HomeTradingPrezzo di Ethereum (ETH) in USD ai massimi annuali

Prezzo di Ethereum (ETH) in USD ai massimi annuali

Da quando il prezzo di Bitcoin è salito sopra i 32.000 USD, a fine ottobre, ha fatto registrare continui nuovi record annuali. Ethereum (ETH) invece no. 

Ieri di colpo si è svegliato, ed in una sola giornata è passato da 1.900 USD ad oltre 2.100 USD, arrivando a sfiorare il nuovo record annuale. 

A dire il vero il prezzo massimo toccato da Ethereum in questo 20203 rimane quello del 16 aprile, quando superò anche i 2.140 USD, mentre ieri si è fermato poco sopra i 2.130 USD, ma oggi sembra che possa superare anche questi livelli e magari far registrare il nuovo massimo annuale. 

I motivi del boom del prezzo di Ethereum (ETH) in USD

Il motivo del boom stavolta è molto facile da individuare. 

Infatti ieri è uscita la notizia che BlackRock aveva registrato un Ethereum Trust in Delaware, ed a quel punto il prezzo di ETH ha iniziato a salire.

A dire il vero ancora prima che tale notizia fosse resa pubblica il prezzo di ETH era già salito da meno di 1.920$ a più di 1.940$, ma si trattava di un movimento minore. Invece appena è stata resa nota la notizia è schizzato a quasi 2.050$ nel giro di mezz’ora. 

L’ipotesi a quel punto era che BlackRock si apprestasse a presentare alla SEC una richiesta di emettere anche un ETF su ETH spot, e tale conferma è arrivata qualche ora dopo. 

A quel punto il prezzo è tornato a salire, passando da 2.040$ a 2.130$ nel giro di un’ora e mezza. 

Il mancato record annuale

In teoria ieri ci sarebbero stati tutti i presupposti affinchè il prezzo di Ethereum facesse registrare un nuovo record annuale. 

E invece sebbene ci sia andato davvero molto vicino, non è riuscito a superare i 2.140 USD di aprile. 

È possibile che ciò dipenda dal fatto che quei 2.140 USD siano diventati una vera e propria resistenza, dato che tutti coloro che hanno acquistato ETH in questo 2023 sono in guadagno a quella cifra. 

In altre parole è possibile che in molti tra coloro che hanno comprato ETH quest’anno con il preciso scopo di specularci su, a quella cifra vendono per monetizzare i guadagni sul medio/breve periodo. 

Non va dimenticato che era dal 15 luglio che il prezzo di ETH stava costantemente sotto i 2.000 USD, ed a quel punto per gli speculatori a breve termine vendere ad una cifra superiore ai 2.100 USD è un’occasione da sfruttare. 

Il trend futuro

Se il prezzo di Ethereum dovesse reagire alla notizia dell’ETF di BlackRock in modo simile a quello di Bitcoin ci si potrebbe attendere un periodo di stasi, o addirittura di ritracciamento, seguito poi tra un po’ da una nuova crescita fino a nuovi massimi annuali. 

Tuttavia in questi ultimi mesi il trend del prezzo di Ethereum si è un po’ discostato da quello di Bitcoin, e quindi è difficile immaginare che possa davvero replicare un trend così simile. 

Anzi, il fatto che dopo aver superato i 2.130 USD ieri il prezzo di ETH sia poi sceso fin sotto i 2.100 USD, ma solo per poi risalire di nuovo sopra i 2.130 USD, fa credere che oggi potrebbe avere la forza per un ultimo balzo anche sopra i 2.140 USD, così da far registrare già subito i nuovi massimi annuali.

Oltretutto da ieri tutti i mercati crypto sono in positivo, ed il clima decisamente positivo che si respira in questi giorni potrebbe aiutare. Non bisogna però commettere l’errore di credere che da qui in avanti non si farà altro che salire, perchè un ritracciamento è sempre possibile. 

Il confronto con Bitcoin

C’è anche un altro dato decisamente interessante. 

Ieri, prima del boom di ETH, era stato Bitcoin a fare un piccolo boom, con il prezzo salito in brevissimo tempo da circa 35.000$ a quasi 38.000$. In seguito il boom di ETH ha sottratto un po’ di interesse a BTC, così che il suo prezzo è sceso attorno ai 36.000$. 

Prima del boom di ETH si erano registrati i nuovi massimi del rapporto tra BTC e ETH addirittura da maggio 2021, circa due anni e mezzo fa. 

Infatti ieri il rapporto tra la capitalizzazione di mercato di Bitcoin e quella di Ethereum era salito a 3,07 volte, e tra il 2 ed il 3 di novembre era addirittura a 3,15 volte. 

Il precedente record degli ultimi due anni e mezzo era stato registrato a giugno dell’anno scorso, dopo l’implosione di Terra/Luna ed il fallimento di Celsius, sempre a quota 3,15. 

Basti pensare che a settembre dell’anno scorso, quando ci fu il Merge di Ethereum con il passaggio a Proof-of-Stake, era sceso anche sotto 1,9 volte. 

Inoltre anche solo ad inizio ottobre di quest’anno era sotto le 2,6 volte, ma a partire dal 4 ottobre ha iniziato ad impennarsi fino a toccare i nuovi record degli ultimi due anni e mezzo ad inizio novembre. 

Ieri invece di colpo è sceso a 2,8, annullando da questo punto di vista tutti i guadagni ottenuti nella seconda metà di ottobre. 

In altre parole, la notizia dell’ETF di BlackRock ha riequilibrato il rapporto di forze tra Ethereum e Bitcoin. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS