale palesemente ribassista.


Nell’ultimo anno, a parte qualche eccezione, non si è mai registrato un vero e proprio ritorno della fomo sulla memecoin, nonostante la spinta data con la mania della crypto PEPE.


Tutto ciò fa riflettere assiduamente gli holder di Shiba Inu coin visto che la crypto durante il periodo della sua esplosione  tra marzo e maggio 2021 aveva registrato un incremento di utenti del 2.850% passando da 18.600 a oltre 550.000 indirizzi attivi.


Tempi d’oro come quelli, probabilmente non torneranno più.

Anche i dati sul numero di NUOVI indirizzi sono crollati rispetto ad ottobre 2021: in due anni il numero di nuove crypto entità che hanno avuto un bilancio in Shiba Inu coin sono passate 537.000 a 89.500 su base mensile.


Ciò significa che non c’è più quell’ottimismo e quella voglia di entrare sul mercato caratteristica del periodo della bull run del 2021. Gli investitori del passato sono scettici ed hanno abbandonato il mondo altcoin, nel frattempo nuovi utenti non si fidano e preferiscono rimanere ad osservare.


Ad ogni modo c’è comunque da sottolineare la positività degli ultimi mesi con un incremento di 52.180 indirizzi da maggio fino a luglio.


Lungi dal tornare al momento del massimo splendore, ma comunque una piccola ripresa rispetto ad un periodo privo di stimoli.

Analisi dei prezzi di SHIBA INU

La discesa del numero di indirizzi attivi e nuovi indirizzi su Shina Inu coin (SHIB) è giustificata dalle performance deludenti dei prezzi per la crypto, che si posiziona come una delle peggiore monete per perdite di valore.


Tra gennaio e giugno 2023 SHIB si è posizionata come seconda peggior criptovaluta per rendimento tra le 10  valute più capitalizzate del mercato, prendendo circa l’11%.
Davanti a lei solo Toncoin (TON) che ha registrato un calo dei prezzi del 36% nello stesso periodo.


Secondo i dati di IntoTheBlock, lo Shiba  crittografico ha portato più perdite che guadagni all’82% dei suoi possessori.

Le scarse prestazioni della crypto Shiba Inu sono caratteristiche di tutto il comparto memecoin, che vede apprezzamenti solo in determinati casi di euforia incontrollata, perdendo terreno nella maggior parte della sua esistenza.

Su 28 candele mesi, considerando come punto di partenza il listing su Binance, la coin ha segnato incrementi solo in 12 candele, di cui una con una pump del 830% e le altre 11 con incrementi poco consistenti. Gli altri 18 mesi hanno visto invece pesanti ribassi.
La maggioranza della price action è destinata alla distribuzione, con brevi interruzioni rialziste, destinata però a morire e ad essere soppresse dagli orsi.

Attualmente Shiba Inu coin ha prezzo di 0,00000898 dollari, con una capitalizzazione di 5,2 miliardi di dollari ed un volume di scambi nelle ultime 24 ore che si aggira intorno ai 230 milioni di dollari.


Per gli holders della moneta, le speranze di nuovi rialzista sono subordinate alla rottura del livello psicologico dei 0,00001 dollari  ed al ritorno dei prezzi al di sopra della media mobile esponenziale a 60 periodi su time frame settimanale posizionata a quota 0,0000112 dollari.


Una volta superati questi due ostacoli ci sarà il terzo a 0,000015 dollari, il cui superamento potrebbe verosimilmente dare spazio a movimenti importanti.


Sul fronte opposto gli shortisti possono trovare un’opportunità per aprire posizioni intorno ai 0,0000082 dollari con ampio spazio di manovra fino ai 0,0000065 dollari.


Superati al ribasso i 0,0000055 dollari, le cose si metterebbero davvero male per Shiba inu coin.

Alessandro Adami
Alessandro Adami
Laureato in "Informazione, Media e Pubblicità", da oltre 4 anni interessato al settore delle criptovalute e delle blockchain. Co-Fondatore di Tokenparty, community attiva nella diffusione di crypto-entuasiasmo. Co-fondatore di Legal Hackers Civitanova marche. Consulente nel settore delle tecnologie dell'informatica. Ethereum Fan Boy e sostenitore degli oracoli di Chainlink, crede fermamente che in futuro gli smart contract saranno centrali all'interno dello sviluppo della società.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS