HomeCriptovaluteBitcoinLe cronache di ottobre sulle criptovalute: impennata della volatilità del Bitcoin e...

Le cronache di ottobre sulle criptovalute: impennata della volatilità del Bitcoin e decorrelazione dei titoli azionari

Nel panorama in continua evoluzione delle criptovalute e della tecnologia blockchain, l’inizio di ottobre ha portato un cambiamento sismico, segnato dalla sorprendente impennata della volatilità del Bitcoin e dalla sua intrigante decorrelazione dalle azioni tradizionali. 

Approfondendo queste dinamiche di mercato, scopriamo una complessa interazione che promette di plasmare il futuro del mondo digitale e finanziario.

L’impennata della volatilità del Bitcoin: un’analisi dettagliata delle dinamiche di mercato di ottobre 

Il mese di ottobre ha inaugurato un periodo di straordinaria turbolenza sui mercati finanziari: Bitcoin, il pioniere del mondo crypto, ha registrato un’impennata notevole nella sua volatilità storica di 24 ore, con un’impennata del 340% il 2 ottobre 2023. 

Secondo gli analisti di Bitfinex, questa impennata di volatilità dovrebbe persistere per tutto il mese, ponendo le basi per una complessa interazione di fattori che influiscono sia sul Bitcoin che sui mercati finanziari tradizionali.

Decorrelazione dalle azioni

Uno degli sviluppi più interessanti degli ultimi tempi è la quasi completa decorrelazione del Bitcoin dalle azioni. Il BTC sembra aver raggiunto la parte inferiore del suo attuale range prima dell’indice S&P 500. 

Questa sorprendente decorrelazione, che ha portato il Bitcoin ad essere in linea con le azioni. Questa sorprendente decorrelazione, che ha raggiunto un valore massimo di 0,8 il 25 agosto e da allora è scesa a -0,5, indica che il Bitcoin e il mercato azionario statunitense si stanno muovendo in direzioni opposte. 

Uno scenario di questo tipo si verifica tipicamente quando una classe di asset sperimenta un improvviso sviluppo rialzista o ribassista, o quando le informazioni sui prezzi vengono incorporate a ritmi diversi.

L’inizio di ottobre ha visto la volatilità del Bitcoin salire a livelli raramente visti nella sua storia. La volatilità storica su 24 ore, come già detto, è aumentata di oltre il 340% il 2 ottobre. 

In particolare, questo aumento della volatilità supera la volatilità media degli ultimi 200 giorni, sottolineando le straordinarie condizioni di mercato.

Storicamente, il mercato azionario statunitense è sempre stato foriero di volatilità, con fluttuazioni che spesso si riversano su altri asset di rischio come il Bitcoin. 

Il VIX, l’indice di volatilità dell’S&P 500, ha toccato un minimo di tre anni e mezzo il 15 settembre 2023, per poi rimbalzare e superare il livello significativo di 18 in seguito. Questa volatilità nel mercato azionario ha posto le basi per l’aumento della volatilità del Bitcoin.

Approfondimenti del rapporto Bitfinex Alpha su Bitcoin e non solo

Il rapporto Bitfinex Alpha fornisce preziose indicazioni sulle attuali dinamiche di mercato. Evidenzia l’aspetto positivo della decorrelazione, dove il Bitcoin sembra aver toccato il fondo prima dell’S&P 500, uno sviluppo cruciale data la posizione di quest’ultimo intorno al livello di 4200 punti.

Si è verificato un cambiamento significativo nelle dinamiche degli investitori di Bitcoin. L’offerta di Bitcoin a breve termine è diminuita di quasi un milione di BTC dal 13 aprile 2023, mentre l’offerta dei detentori a lungo termine è aumentata di oltre un milione di BTC nello stesso periodo. 

Questo cambiamento sottolinea che il mercato favorisce gli investitori a lungo termine, segnalando una transizione nel panorama delle criptovalute.

Un esame del mercato delle opzioni sul BTC rivela che la volatilità implicita rimane al di sopra dei livelli storici. 

Questo dato si allinea con l’aumento della volatilità osservato nelle azioni statunitensi, riflettendo l’incertezza e il nervosismo che prevalgono sia nei mercati tradizionali che in quelli delle criptovalute.

Al di là del settore delle criptovalute, l’economia in generale presenta un quadro contrastante. Il mercato immobiliare mostra segni di stress, con un calo delle richieste di mutui e delle vendite di case in sospeso. 

D’altro canto, il settore manifatturiero statunitense sembra essere sulla via della ripresa, segnando la prima espansione in quasi un anno. 

Tuttavia, il mercato del lavoro statunitense accenna ad ammorbidirsi, con una crescita dei posti di lavoro attribuita in parte alle assunzioni stagionali e un calo dell’occupazione a tempo pieno.

In mezzo a queste turbolenze di mercato, le notizie dal mondo delle criptovalute rimangono diversificate. 

XRP di Ripple ha ottenuto una vittoria, in quanto un giudice ha respinto la mozione della SEC di appellarsi a una sentenza in cui si affermava che XRP non era commercializzato come un titolo per gli investitori al dettaglio. 

Tuttavia, l’ottimismo è smorzato dalla violazione della sicurezza di Stars Arena, una piattaforma di SocialFi basata su Avalanche, che ha causato una perdita sostanziale di token AVAX. 

Inoltre, Thorswap entra temporaneamente in “modalità manutenzione” dopo aver rilevato transazioni illecite legate all’hack FTX, facendo crollare il suo token nativo, RUNE.

Conclusioni

Il panorama di mercato di ottobre è caratterizzato dalla sorprendente impennata della volatilità del Bitcoin, dalla decorrelazione dalle azioni e dal cambiamento delle dinamiche degli investitori a favore dei detentori a lungo termine. 

Mentre la volatilità del Bitcoin continua a catturare l’attenzione, gli indicatori economici più ampi rimangono contrastanti, aggiungendo un elemento di incertezza ai mercati finanziari. Mentre navighiamo in queste acque turbolente, è evidente che le criptovalute e i settori finanziari tradizionali sono intrecciati in una complessa danza di volatilità e cambiamento.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS