HomeCriptovaluteUltime news sull’ETF Bitcoin: tra ritardi nell’approvazione e prospettive future

Ultime news sull’ETF Bitcoin: tra ritardi nell’approvazione e prospettive future

Ultime news in merito agli ETF su Bitcoin: la possibile dilazione del lancio è stata di recente indicata a seguito dell’approvazione della SEC. Complessivamente, dodici gestori di fondi hanno depositato presso la SEC degli Stati Uniti un ETF spot su Bitcoin, con la prima fase di valutazione della SEC iniziata ieri. 

Inoltre, secondo quanto espresso dagli analisti di Bloomberg ETF, James Seyffart ed Eric Balchunas, c’è un periodo di otto giorni tra il 9 e il 17 novembre durante il quale la SEC potrebbe concedere l’approvazione a tutti e 12 gli ETF spot su Bitcoin. Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

Ritardi e prospettive dell’ETF su Bitcoin: analisi dell’approvazione della SEC

Con l’apertura della finestra per l’approvazione della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti riguardante l’ETF spot su Bitcoin, gli analisti osservano che, sebbene la SEC conceda l’approvazione, ci sarà un ritardo di circa un mese prima del lancio effettivo.

Il previsto ritardo del lancio, in caso di un’approvazione potenziale da parte della SEC, è dovuto al complesso processo a due fasi per lanciare un ETF. 

Infatti, per avviare un ETF su Bitcoin, un emittente deve ottenere l’approvazione dalla SEC sia dalla divisione Trading and Markets per il suo deposito 19b-4, sia dalla divisione Corporate Finance per il prospetto S-1.

L’attenzione principale della divisione Corporate Finance riguarda i dettagli delle operazioni sui fondi e la divulgazione dei rischi.  Finora, su dodici richieste di ETF su Bitcoin, nove emittenti hanno presentato prospetti rivisti che dimostrano di aver comunicato con Corporate Finance. 

Inoltre, gli analisti ritengono che il lancio dell’ETF su Bitcoin potrebbe subire ritardi se la SEC approvasse le richieste 19b-4 prima che i documenti del prospetto siano finalizzati.

Secondo l’analista di Bloomberg ETF, James Seyffart, anche in caso di approvazione del 19b-4, l’approvazione S-1 potrebbe richiedere settimane o mesi tra l’approvazione e il reale lancio.

La SEC ha un intervallo di otto giorni, dall’8 novembre al 17 novembre, per approvare il primo ETF spot su Bitcoin

Anche se i professionisti del settore aumentano le probabilità di approvazione al 90%, ritengono che ci vorrà tempo, forse fino all’inizio del prossimo anno, prima che l’approvazione sia definitiva.

Ricordiamo che in passato la SEC aveva esteso la scadenza per i commenti sull’ETF spot su Bitcoin fino all’8 novembre per il periodo di consultazione.

Ricordiamo anche che la corsa agli ETF su Bitcoin negli Stati Uniti è iniziata quando il più grande gestore patrimoniale del mondo, BlackRock, ha presentato la sua richiesta. 

Sebbene anche Fidelity e altri gestori patrimoniali abbiano avanzato richieste per ETF su Bitcoin, la maggior parte ha subito rifiuti o ha ritirato le proprie domande. 

Il ciclo 2023-2024 ha portato molti osservatori di mercato a prevedere una probabile approvazione dell’ETF su Bitcoin, stimando le possibilità al 90%.

La SEC valuta l’approvazione di tutti e dodici gli ETF su Bitcoin: ultime news 

Come anticipato, la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti potrebbe approvare tutte e dodici le richieste di exchange traded fund (ETF) spot su Bitcoin (BTC) in sospeso entro i prossimi otto giorni.

Secondo gli analisti di ETF di Bloomberg, James Seyffart ed Eric Balchunas, la SEC ha a disposizione una finestra temporale, a partire dal 9 novembre negli Stati Uniti, per esaminare e approvare tutti i 12 documenti degli ETF spot su Bitcoin, inclusa la conversione del prodotto fiduciario GBTC da parte di Grayscale, prima del 17 novembre. 

Tuttavia, sottolineano che questa eventualità è solo una possibilità. Seyffart, in particolare, ha menzionato che la SEC ha emesso ordini di ritardo per un gruppo di richieste di BlackRock, Bitwise, VanEck, WisdomTree, Invesco, Fidelity e Valkyrie simultaneamente. 

L’8 novembre, Seyffart ha affermato su X (ex Twitter) che “questa è la prima finestra disponibile” dopo la conferma della vittoria in tribunale di Grayscale.

La ragione di questa breve finestra temporale è stata determinata dalla scadenza fissata dalla SEC per il periodo di commento, fissata per l’8 novembre, riguardante un gruppo di documenti in sospeso relativi agli ETF spot su Bitcoin.

Anche se il periodo di commento per tre depositi ripartirà dal 17 novembre, inclusi Global X Bitcoin Trust, Hashdex Bitcoin ETF e Franklin Bitcoin ETF, significa che l’approvazione o il rifiuto di tali richieste non avverrà prima del 23 novembre, al più presto.

Nonostante il termine per l’accettazione dei dodici documenti sia il 17 novembre, Seyffart ha indicato che la SEC potrebbe prendere decisioni tecniche su nove delle dodici richieste entro il 10 gennaio. 

Inoltre, sebbene l’approvazione di un ETF spot su Bitcoin non sia garantita, sia Seyffart che Balchunas prevedono una probabilità dell’90% di un’approvazione entro il 10 gennaio dell’anno successivo.

Grayscale in trattativa con la SEC per la trasformazione del GBTC in ETF su BTC

Secondo quanto riportato da CoinDesk oggi, Grayscale, un noto gestore di criptovalute, ha iniziato discussioni con la Securities and Exchange Commission (SEC) riguardo alla sua richiesta di trasformare il suo prodotto fiduciario GBTC in un ETF spot su Bitcoin.

Fonti a conoscenza della situazione hanno rivelato che Grayscale è stata in contatto sia con la Divisione di Trading and Markets che con la Divisione di Corporate Finance della SEC dopo aver ottenuto una vittoria legale contro l’ente di regolamentazione il 29 agosto.

Sottolineiamo che, con l’aumentare delle probabilità percepite di approvazione di un ETF su Bitcoin, l’ottimismo nel mercato delle criptovalute è cresciuto, con Bitcoin che ha registrato un aumento superiore al 30% negli ultimi tre mesi. 

Tale impennata ha influenzato positivamente anche altri asset principali. Infatti, nell’ultimo mese, Solana (SOL) ha fatto registrare un notevole aumento del 93% grazie ai miglioramenti della scalabilità, mentre Ripple (XRP) ed Ether (ETH) sono cresciuti rispettivamente del 36% e del 20%.

Sebbene molti esperti del settore esprimono fiducia riguardo a un’approvazione che potrebbe inaugurare un prossimo mercato rialzista, alcuni analisti dubitano che tale impennata abbia un impatto duraturo.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS