HomeSponsoredQuale criptovaluta comprare oggi?

Quale criptovaluta comprare oggi?

SPONSORED POST*

La community cripto attende con trepidazione l’approvazione degli ETF Spot sul Bitcoin da parte della SEC. Sebbene non ci sia niente di certo, gli analisti ritengono che il verdetto della SEC sarà positivo, in quanto sta subendo pressione da Blackrock e altri asset manager.

Nell’attesa, i trader del BTC stanno cercando altri progetti alternativi per differenziare i loro investimenti. Tra questi troviamo Bitcoin ETF, una nuova criptovaluta in presale.

Bitcoin ETF sfrutta il crescente entusiasmo per la possibile approvazione degli ETF Spot e il sentiment positivo del mercato nei confronti del Bitcoin. 

Il progetto è stato creato da un team non legato al Bitcoin e agli ETF Spot, con un suo token nativo, il BTCETF, attualmente venduto in presale.

Il meccanismo di burning dei token

Il progetto si basa sul burning del token BTCETF, attraverso cinque milestone basate sugli ETF e sul valore futuro del Bitcoin.

Al raggiungimento di ogni traguardo corrisponderà il burning del 5% di 525.000.000 BTCETF dell’offerta totale. Quindi, verranno bruciati 105.000.000 token per ogni tappa, con una riduzione dell’1% della tassa di vendita.

Tramite questa strategia, il team di Bitcoin ETF prevede di diminuire l’offerta dei token sul mercato, con il relativo aumento della domanda e del valore.

Di conseguenza, i trader della presale potranno godere della crescita esponenziale del BTCETF sul mercato, insieme a quella del Bitcoin, generata dall’approvazione degli ETF Spot.

Le cinque milestone previste sono le seguenti:

  • Il volume di trading del BTCETF raggiunge 100 milioni di dollari (tassa di vendita ridotta dal 5% al 4%)
  • Approvazione del primo ETF su Bitcoin negli Stati Uniti (tassa di vendita ridotta dal 4% al 3%)
  • Lancio del primo ETF Spot negli Stati Uniti (tassa di vendita ridotta dal 3% al 2%)
  • L’asset ETF Bitcoin raggiunge il valore di 1 miliardo di dollari (tassa di vendita ridotta dal 2% all’1%)
  • Il valore del Bitcoin supera i 100.000 dollari (tassa di vendita ridotta dall’1% allo 0%)

Con l’ultima tappa, il burning dei BTCETF arriverà al 25% dell’offerta totale di 2.100.000.000 token.

Oltre a questa percentuale dedicata al burning, la tokenomics di Bitcoin ETF prevede il 40% dei BTCETF totali assegnati alla presale e il 25% allo staking. Il restante 10% sarà usato per la liquidità.

Il market cap iniziale previsto è di 12.390.000 dollari, una cifra che dà al token un ampio margine di crescita sul mercato.

Presale e staking

La presale di Bitcoin ETF ha raccolto più di 73.000 dollari in pochi giorni dal lancio, a testimonianza dell’interesse dei trader per il progetto.

Il BTCETF viene venduto a di 0,005 dollari, un valore che aumenterà per ogni fase della presale. La prossima è prevista con il raggiungimento di 420.000 dollari.

Bitcoin ETF consente lo staking del token BTCETF, per garantire ai trader delle ricompense in base all’APY e allo staking pool. 

La distribuzione delle ricompense avverrà nell’arco di 5 anni, al ritmo di 119 token BTCETF per blocco ETH. Al momento, l’APY è al 2450%.

Roadmap

La roadmap di Bitcoin ETF prevede le seguenti tappe:

  • Presale: il primo obiettivo di Bitcoin ETF è creare una community, attirando investitori alla presale del progetto.
  • Pre-lancio: in questa fase il team del progetto avvierà una campagna di marketing, per illustrare i vantaggi del BTCETF.
  • Lancio: dopo il listing su DEX, verrà attivato il meccanismo di burning per diminuire l’offerta sul mercato e aumentare il valore del BTCETF. 
  • Burning del 25% dei token: l’obiettivo finale è arrivare al 25% dei BTCETF bruciati, passando attraverso tutte le milestone.

Previsioni Bitcoin ETF

Sebbene il progetto sia ancora nella prima fase della presale, gli analisti hanno già formulato delle previsioni sul valore futuro del BTCETF.

Il burning dei token e lo staking, dovrebbero far crescere il token fino ad arrivare a 0,0175 dollari tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024. Con una riduzione del 25%, il BTCETF potrebbe salire a 0,075 nel 2025, aiutato anche dallo staking. 

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS