HomeCriptovaluteEthereum News: $6 milioni di finanziamento al protocollo della privacy Nocturne

Ethereum News: $6 milioni di finanziamento al protocollo della privacy Nocturne

Tra le ultime crypto news, c’è il nuovo round di finanziamento da 6 milioni di dollari raccolto da Nocturne Labs, il protocollo della privacy che punta a portare i conti privati sulla blockchain pubblica di Ethereum.

Bain Capital Crypto e Polychain Capital hanno guidato il round, a cui hanno partecipato il co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin, Bankless Ventures, Hack VC, Robot Ventures e altri.

Ethereum News: il protocollo della privacy Nocturne e il round di finanziamento seed da $6 milioni 

Il protocollo della privacy, Nocturne Labs, ha chiuso il suo round di finanziamento seed con 6 milioni di dollari, con l’obiettivo di portare i conti privati sulla blockchain pubblica di Ethereum. 

“Siamo entusiasti di annunciare il nostro seed round da 6 milioni di dollari, co-condotto da 

@BainCapCrypto & @polychain con la partecipazione di @VitalikButerin e altri membri della comunità di Ethereum.Questo round finanzierà l’implementazione e lo sviluppo continuo di conti privati su Ethereum.”

A guidare tale round ci sono stati Bain Capital Crypto e Polychain Capital, insieme alla partecipazione di Vitalik Buterin, Bankless Ventures, Hack VC, Robot Ventures e altri. Nello specifico, pare che il presente finanziamento sia iniziato nel gennaio 2023, con la chiusura in agosto.

In pratica, il progetto della startup Nocturne Labs è costruire un protocollo che consente agli utenti di effettuare transazioni anonime all’interno dell’ecosistema Ethereum. 

Il lancio del nuovo protocollo è previsto per la seconda metà di novembre, e dovrebbe combinare tecnologie blockchain come le Zero-Knowledge Proof, le astrazioni di account e gli indirizzi stealth per riuscire nella sua missione. 

In questo senso, Nocturne Labs potrebbe competere con altri protocolli incentrati sulla privacy come Aztec o Railgun. 

Ethereum News: come funziona il nuovo protocollo della privacy Nocturne?

A descrivere l’idea dietro Nocturne Labs ci ha pensato il suo cofondatore e CEO, Luke Tchang, che ha rivelato quanto segue:

“ i conti funzionano come i conti Ethereum convenzionali, ma con una privacy integrata”

Nello specifico, Tchang afferma che gli utenti potranno depositare o ricevere pagamenti sul proprio conto Nocturne. Potranno poi dimostrare, tramite tecnologie di Zero-Knowledge Proof, di possedere tali fondi e utilizzarli per altre transazioni, come pagamenti, trading e staking.

L’azienda mira a rendere possibile la privacy mentre si adottano le crypto. In tal senso, Nocturne Labs vorrebbe permettere a tutti di poter ricevere i loro stipendi sulla blockchain senza rivelare i loro guadagni, o di fare acquisti senza rivelare le loro abitudini di spesa e conservare i loro beni sulla blockchain senza rivelare il loro valore totale.

Al momento, il protocollo della privacy mira a portare i conti privati su Ethereum, per poi in futuro supportare anche i Layer 2 di Ethereum. 

Un altro particolare non indifferente, riguarda la conformità con le normative negli USA. A tal proposito, Tchang ha dichiarato che il protocollo sta adottando un “approccio misurato”:

“Stiamo iniziando con un processo di deposito autorizzato in due fasi che prevede il filtraggio dei depositi illeciti utilizzando strumenti come TRM e altri fornitori di analisi dei dati. Gli strumenti che costruiamo per il filtraggio dei depositi ci permetteranno di passare gradualmente a un approccio più libero da permessi in futuro – la prova dell’innocenza”.

Vitalik Buterin rivela di non vendere ETH per profitto personale dal 2018

Di recente, sul social network decentralizzato di Warpcast, il fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, ha rivelato di non aver più venduto ETH per profitto personale dal 2018, e cioè da ben 5 anni. 

Non solo, Buterin ha anche affermato che avrebbe utilizzato parte del suo patrimonio in ether e parte delle shitcoin che gli vengono inviate da diverse community, per sostenere associazioni non-profit e fare beneficenza. 

E dunque bene stare attenti alle informazioni che vengono diffuse anche dai media, quando enfatizzano gli eventi in cui si sono verificate transazioni in uscita dal wallet di Buterin. 

A tal proposito, infatti, bisognerebbe notare se il creatore di Ethereum stia spendendo la sua crypto, inviandola come donazione, o se, come spesso dicono in modo errato, le crypto in uscita siano destinate ai crypto-exchange per fare trading e ottenere profitto. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS