HomeCriptovaluteCrypto news: BlackRock convinta dell'approvazione dell'ETF su Bitcoin spot entro gennaio

Crypto news: BlackRock convinta dell’approvazione dell’ETF su Bitcoin spot entro gennaio

Crypto news: secondo quanto riferito da fonti anonime a Fox Business, BlackRock sarebbe sempre più fiduciosa che la SEC approverà il suo ETF su Bitcoin spot entro gennaio.

In realtà è già da tempo che le probabilità di un’approvazione appaiono alte, quindi un ulteriore incremento di queste probabilità significa che il livello di confidenza ormai è davvero molto elevato. 

Oltretutto BlackRock storicamente ha un tasso di approvazione di queste richieste superiore al 99%, quindi una bocciatura ad oggi sembra davvero estremamente improbabile. 

Crypto news: la scadenza di gennaio dell’ETF Bitcoin di BlackRock

In teoria, la scadenza ultima entro la quale la SEC dovrà per forza far sapere qualcosa è il 10 gennaio 2024. 

Tuttavia, vanno fatte un paio di precisazioni. 

La prima è che tale scadenza non riguarda la richiesta di BlackRock, ma quella di 21Shares e ARK. Va però detto che difficilmente la SEC approverà o boccerà le numerose richieste una alla volta. 

Infatti, qualora entro il 10 gennaio deliberasse solo sulla richiesta di 21Shares e ARK, approvandola, darebbe a questo ETF un notevole vantaggio sugli altri. 

Onde evitare di avvantaggiare qualcuno in particolare si ipotizza che la SEC opti per un’approvazione in massa di tutte le richieste con tutti i requisiti necessari per poter essere accettate. 

Quindi è proprio il 10 gennaio 2024 la vera scadenza, a meno che la SEC non decida di bocciare la richiesta di 21Shares e ARK. Questa ipotesi però sembra poco probabile, dato che l’agenzia ha fornito ai richiedenti i feedback per modificare la richiesta stessa così da renderla approvabile. 

La seconda precisazione è che la SEC potrebbe anche decidere prima della scadenza. 

A dire il vero in passato quasi sempre si è presa tutto il tempo necessario per emettere un verdetto, in questi casi, ma da qualche giorno si è aperta una finestra per la possibile approvazione che durerà fino al 17 novembre. 

Secondo alcuni esperti in materia c’è la probabilità che l’approvazione avvenga già verso fine dicembre, o al massimo ai primi di gennaio. 

Crypto news: la richiesta di BlackRock per il suo ETF Bitcoin

Tra tutte le richieste di emissione sui mercati USA di un ETF su Bitcoin, quella di BlackRock sembra essere quella con le maggiori probabilità di essere approvata. 

In teoria la scadenza ultima entro la quale la SEC deve per forza dare un responso definitivo in merito a questa richiesta sarebbe il 15 marzo 2024, ma se dovesse approvare la richiesta di 21Shares e ARK entro il 10 gennaio dovrebbe in teoria arrivare contemporaneamente anche l’approvazione della richiesta di BlackRock.

Occorre specificare che l’ETF di BlackRock in realtà risulta emesso da iShares, ed infatti si chiama iShares Bitcoin Trust ed ha come ticker IBTC. 

Le indiscrezioni fornite anonimamente a Fox Business confermerebbero sia l’ipotesi che la richiesta di 21Shares e ARK verrà approvata, sia che la SEC si pronuncerà a riguardo prima del 10 gennaio. Inoltre, ovviamente, confermerebbero anche l’ipotesi che la SEC proceda ad un’approvazione di massa. 

Questo significa che entro gennaio potrebbero non essere approvate solo queste due richieste, ma anche molte altre. 

Tuttavia l’ETF di BlackRock è sicuramente il più interessante, perchè è potenzialmente quello che potrebbe raccogliere il maggior successo. 

L’impatto su Bitcoin

Non va dimenticato che gli ETF su Bitcoin spot devono per forza avere come collaterale BTC. 

Questo significa che più azioni di questi ETF verranno emesse e vendute sul mercato primario, più i gestori di questi fondi saranno costretti ad acquistare BTC sul mercato ed immobilizzarli in cold wallet. 

Tale dinamica drenerà BTC dai mercati crypto, di fatto riducendone l’offerta. 

Inoltre ad aprile dell’anno prossimo avverrà anche il quarto halving di Bitcoin, che dimezzerà il premio per i miner. 

Dato che in parte l’offerta di Bitcoin sul mercato è costituita dai BTC che i miner incassano e vendono per finanziarie le elevate spese che sono costretti a sostenere, anche l’halving porterà ad una riduzione dell’offerta di BTC sui mercati crypto. 

A dire il vero tutto ciò non basta ad affermare che sicuramente l’offerta di BTC sui mercati crypto nel suo complesso si ridurrà nel corso del 2024, ma porta a ritenere molto probabile che ciò possa accadere. 

Qualora la domanda non dovesse ridursi in proporzione, ma dovesse rimanere stabile o addirittura aumentare, il prezzo non potrebbe fare altro che salire. 

L’ETF su Ethereum

Ieri, si è saputo che BlackRock ha appena presentato una richiesta alla SEC per emettere anche un ETF su ETH spot. 

Il prezzo di Ethereum è subito salito, tornando vicino ai massimi annuali, e generando un forte incremento dei volumi di scambio. 

Infatti il costo medio gas è salito fino a 270 gwei, toccando per un breve momento livelli che non si vedevano più da giugno 2022. 

Un gwei non è altro che una frazione di ETH, per la precisione un miliardesimo, e viene utilizzata proprio per indicare i costi del gas, ovvero le commissioni sulle transazioni. 

Misurando in dollari il costo delle transazioni, ieri la media giornaliera è salita sopra i 10$ a transazione, con picchi anche a 30$. Il giorno precedente era di 7$, ed il giorno ancora precedente era a 6$.

Tuttavia va detto che è dal 23 di ottobre che salgono, probabilmente a causa dell’aumento di prezzo di ETH. Infatti già il 24 ottobre erano salite a 5$. 

In altre parole la notizia bomba di ieri si è aggiunta ad un trend che era già di crescita, e grazie a ciò anche ETH si è potuto riportare sui massimi annuali. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS